Maiolati Spontini: a Moie, festa del Corpus Domini con la Confraternita del Sacramento

Abbazia di Santa Maria delle Moie 06/06/2010 -

Il Corpus Domini espressione latina che significa Corpo del Signore, e’ l’epopea del sangue e del fiore. Il sangue e’ quello che nel lontano 1263 il sacerdote Boemo Pietro da Praga vide stillare dall’ostia consacrata e bagnare il corporale; ed e’ lo stesso del sacrificio di Gesu’ a riscatto dell’umanita’. Il fiore che nella vita rappresenta il principio della continuita’ al di sopra dell’individuo, ne e’ degno coronamento



La festa del Corpus Domini istituita nel 1246 nella diocesi di Liegi, si propone di onorare solennemente la presenza reale di Cristo nell’Eucarestia. Fu il Papa Urbano 4° che con la bolla “Transiturus” estese il 19 giugno 1264 la festa a tutto il mondo cattolico, spinto a cio’ anche dall’entusiasmo suscitato dal miracolo di Bolsena. Il miracolo del corporale che avvenne nel 1263 ed e’ strettamente legato alla vita di Santa Cristina.

A Moie domenica 6 giugno dopo la messa vespertina delle ore 18:00 che si è celebrata nella chiesa Santa Maria, ha fatto seguito la solenne processione accompagnata dalla Banda musicale L’Esina di Moie e che vede la presenza della Confraternita del Santissimo Sacramento . Come da tradizione i bambini con i cestini di petali di fiori hanno cosparso il cammino e le famiglie che risiedono lungo il percorso hanno addobbato con drappi e fiori per il passaggio della Processione.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 06-06-2010 alle 17:09 sul giornale del 07 giugno 2010 - 1129 letture

In questo articolo si parla di chiesa, religione, attualità, confraternite delle marche, moie, abbazia di santa maria delle moie, confraternite