Ampliamento dell'A14 e complanare: consegnati i lavori del IV lotto

Maurizio Mangialardi 12/07/2010 -

Sono stati ufficialmente consegnati lunedì mattina alla ditta esecutrice i lavori del IV lotto dell’ampliamento autostradale nel nostro territorio, quello riferito al tratto da Senigallia ad Ancona nord.



Anche in questo caso, come per il già avviato terzo lotto che si riferiva invece al tratto Senigallia-Fano, la ricaduta sul nostro territorio consisterà nella realizzazione della terza corsia autostradale e soprattutto della bretella sud della complanare, quella destinata a partire dal nuovo casello in costruzione per giungere fino in località Ciarnin, comprendendo anche il viadotto del Morignano.

“La consegna odierna dei lavori del IV lotto – ha dichiarato il Sindaco di Senigallia, Maurizio Mangialardi – è l’occasione per riconfermare la piena soddisfazione dell’Amministrazione Comunale, poiché si sta a questo punto profilando nella sua interezza l’intero tracciato della complanare. È il caso di sottolineare, al riguardo, come le operazioni del terzo lotto stiano procedendo a ritmi molto serrati con lavori che ormai interessano tutto il settore nord della città, tanto che nei prossimi giorni si attiverà il primo, vero cantiere che insiste direttamente sul nostro territorio, cioè quello della rotatoria tra la Strada della Marina e via Mattei. Si tratta di un intervento di particolare rilevanza per l’aggancio a nord sulla complanare, ma che per noi significa soprattutto la possibilità di dare una risposta molto importante alla cittadinanza, dal momento che quella strada aveva assoluto bisogno di un sistema rotatorio per fluidificare il traffico esistente e al tempo stesso abbattere il rischio di incidenti pericolosi, come quelli purtroppo avvenuti in passato.”

“Il lungo processo intrapreso con l’ideazione della complanare – aggiunge il Sindaco Mangialardi – segna dunque oggi, con la consegna dei lavori del IV lotto, l’avvio ufficiale dell’ultimo tassello. Questa grande opera pubblica può dirsi ormai in avanzata fase di realizzazione e ci consentirà nei prossimi anni di poter avere un tracciato viario in grado di bypassare l’intera città, fornendo al tempo stesso utili occasioni di aggancio con il tessuto antropizzato. Questa straordinaria possibilità di intercettare il traffico per mantenerlo lontano dal centro abitato permetterà alla nostra Amministrazione di assumere ulteriori scelte, in materia di mobilità leggera e sostenibile, sempre con l’obiettivo finale di sollevare definitivamente e in maniera radicale dal traffico pesante tutte le principale arterie cittadine, dalla Statale Adriatica a Viale IV Novembre, da via Cellini a via Mattei, solo per citarne alcune.”

“Ci conforta anche il fatto – conclude il Sindaco Mangialardi – che i lavori del terzo lotto stanno procedendo nel migliore dei modi e con grande attenzione da parte dell’impresa esecutrice. Esistono naturalmente alcuni inevitabili disagi per i cittadini che risiedono nelle zone interessate dalle operazioni, ma stiamo costantemente cercando di minimizzarli e siamo sempre a disposizione per trovare le migliori soluzioni praticabili per alleviarli. Nel frattempo, però, sono lieto che la rapidità di esecuzione dell’intervento in corso sia tale da lasciar attualmente prevedere una conclusione dei lavori anticipata di addirittura sei mesi rispetto alla scadenza contrattuale del luglio 2012. In altre parole, se si continuerà a procedere di questo passo, nell’intera zona nord di Senigallia terza corsia e complanare potrebbero essere concretamente disponibili fin dall’inizio del 2012.”






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 12-07-2010 alle 15:34 sul giornale del 13 luglio 2010 - 3255 letture

In questo articolo si parla di attualità, comune di senigallia, senigallia, a14, autostrada A14

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/7D


Davvero, visto che la Complanare si doveva fare, non capisco perchè non hanno voluto realizzare le rotatorie di innesto anzichè quegli assurdi incroci a "T".<br />
Non ho ancora sentito la benchè minima spiegazione di questo fatto, ed è....snervante: se non volevano rendere troppo "confortevole" l'uso della complanare, bhe tanto valeva non farla.

Giacomo

Commento sconsigliato, leggilo comunque

Io invece mi chiedo, anzichè fermarsi alla strada della Marina potevano proseguire fino a via della Bruciata. Misteri senigalliesi.

Per me che sono una delle coinvolte negli espropri, l'unica cosa che mi chiedo è come mai, a tutt'oggi, la società autostrade non ci ha ancora fatto sapere nulla in merito alla rivalutazione che abbiamo chiesto. Eppure, stando al tecnico della società autostrade, il terreno a noi avrebbero dovuto togliercelo ad aprile dello scorso anno. Inoltre, considerando che sul mio terreno sorge la ditta di mio fratello, che x 25 anni è stata di mio padre, restando così in sospeso non abbiamo idea di che fine farà la stessa...e con la ditta di mio fratello tira avanti la mia famiglia e quella di mia sorella. E nonostante i numerosi incontri all'allora assessore comunale e oggi nostro sindaco, nulla si è mosso, nemmeno per un'eventuale ricollocazione della ditta, nonostante le 1000 promesse ricevute dal comune (e quindi da Mangialardi). Complimenti davvero...