Delegazione cinese della Machi Group visita la piattaforma logistica delle Marche

fabio badiali 19/03/2010 - Badiali e Rocchi: “Punto di riferimento dei traffici internazionali”.

“State scoprendo le eccellenze infrastrutturali delle Marche”. Con queste parole gli assessori regionali al Lavoro, Fabio Badiali, e alle Infrastrutture, Lidio Rocchi, hanno accolto la delegazione cinese della Machi Group, in visita nella nostra regione. La mattinata è stata dedicata alla piattaforma logistica delle Marche (Interporto di Jesi, aeroporto di Falconara, porto di Ancona), mentre nel pomeriggio la delegazione si è recata nel distretto calzaturiero di Civitanova Marche. “Negli ultimi anni – ha sottolineato Badiali – le Marche hanno compiuto un salto di qualità, grazie a un programma di investimenti infrastrutturali che consentirà alla regione di essere collegata con i principali snodi della viabilità nazionale”. Terza corsia autostradale e Quadrilatero, in particolare, rappresentano riposte attese da tempo per rilanciare tutto il sistema produttivo marchigiano. “Stiamo recuperando il tempo perduto – ha ribadito Rocchi – La piattaforma logistica fornirà un supporto strategico agli scambi internazionali”.


Alla delegazione cinese, guidata dal chairman Xie Bingzhen, sono state illustrate le potenzialità di sviluppo delle tre strutture logistiche: vicine tra loro e facilmente raggiungibili, grazie ai collegamenti stradali e ferroviari in corso di completamento. In particolare, l’Interporto di Jesi è circondato da aree libere che, urbanizzate, possono soddisfare le esigenze di spazio per accogliere altre strutture. Inoltre è inserito nella rete degli interporti italiani e in grado di confrontarsi con la concorrenza internazionale. “Le Marche – hanno ribadito Badiali e Rocchi – si candidano a divenire un punto di riferimento per il traffico delle merci tra il Nord e il Sud dell’Europa, oltre a pedina significativa delle movimentazioni verso il Medio Oriente”. La delegazione cinese si è mostrata particolarmente interessata alle potenzialità di crescita dei servizi cargo dell’aeroporto di Falconara e alla realizzazione di un’area commerciale negli spazi della vecchia aerostazione. Rocchi, infine, ha sottolineato le potenzialità di crescita del porto di Ancona, anche a seguito della recente approvazione del Piano dei porti da parte dell’Assemblea legislativa delle Marche. Il presidente di Interporto, Roberto Pesaresi, ha ribadito come la struttura non sia in competizione con altre piattaforme nazionali, ma si collochi in una posizione di “sinergica integrazione e collaborazione”.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 19-03-2010 alle 17:51 sul giornale del 20 marzo 2010 - 864 letture

In questo articolo si parla di attualità, regione marche, fabio badiali, Machi Group