Multe ai locali del lungomare: basta con i controlli mirati

movida notturna 3' di lettura 14/06/2010 -

La movida accende il lungomare ma le prime multe frenano gli operatori. L'estate, complice il bel tempo e le manifestazioni degli ultimi week end, consacra Senigallia tra le capitali del divertimento rivierasco.



Migliaia di giovani hanno invaso la spiaggia di velluto, dal centro storico al lungomare, per tutta la notte. Musica, divertimento ma anche alcol. E così sono scattati i controlli della Polizia che hanno portato alle prime due multe per i locali del lungomare dove i titolari di due baretti sono stati “pizzicati” a somministrare alcolici dopo le due di notte. E mentre i due locali rischiano la chiusura forzata da sette a trenta giorni, monta la polemica per una legge considerata “discriminante”. Se per alcuni il divieto di somministrare alcoli scatta dopo le due, per altri lo stesso limite non c'è. La legge riguarda infatti solo i locali che “fanno intrattenimento”. Una condizione che oltre ad essere recepita dai gestori dei locali come discriminante rappresenta una soglia molto labile e spesso difficile da stabile.

La legge (che comunque è nazionale ndr) pone molti problemi anche interpretativi e non è facile per i gestori dei locali starvi al passo -afferma il segretario di Confcommercio Riccardo Pasquini- se parliamo di presa di coscienza da parte degli operatori, nel non somministrare alcolici a chi è in evidente stato di ebbrezza ma anche dei consumatori a non eccedere oltre i limiti, siamo tutti d'accordo. Ma se parliamo di controlli e leggi allora la situazione è più complessa. La normativa è rigida e penalizza alcuni tipi di locali con il conseguente rischio di chiusura. A risentirne sono i locali stessi. Se il limite per la somministrazione di alcoli per alcuni è le due di notte, i clienti si spostano poi in altri bar e quindi si genera anche un danno economico. Per noi non serve ricorrere alla repressione, che non aiuta. Meglio puntare sulla prevenzione e sulla sensibilizzare a non abusare dell'acol”.

I gestori dei locali dicono basta ai controlli mirati. “La legge sulla somministrazione di alcolici dopo le due di notte è discriminante così come i controlli devono essere a tappeto e non mirati solo sul lungomare -fa eco il segretario di Confesercenti Iorio Tombesi- i locali del litorale ora sono nel mirino perchè è lì che si concentra la movida ma anche in altre parti della città ci sono locali che tengono aperto anche tutta la notte e che magari somministrano alcolici dopo le due. La legge di per sì già ci mette in crisi, se poi ci si mettono anche i controlli, per i gestori dei locali lavorare diventa impossibile. Siamo in un periodo economico difficile, la stagione turistica è partita a rilento e i locali lavorano di fatto solo nel fine settimana e se arrivano anche multe e chiusure il danno economico diventa ingente”.

Tra i locali del lungomare c'è anche chi ha scelto di adeguare il target del proprio locale in funzione della normativa stessa. “Alle due spegniamo la musica e alle tre il locale chiude -dice Danila Ercole del Marakella sul lungomare Alighieri- preferiamo incassare un po' di meno ma non rischiare incappando in eventuali sanzioni. E poi, alla fine, un po' di riposo non guasta”.






Questo è un articolo pubblicato il 14-06-2010 alle 23:46 sul giornale del 15 giugno 2010 - 3457 letture

In questo articolo si parla di attualità, giulia mancinelli, movida, controlli


O la legge c'è e viene rispettata e controla ta in ogni dove,o viene abrgata.No mezze verità e soliti pasticci all'italiana,perché siamo pasticcioni,disordinati,disinteressati,certi locali facevano la soffiata ai vigili urbani perché il locale di fianco alle 1.01 ancora aveva la musica accesa.Vorrei vedere che succederebbese sul lungomare ci fosse un solo bar.Più varietà di offerta ,più attrativa,più indotto,ma a Senigallia si ha proprio la testa di coccio. Chissenefrega se c'è un ammanco di due consumazioni...perchè l'altro bar non rispetta la legge.Chissenefrega se sono stati somministarti due cocktails in meno.Allora o liberismo totale,o proibizionismo assoluto:Io njon sono per il divieto di alcolici,io sono per la tutela dell'ordine pubblico con controlli nelle zone pedonali e sulla strada.Limite O,2 ml x litro di sangue,così uno aturno si sacrifica e chissà che sacrificio sarà mai, a guidare.Qua pare che si parla di non so quale tragedia totale ed invece si difendono interessi lobbistici.Sono d'accordo,dal momento che L'alcooo è legale,il proibizionismo non serve,ci sarà sempre qualcuno che insiste,il barista non è un pubblico ufficiale.Magri se mettessero musica che se non bevi non ce la fai a stare lì,ti viene lo sconcerto addosso,sarebbe meglio.Divertimento,non intrqattenim,ento,non mercimonio,altrimenti certo che ci sono problemi econom ici.anziché prendersela sui divieti ..sarebbe meglio stare attenti alla qualità dei servizi offerti.Queste sono persone che fanno una ricarica di cinque euro su un cocktail che gli costa cinquanta centesimi!!!perché prendono suoer alcolici di pessima qualità.Che ti fanno pagare una bottiglietta di coca cola 4 euro!!Quanto costa da barzetti aloro,all'ingrosso?

I segretari delle Categorie confcommercio e confesercenti non leggono bene il testo della legge sulla somministrazione bevande alcoliche e super.<br />
Non tutti i locali di Senigallia fanno animazione con musica e quantaltro ,percio' non debbono attenersi alle maglie della legge.<br />
percio' piangete di meno e,lavorate di piu' inventandovi un mestiere che non sia solo mescere un boccale di vino o birra.<br />
Avete imbrattato la nostra bella e ridente Senigallia<br />
in una cloaca a cielo aperto vomito, urina, vetri rotti ,(questo succede anche al centro ma i cronisti li chiudono entrambi gli occhi ,forse dietro suggerimento.... vedi le foto del sig Sindaco all' inaugurazione della'ultimo appuntamento con il bere alla Rocca su V.S.).<br />
ragazzi in evidente stato alcolemico barcollanti ragazze in preda ad un'isterismo dettato dai fumi alcolici .( forse anche qualche drogha /e)<br />
Chiedere al direttore sanitario asur 4 di Senigallia quanti soccorsi debbono prestare .<br />
Questo e'il "LAVORO" per voi segretari confc. confe.?<br />
pensatene un'altra che questa strada non ci portera' da nessuna parte.<br />
anzi ...<br />
Comunque quando ci consigliavate di votare la lista Mangialardi sapevate gia' come la "PENSAVANO"<br />
piangere sul latte versato non ha senso.<br />

Dalle foto su Vivere Senigallia mi sembra che il Sindaco stia brindando con una Pepsi cola...

Quando,sarà la slita frase fatta,ma vera,ci sono famiglie che non arrivano alla fone del mese.Quando,a causa della tutela di interessi di casta, ad aprile stato toccato il nuovo record di debito pubblico,ma da sempre cresce il debito pubblico;al governo socialista si addebita di averlo fatto crescere ai tempi in cui spadroneggiava Gheddafi,anche a livello terroristico,e il prezzo del petrolio era salito a livelli esorbitanti,però era causa del premierato socialista,non del ricatto del petrolio.Imparate l'arte del silenzio,fate i vostri interessi per lo meno in modo più occultato,abbiate un po' di pudore.

Ma quante cazzate mi tocca leggere!!!!!!!!!!!!!!!! <br />

Off-topic

Se ti riferisci alle mie cazzate...chi ti obbliga a leggerle.Tu sei il paladino dei bar del lungomare.Sei gestore di qualche locale?Del Verde Menta?Sembri così tocato da questa cose...e nevrotizzato...hai la coda di paglia e non si capisce perché.io non mi permetto di scrivere cazzate su un giornale.Calmati.

Off-topic

è un messaggio ,il tuo Luca Galli,un pochino troppo agitato,che fa pensare al'intimidazione.Rilassati.Ho già avuto occasione un'altra volta di notare che non sei rilassato ,su questo argomento.Sicuramente sei parte in causa.Hai fatto tu la soffiata per la musica in un altro locale?Io non so nulla,mi hanno detto,molte persone,la stessa cosa...come mai sei così agitato...incivilente agitato.

Concordo sula cloaca.Esperienza di anni,passata.Per me uno puà bere pure un litro di vino rosso,se è educato,civilizzato.A stomaco pieno non fa così male,agli altri.Un litro..75 cl..solo di rosso...di una buona cantina,dopo la cena,non fanno così male a chi non è iper sensibile al'aclcol o gretto dentro.

Vedo che ti piace il melody mecca,come a me,Luca Galli,al Verde Menta mettono la afro,a livello logico..tutto quadra,quello che ho scritto.Di' ai tuoi clienti di non stare in mezzo alla strada quando non vi è isola pedonale.Scrivi con gli stessi toni degli altri.Siamo tutti uguali,gli interessi tuoi non devono essere tutelati più dei miei.Impara un po' di umiltà...non sono contento per niente.




logoEV