Fiamma Tricolore: Marinelli ci ha traditi

movimento sociale fiamma tricolore 15/03/2010 - Il prossimo 28 e 29 marzo i cittadini della provincia di Ancona non potranno votare il Movimento Sociale Fiamma Tricolore.


Il candidato di centro-destra Dott. Erminio Marinelli ha ritenuto opportuno non firmare il collegamento della lista Fiamma Tricolore alla sua coalizione rinnegando di fatto accordi presi due settimane prima dal MSFT e dal coordinamento regionale del PDL. In breve i fatti: dopo diversi contatti intercorsi tra la Fiamma Tricolore e il Popolo Della Libertà, il 12 febbraio scorso, nella sede regionale del PDL di Ancona alla presenza degli On. Ceroni e Ciccioli, del ministro On. Baldassarri, del Dott. On. Giulio Conti e di tutto il coordinamento regionale del PDL, a Massimo Caprani (coordinatore regionale MSFT) e al sottoscritto veniva confermato che il MSFT sarebbe stata la quinta forza della coalizione di centro-destra a sostegno del candidato Marinelli. Inoltre veniva concordato che ove la Fiamma avesse avuto problemi con la raccolta delle firme il PDL si sarebbe impegnato a dare una mano per sopperire alla mancanza delle stesse.

E così è stato: nelle ultime due settimane utili rimanenti, la Fiamma in tutta la regione ha raccolto più di 2000 firme necessarie per le province di Ancona, Macerata, Fermo e Ascoli Piceno, mentre non si è potuto raggiungere lo stesso obiettivo per la provincia di Pesaro. Grazie alle forze messe in campo dal PDL, dalla tenacia e dalla volontà di decine di iscritti e simpatizzanti la Fiamma Tricolore riusciva a presentersi nelle province di Ancona, Macerata, Fermo e Ascoli Piceno, ancora una volta avremmo potuto dire: “Presente!”. Il tutto veniva completato da una rosa di candidati selezionati, rappresentanti l’intera società civile, composta da imprenditori, da studenti, da giovani donne e validi professionisti.

Colpo di scena: nella mattinata del 26 febbraio si diffonde la notizia che il candidato Erminio Marinelli non avrebbe firmato il documento di collegamento della lista Fiamma Tricolore in appoggio alla sua coalizione. Chiamo personalmente gli On. Ceroni e Ciccioli per ricevere un’adeguata spiegazione ottenendo un appuntamento con quest’ultimo la sera stessa. L’On. Ciccioli ci conferma che l’ultima parola spetta al candidato Marinelli (in quel momento impegnato a presenziare una manifestazione presso la discoteca Lola) che lo avrebbe raggiunto e ci avrebbe chiamato per darci la risposta decisiva. Quella telefonata non è mai arrivata.

Alle prossime elezioni regionali 18000 cittadini marchigiani che la Fiamma Tricolore rappresenta a livello regionale non potranno e non si recheranno a votare perché non rappresentati. In sostanza nel centro-destra, c’è chi voleva i nostri voti, ma non il nostro simbolo. Fino all’ultimo siamo stati ostacolati ed abbiamo subito VETI. Per questo motivo il coordinamento regionale della Fiamma Tricolore ha accettato all’unanimità la proposta del coordinatore Massimo Caprani di non presentare candidati, di astenerci dalla campagna elettorale e di non appoggiare o sostenere nessun candidato della coalizione di centro-destra.

Ci scusiamo con gli innumerovoli firmatari , con i sottoscrittori, con tutte quelle persone che con passione, deteminazione hanno faticato e lavorato duramente affinché alle prossime elezioni fosse presente il Movimento Sociale Fiamma Tricolore. Questa miopia politica può costare cara e certamente non depone a favore di chi si propone a guidare la regione Marche che in questi giorni ha bisogno di coesione, dell’appoggio di tutte le forze sociali e politiche per rilanciare l’occupazione, l’economia, riformare la sanità e tutelare tutte le fasce più deboli.

da Riccardo De Amicis
Segretario Provinciale Fiamma Tricolore





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 15-03-2010 alle 10:44 sul giornale del 16 marzo 2010 - 891 letture

In questo articolo si parla di politica, Movimento Sociale Fiamma Tricolore, erminio marinelli


Commento sconsigliato, leggilo comunque

A Senigallia Marcantoni non vi ha voluti, in regione vi hanno mandato a quel paese, non vi viene il sospetto che dei vostri voti non gliene freghi niente a nessuno?<br />
<br />
E\' inutile portare 18.000 preferenze, ma per me sono molte meno, se con la vostra presenza ne fate perdere almeno il doppio.

woman2008

non vi ha tradito il dott..marinelli ma vi siete traditi da soli.gia\' dalla scorsa legislatura si era pensato e detto di riunire la fiamma con la destra.riunire le proprie forze,i propi simboli e le proprie storie x candidarsi con un\'unica lista e con un programma comune.\"la destra-fiamma tricolore\"si doveva candidare insieme in questa importante tornata elettorare consapovele della necessita\'storica per il popolo italiano di continuare ad avere nelle massime istituzioni rappresentanti della storia della DESTRA SOCIALE .come elemento politico,e culturale,tramandando valori e principiin questa era difficile.Invece si e\' caduti nella trappola de pensiero UNICO ED INUTILE.!! chi e\' causa del suo mal......!!!!