Torna il pellegrinaggio a piedi da Jesi a Loreto

mons. gerardo rocconi 16/06/2010 -

Il programma prevede il ritrovo alle ore 20.30 presso la parrocchia Sant’Antonio Abate in contrada Minonna a Jesi, la preghiera comunitaria guidata dal Vescovo alle 20.45 e a seguire, alle 21.15, la partenza per Loreto dove è previsto l’arrivo, dopo 42 chilometri, alle ore 7 del mattino.



Il vescovo Gerardo Rocconi raggiungerà in auto i pellegrini e celebrerà insieme a loro la Santa MessaLa quota di iscrizione è di 3 euro; per il ritorno in pulmann la quota è di 7 euro. Sarà garantita l’assistenza tecnica e sanitaria. Sono consigliate scarpe comode, la torcia e il gilet ad alta visibilità. La camminata-pellegrinaggio a Loreto è stata ideata da don Bruno Gagliardini, sacerdote molto apprezzato in città che ha concluso la sua vita terrena lo scorso 2 giugno.

Vittorio Massaccesi, che da anni partecipa a questa esperienza, così ne ricorda alcuni tratti: “Chi ha un po’ di esperienza di questo pellegrinaggio - oltre 40 chilometri, una vera maratona! - sa che il momento critico, per chi non ha un po’ di allenamento ma si affida soltanto all’entusiasmo, alla preghiera e ai canti condotti dai giovani della diocesi, arriva dopo le Casette di Santa Maria Nuova e, più ancora, dopo Campocavallo.

Guai, arrivati là, a chi si siede, perché chi si siede…è perduto, data la stanchezza alle gambe, ai piedi, e un po’ a tutto il corpo. Chi ci arriva, deve stringere i denti, cantare, pregare e sperare…che la strada si auto-accorci un po’ per pietà dei più stanchi! E quando, dopo l’alba, si intravede la cupola della Basilica, è un po’ come scoprire la terra dell’America di colombiana memoria.”






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 16-06-2010 alle 16:14 sul giornale del 17 giugno 2010 - 4317 letture

In questo articolo si parla di chiesa, attualità, jesi, diocesi di jesi, pellegrinaggio, mons. gerardo rocconi, vescovo di jesi

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/ar