<| /yobee 2>

Latini: 'Diventare assessore? A me basta l’elezione a consigliere regionale'

Dino Latini 2' di lettura 30/03/2010 - Intervista a Dino Latini, ex sindaco di Osimo, ora neoeletto consigliere regionale nella coalizione di Spacca sotto il simbolo di Alleanza per l'Italia. 

Si è parlato a lungo della sfida tutta osimana tra lei e Paola Andreoni del PD (per quanto entrambi delle medesima coalizione). Se andiamo a guardare le singole preferenze personali non ci sono dubbi: la Andreoni ha ottenuto 1814 voti, lei ben 3443. Se prendiamo in considerazione invece le percentuali riportate dai partiti che avete rappresentato, il PD non si è lasciato superare dall'API, opponendo un 25,06% a un comunque notevolissimo 24,10%. Come interpreta questi risultati?


Io prendo i voti a titolo personale e costa molto di più. E poi il PD prende i voti ma perde le elezioni.


Lei ha ottenuto complessivamente 4227 preferenze, di cui 3443 in Osimo. Ne consegue che fuori delle mura hanno votato per lei solo 748 elettori; se facciamo un veloce confronto con il suo collega Pieroni sindaco di Loreto (Alleanza Riformista) notiamo che nella Provincia lui ha ottenuto 5781 voti, di cui 3242 nella città mariana: ben 2539 voti vengono da fuori. A Castelfidardo, città confinante, lei ha ottenuto 148 voti, Pieroni ben 876. Il voto che l'ho portata in consiglio regionale sembra essere quindi del tutto osimano. Perché non è stato votato fuori dalle mura? Cosa è mancato, soprattutto a Castelfidardo?


Io da 20 anni faccio liste civiche, Pieroni ha sempre fatto politica a livello regionale in un partito. Io mi sono presentato con un neonato movimento, Pieroni con tre partiti messi insieme. Insomma, Moreno è più bravo di me.


É stato contattato da Spacca?


No


Con un numero così alto di preferenze la possibilità di ottenere un assessorato si fa più concreta. Tuttavia Pieroni ha ricevuto più voti di lei ed entrambi provenite dalla stessa area territoriale. Pensa che Spacca sceglierà tra uno di voi, nessuno o tutti e due? Entrambi avete senza ombra di dubbio riportato un successo sul piano delle preferenze che ha offuscato il risultato di molti membri uscenti della giunta regionale.


A me basta l'elezione a consigliere regionale


Lascerà il consiglio comunale osimano ora che è stato eletto in Regione?


No


Finalmente un osimano in Regione. Cosa cambia ora per la nostra città?


Molte cose


Un messaggio che vuole lasciare ai nostri concittadini


Ho sempre detto che era possibile e che le bugie dette dalla Collega Andreoni circa il quorum minimo erano proprio bugie. Non ho mai detto in campagna elettorale cose diverse o false, perché so che poi bisogna mantenere quello che si promette.






Questo è un articolo pubblicato il 30-03-2010 alle 19:47 sul giornale del 31 marzo 2010 - 2970 letture

In questo articolo si parla di politica, osimo, michela sbaffo, api, gian mario spacca, paola andreoni, moreno pieroni, dino latini, pd, elezioni regionali





logoEV