Pdl: la dirigente partecipa al concorso del suo stesso ufficio e scoppa la polemica

alessandro mazzarini e alessandro cicconi  massi 2' di lettura 10/05/2010 - E' polemica sul concorso indetto dal comune per la copertura di un posto come funzionario dell’ufficio legale dell’ente a tempo indeterminato.

Tra i partecipanti al concorso figura infatti anche il nome della dirigente dell'ufficio legale stesso Laura Amaranto, il cui contratto a tempo è stato prorogato di altri sei mesi dal sindaco Mangialardi insieme a quello degli altri cinque dirigenti e del direttore generale. Un palese conflitto di interessi per il Pdl che porterà il caso in consiglio comunale domani con un'apposita interrogazione.


Il 29 aprile si sono chiusi i termini per la presentazione delle domande per la selezione di un funzionario dell'ufficio legale e nella lista dei candidati ammessi, pubblicata i primi di maggio, su 70 candidati al primo posto c'è proprio il nome della Amaranto -spiega Alessandro Cicconi Massi, del Pdl- una circostanza che lascia perplessi e anche preoccupati. Ci si chiede se può svolgersi una selezione pubblica nelle forme che garantiscano la piena trasparenza e terzietà, quando tra i partecipati alla stessa vi è un dirigente dello stesso ente che ha bandito la selezione in oggetto. Nei fatti ci si troverebbe nella paradossale situazione di una dirigente, responsabile di un settore del Comune, che concorrerebbe per divenire dipendente presso lo stesso settore che dirige”.


Non c'è nulla di personale nei confronti della Amaranto -aggiunge il capogruppo Gabriele Cameruccio- ma riteniamo che il caso sia quantomeno discutibile. Tanto più che altri candidati potrebbero presentare ricorso con conseguenti esborsi monetari per l'ente”. In consiglio comunale Cicconi Massi e Cameruccio insieme ai collegi Mazzarini, Rimini e Girolimetti chiederanno al sindaco Mangialardi “da chi sia partito l’impulso iniziale circa la necessità di procedere all’assunzione di un funzionario dell’ufficio legale, se via sia stato, anche solamente in via incidentale e puramente occasionale, una partecipazione, fosse anche solo come mera consulenza, dell’attuale dirigente dell’ufficio legale, alla stesura del bando della presente selezione pubblica e se si possa escludere che non vi sia stata alcuna interferenza tra l’ufficio legale e l’ufficio personale per la decisione di procedere all’assunzione del nuovo funzionario e la definizione del bando di selezione”.



... ...
...

...






Questo è un articolo pubblicato il 10-05-2010 alle 23:33 sul giornale del 11 maggio 2010 - 2248 letture

In questo articolo si parla di alessandro cicconi massi, giulia mancinelli, gabriele cameruccio, politica, concorso, pdl, laura amaranto


si fa le domande e si da le risposte da sola all'esame? chissà se sarà cerimoniosa con se stessa: -Lei è molto gentile e si esprime conproprietà - Ma no ma no, faccio solo il mio dovere - Davvero, buona fortuna - Grazie ne avrò bisogno




logoEV