Assemblea Acqua bene comune: si parte da Jesi per manifestare a Roma

acqua 17/03/2010 - Nel corso dell’Assemblea “Acqua Bene Comune” organizzata dal Centro Sociale “TNT” e partecipata da tanti cittadini e amministratori, anche dei comuni a noi vicini, si è delineato un primo piano di intervento contro la privatizzazione dell\'acqua prevista entro il 31 dicembre 2011.

Il piano emerso dall\'Assemblea e condiviso dagli amministratori presenti, tra cui l\'assessore all\'Ambiente Gilberto Maiolatesi, si articola nei seguenti passaggi: 1) Procedere da subito alla modifica dello dello Statuto comunale per inserire la qualificazione dell\'Acqua come “bene comune privo di rilevanza economica”; 2) Avviare urgentemente un percorso finalizzato alla trasformazione della Multiservizi SpA in “Azienda speciale consorziale”.


L\'attuale configurazione giuridica in Società per Azioni, seppur attualmente a completa partecipazione pubblica, colloca il servizio idrico in un regime di diritto privato e gli attribuisce di fatto la qualifica di bene oggetto di valorizzazione economica. La trasformazione in “Azienda speciale consorziale” ricolloca il servizio idrico in un regime pubblico compatibile con la qualifica dell\'acqua come “bene comune privo di rilevanza economica” e garantisce a tutti i lavoratori impiegati l\'effettiva conservazione degli attuali posti di lavoro, messi gravemente a rischio dalle gare di appalto imposte dalla privatizzazione; 3) Avviare da subito la raccolta di firme per il referendum nazionale che vada ad abrogare la “Legge Ronchi” dichiarando che l\'acqua è essenziale per la vita e non può essere considerata una merce: il raggiungimento del quorum di firme necessario consentirebbe di indire il referendum nella primavera del 2011, ovvero diversi mesi prima del termine fissato dalla legge per la privatizzazione dei servizi idrici. 4) Imporre alle Amministrazioni comunali di non avviare procedure per le gare di appalto e di attendere l\'esito della consultazione referendaria. 5) Promuovere la manifestazione nazionale contro la privatizzazione dell\'Acqua, che si terrà a Roma Sabato 20 Marzo.


Organizziamo la partenza da Jesi in treno alle ore 8.15. Per adesioni e informazioni Tel 347 6018652.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 17-03-2010 alle 17:46 sul giornale del 18 marzo 2010 - 741 letture

In questo articolo si parla di attualità, jesi, acqua, csa tnt


anonimo

Commento sconsigliato, leggilo comunque