Trans e prostituzione in appartamento, in manette una brasiliana. Ecco la videonotizia

1' di lettura 24/06/2010 -

Nell'appartamento che condivideva con un trans brasiliano riceva clienti, attirati attraverso annunci ammiccanti su quotidiani, riviste specializzate e free press. In manette è finita una 27enne, anche lei brasiliana, accusata di favoreggiamento della prostituzione.



Ad incastrare la ragazza sono state le indagini dei carabinieri di Marzocca, particolarmente abili nell'entrare in azione al momento giusto e vagliare tutte le condizioni per la costituzione del reato. La “semplice” prostituzione infatti non è reato. È reato invece lo sfruttamento della prostituzione. Affittare un appartamento e condividerlo con chi si prostituisce (come nel caso in questione) costituisce reato ed ha così offerto l'occasione ai militari della compagnia di Senigallia di entrare in azione. L'indagine è iniziata un paio di mesi fa, prendendo spunto da diversi annunci pubblicati su giornali e riviste decisamente inequivocabili.

“Per la prima volta a Senigallia bella andalusa, corpo mozzafiato con sorpresa...”. Il riferimento ovviamente era all'attività di meretricio praticata da A.F., 32 anni, transessuale brasiliano, che condivideva l'affitto dell'abitazione sul lungomare Mameli, all'altezza di Cesano, intestato a L.E., la connazionale 27enne. I due ricevevano in casa numerosi clienti, molti dei quali richiedevano proprio le “prestazioni” del trans. I suoi clienti erano “insospettabili” senigalliesi e non (provenienti anche da varie città della provincia), padri di famiglia, di età compresa tra i 30 e 45 anni. I due accoglievano i clienti nudi o in lingerie succinta, come la momento del blitz dei militari che ha portato all'arresto della ragazza, risultata poi anche non in regola con il permesso di soggiorno, con l'accusa di favoreggiamento della prostituzione.










Questo è un articolo pubblicato il 24-06-2010 alle 18:25 sul giornale del 25 giugno 2010 - 6542 letture

In questo articolo si parla di cronaca, prostituzione, giulia mancinelli, arresto, trans

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/wT


Credo sia importante sensibilizzare e informare i cittadini sul significato dell'attività di contrasto, da parte delle Forze dell'Ordine, dello sfruttamento della prostituzione.<br />
Dietro all'eidolon bonario del "mestiere più antico del mondo" - ed al proliferare caleidoscopico e falsamente ingenuo di annunci espliciti - si nasconde, quasi sempre, un insospettabile mondo fatto di miseria, sfruttamento e violenza difficilmente immaginabili.

Daniele Verdi

Commento sconsigliato, leggilo comunque

Ognuno è libero se vuole di pagare a chi offre prestazioni. Basterebbe che pagassero le tasse, come tutti, non capisco lo stato

E perchè?<br />
Ci sono anche i bisessuali.<br />
<br />
E soprattutto c'è chi va con chi je pare.<br />
<br />
"Bisogna scegliere"....Ahahahahahah, magari bisogna pure comunicarlo all'ufficio del registro in carta da bollo...