Monte San Vito: rifiuti urbani, il Gloria Sordoni replica ai sindacati

Gloria Anna Sordoni 2' di lettura 04/08/2010 -

In merito al comunicato stampa rilasciato da Fit-Cisl-Marche, avente ad oggetto il futuro gestionale del servizio di igiene urbana del Comune di Monte San Vito, corre l’obbligo di puntualizzare alcuni aspetti della questione, primo fra tutti, quello relativo alla complessità normativa che contraddistingue da sempre questa materia.



Precisato che per il servizio testé richiamato l’affidamento a nuovo gestore tramite gara di appalto costituisce non già sorte specifica del servizio monsanvitese, bensì iter procedurale che interessa anche e in eguale misura i comuni di Chiaravalle, Camerano e Montemarciano (quindi altri tre comuni), non ci si può esimere dal considerare nella sua interezza il quadro legislativo di riferimento: la circostanza di un criterio che si vorrebbe “improprio” non può essere dedotta sulla base di una mera estrapolazione di dati normativi parziali, che, in quanto tali, impediscono una valutazione approfondita dell’argomento, rivelandosi altresì inadatti a motivare le contestazioni mosse in ordine alle procedure previste per la messa a gara del servizio.

A rafforzare la necessità di intervenire sulla scorta delle presenti considerazioni, comunque ritenute fondate nel merito, è anche il clima di singolare e stagnante tensione che affligge la comunità monsanvitese: le vicende post-elettorali che hanno interessato e tutt’ora continuano ad interessare la vita amministrativa del Comune di Monte San Vito, da subito divenute facile pretesto per gli intenti polemici di chi nei fatti ha ostacolato per un intero anno l’azione amministrativa della neo-maggioranza, costituiscono ancora adesso il sostrato di un tessuto comunitario lacerato.

Nel sottolineare come pertanto sia opportuno non generare allarmismi o sospetti infondati in seno ad una comunità già segnata dalle tante e inutili polemiche cui si è fatto riferimento, si ricorda altresì come l’Amministrazione uscente abbia sempre prestato la massima attenzione anche al servizio della gestione dei rifiuti, consapevole di come e quanto il servizio in questione pesi sulla qualità della vita sociale-urbana dei cittadini (da ricordare, per inciso, anche il lavoro che con puntualità è stato svolto in ordine alla promozione e diffusione della “differenziata”, rispetto alla quale le percentuali monsanvitesi mostrano un palese successo).






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 04-08-2010 alle 19:42 sul giornale del 05 agosto 2010 - 1122 letture

In questo articolo si parla di rifiuti, politica, monte san vito, Gloria Anna Sordoni

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/aXJ





logoEV