Nuovo direttore di Zona, la parola passa agli operatori

sanità 08/06/2010 -

In riferimento al parere consultivo che la Conferenza dei Sindaci della Zona Territoriale 5 dovrà esprimere per la nomina del Direttore di Zona e vista la terna dei candidati consegnata dal Direttore Generale dell’ASUR alla stessa Conferenza, tra i quali indicare il nominativo prescelto, i professionisti operanti nella Zona Territoriale 5 ritengono utile ed opportuno inviare le seguenti considerazioni, al fine di fornire ulteriori elementi per la valutazione.



1.da almeno 5 anni, i sottoscritti si stanno impegnando per realizzare un nuovo modello di salute nel territorio, incentrato sulla forte integrazione socio-sanitaria tra l’assistenza ospedaliera e quella territoriale, che vede al centro i cittadini, attraverso un modello operativo-gestionale ospedaliero, incentrato sull’approccio multidisciplinare, sulla continuità delle cure e sulla presa in carico completa dei cittadini.
Tale modello rappresenta la pratica attuazione del Piano Sanitario Regionale vigente e della Delibera della Giunta Regionale, che hanno assegnato alla Zona Territoriale 5, unica nella Marche, la conseguente sperimentazione.

2.per questo obiettivo, i sottoscritti hanno promosso ed avviato un significativo cambiamento culturale, che ha messo in discussione ruoli che hanno, storicamente, caratterizzato la gestione dei servizi sanitari, rendendosi disponibili a rivedere, anche, significativi privilegi consolidati.

3.In questa fase avanzata del processo in atto, è fondamentale continuare e realizzare l’intera progettazione, che non è legata alla sola conclusione dei lavori per il nuovo ospedale “Carlo Urbani”, ma essenzialmente alla possibilità di rendere operativo un nuovo modello culturale, organizzativo e gestionale, il cui successo dipende, principalmente, dalla partecipazione consapevole e dal coinvolgimento di tutti gli operatori.

4.La garanzia che tutto ciò si possa avverare è subordinata, nella convinzione dei sottoscritti, alla continuità che solo l’attuale Direttore di Zona può assicurare, vista l’oggettiva complessità del cambiamento auspicato ed i risultati fin qui raggiunti.

A tal fine i sottoscritti invitano la Conferenza dei Sindaci a proporre, nel senso della continuità, il nominativo del Direttore di Zona attualmente in carica e a far valere decisamente, in caso di condivisione della scelta, la volontà espressa pubblicamente dal Presidente della Giunta regionale e dall’Assessore alla Sanità di voler ascoltare e rispettare le indicazioni dei territori interpellati.

Certi di un forte e deciso impegno della Conferenza dei Sindaci della Zona Territoriale 5, porgono distinti saluti.

Anestesia e Rianimazione Broncopneumologia
Cardiologia e UTIC Urologia
Centro Trasfusionale Chirurgia generale
Dermatologia Nefrologia e dialisi
Medicina fisica e riabilitativa Laboratorio analisi
Medicina generale Jesi Neurologia
Ortopedia e traumatologia Oculistica
Otorinolaringoiatria Odontoiatria
Ostetricia ginecologia Oncologia
Pediatria Salute mentale
Medicina e chirurgia d’accettazione e d’urgenza
Radiologia Reumatologia
Medicina generale Cingoli Direzione medica di presidio ospedaliero
Dipartimento di prevenzione Dipartimento dipendenze patologiche
Servizio farmaceutico Risk management
Direttore di distretto ambito A Direttore di distretto ambito B
Direttore di distretto ambito C Affari generali e approvvigionamenti
Gestione e sviluppo risorse umane Sistema informativo ed informatico
Direzione amministrativa ospedale
Gestione economico-finanziaria Ufficio tecnico e manutenzione










Questo è un comunicato stampa pubblicato il 08-06-2010 alle 15:37 sul giornale del 09 giugno 2010 - 1145 letture

In questo articolo si parla di sanità, attualità, Asur Jesi