Crisi Hydropro Caterpillar, un'interrogazione alla Giunta regionale

raffaele bucciarelli 24/06/2010 -

Interrogazione a risposta orale urgente in merito al licenziamento di un lavoratore invalido da parte della Hydropro Caterpillar di Jesi.
 



Il sottoscritto Consigliere regionale informato che la multinazionale Hydropro Caterpillar ha proceduto al licenziamento di un proprio dipendente invalido al 75%, impiegato nello stabilimento di Jesi;
verificato che le motivazioni addotte dalla Direzione dello stabilimento per giustificare il licenziamento, riconducibili ad una impossibilità di trovare per il dipendente una mansione compatibile con la sua invalidità e ciò nonostante la disponibilità manifestata dal lavoratore anche a svolgere mansioni di livello inferiore a quello attuale ed alla conseguente diminuzione retributiva, sono state giudicate insufficienti dalle organizzazioni sindacali che hanno proclamato uno sciopero a sostegno del dipendente licenziato;
considerato che il provvedimento adottato dalla Caterpillar appare particolarmente odioso in quanto va a colpire, in un momento di crisi occupazionale fortissima, un lavoratore colpevole solo di essere portatore di una patologia gravemente invalidante, fatto che non renderà sicuramente più agevole la sua ricollocazione lavorativa

interroga il Presidente della Giunta regionale
per conoscere se intenda contattare la Direzione dell'azienda jesina affinchè questa, anche alla luce delle considerazioni sovraesposte, revochi il provvedimento adottato.


da Raffaele Bucciarelli
Consigliere regionale Federazione della Sinistra





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 24-06-2010 alle 17:43 sul giornale del 25 giugno 2010 - 1227 letture

In questo articolo si parla di politica, Raffaele Bucciarelli

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/wm