Maiolati: il sindaco ritira il 'Premio Comuni rinnovabili 2010'

Carbini ritira il Premio Comuni rinnovabili 24/03/2010 - Ennesimo riconoscimento per il comune di Maiolati Spontini.

Il sindaco Giancarlo Carbini ha ricevuto martedì 23 marzo a Roma il “Premio Comuni rinnovabili 2010” per la categoria “buone pratiche”. L’Amministrazione comunale si è distinta come località simbolo del futuro energetico italiano nell’ambito del rapporto realizzato da Legambiente in collaborazione con Gse (Gestore Servizi Energetici) e Sogenia. Quattro i riconoscimenti a livello nazionale, assegnati a una provincia, Grosseto, e a tre Comuni, fra cui appunto Maiolati Spontini. Ennesimo riconoscimento, dunque, dopo la menzione, solo nelle ultime settimane, del parte del quotidiano economico “IlSole24ore” come Comune più virtuoso d’Italia, e dopo la Medaglia d’oro alla committenza della Triennale di Milano al progetto di recupero della biblioteca La Fornace. Il premio di Legambiente nasce dal fatto che il Comune, che conta poco più di seimila abitanti, grazie a un mix energetico fatto di pannelli solari fotovoltaici (135 kilowatt), di un impianto mini idroelettrico (400 kilowatt) e di un impianto a biogas, è entrato di diritto nella categoria “100 per cento elettrici”.


L’Amministrazione si è distinta per l’interessante esperienza nel settore del biogas da discarica, gestita dalla società Sogenus di cui fa parte anche il Comune e certificata Emas, presso la quale sono state installate due centrali da 4.130 kilowatt energia complessivi che producono 17 milioni di kilowatt/ora all’anno, pari al fabbisogno di 4 mila famiglie. Il premio è stato consegnato al sindaco Giancarlo Carbini direttamente dal presidente nazionale di Legambiente Vittorio Cogliati Dezza. Il sindaco, accompagnato dall’assessore all’Ambiente Fabrizio Mancini, dal presidente della Sogenus Eddy Ceccarelli e dal direttore generale Sogenus Mauro Ragaini, ha portato il saluto del Comune esprimendo “viva soddisfazione per questo ulteriore riconoscimento per un intervento fortemente integrato fra ambiente, territorio ed energia che ha portato a coniugare i massimi livelli di gestione, in termini di rispetto della salute dei cittadini e dell’ambiente, con un’efficiente politica di produzione di energia elettrica da fonti rinnovabili con la costruzione delle due centrali biogas che collocano Maiolati Spontini ai vertici dei Comuni che producono energia elettrica da fonti rinnovabili oltre il proprio fabbisogno”.


Il sindaco ha poi ricordato che il progetto integrato presso la discarica prevede una ulteriore estensione attraverso la realizzazione di un impianto fotovoltaico che consentirà il recupero di parte della superficie del comparto della discarica già esaurito e completamente ricoperto di uno strato di terra su cui è ricresciuta la vegetazione. La richiesta di autorizzazione e tutta la documentazione necessaria è già stata presentata in Provincia. E’ stato inoltre ricordato l’ulteriore impegno del Comune a sostegno del fotovoltaico con i finanziamenti previsti a sostegno dei cittadini privati che realizzano impianti fotovoltaici sulle proprie abitazioni. Carbini ha infine sollecitato le autorità presenti, fra cui rappresentanti del Ministero dell’Ambiente e dello Sviluppo Economico, perché vengano emanate al più presto normative per regolare l’uso indiscriminato del territorio agricolo per l’installazione di nuovi impianti fotovoltaici.








Questo è un comunicato stampa pubblicato il 24-03-2010 alle 18:00 sul giornale del 25 marzo 2010 - 1225 letture

In questo articolo si parla di ambiente, attualità, comune di maiolati spontini, Maiolati Spontini, premio comuni rinnovabili