Vacanze al mare (e non solo) per gli jesini

valeria pandolfi 2' di lettura 04/08/2010 -

Manca poco a Ferragosto e come ogni anno le città in questo periodo si svuotano e Jesi non è da meno. Ma quali sono le mete preferite degli jesini per le vacanze estive? Lo abbiamo chiesto a chi lavora nelle agenzie viaggi della città.



"E' abbastanza difficile dire se c'è una meta favorita -riferisce Mara Martinovich dell'agenzia viaggi Incontri Europei- le persone sono diventate più attente, non seguono la moda ma danno sfogo a ciò che più piace loro." In effetti con la sempre più spiccata diffusione della tecnologia e di Internet, è raro che non ci si informi direttamente da casa sulle località dove trascorrere le tanto attese vacanze estive. "Il turista ora è più un viaggiatore- spiega la Martinovich- ha una serie di idee già formate, anche in base al budget economico di cui dispone, il cliente arriva in agenzia meno sprovveduto e più deciso."

Ma in concreto quali sono le destinazioni più gettonate dagli jesini? "Di tutto e di più- scherza la direttrice generale di Incontri Europei- dalle classiche località balneari, Sardegna in testa, a quelle più svariate e alternative: non solo mare cioè, ma anche città. Vanno molto Irlanda e Inghilterra, poco Spagna, Grecia e Croazia, che rimangono comunque le preferite dei giovani. Molte richieste anche per i viaggi organizzati in pulmann o in crociera: le persone amano parteciparvi."

Dunque Grecia e Spagna le più quotate dai giovani "soprattutto per i costi abbordabili -spiega Valeria Pandolfi dell'agenzia viaggi Blu Vacanze- isole Baleari, costa Brava in Spagna; Ibiza, Mykonos, Creta e Rodi per la Grecia. I ragazzi scelgono in particolare in base al budget a disposizione, non sempre elevato, e preferiscono soggiornare nei residence anzichè negli hotel. In Italia le mete più frequenti sono Sardegna e Puglia." Solo mare quindi? "No, anche città europee come Praga, Amsterdam e Barcellona sono gettonate e, nel caso di Barcellona, non tanto per il mare, quanto proprio per visitare la città".

Maria Laura Morganti dell'agenzia viaggi Federico II ha notato come quest'anno vadano molto "Malesia e Thailandia come mete a lungo raggio, Spagna e Grecia se si vuole rimanere in Europa, meno richiesta per i Caraibi, anche forse a causa del periodo climatico che non è dei migliori ora come ora. Chi rimane in Italia preferisce soggiornare in Puglia e in Calabria, pochi vanno in Sardegna."

Dunque nonostante la crisi non si rinuncia a partire e in base alle possibilità economiche non resta che scegliere la località preferita dove trascorrere qualche giorno di relax e divertimento.








Questo è un articolo pubblicato il 04-08-2010 alle 14:53 sul giornale del 05 agosto 2010 - 2590 letture

In questo articolo si parla di attualità e piace a jeje87

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/aWH





logoEV