Il prefetto Orrei: 'Senigallia è sicura ma attenti a droga e alcol tra i giovani'

paolo orrei e maurizio mangialardi 1' di lettura 02/09/2010 -

Prima visita a Senigallia del nuovo prefetto di Ancona, Paolo Orrei, che ha incontrato il sindaco Maurizio Mangialardi.



Orrei ha lasciato la prefettura di Pescara per fare ritorno nel capoluogo dorico dove aveva coperto, nel 2004, l'incarico di vice prefetto.

Collaborazione e coordinamento tra le forze dell'ordine fanno di Senigallia un'eccellenza regionale - ha detto il sindaco Mangialardi - ciò emerge soprattutto in occasione degli appuntamenti estivi quando a Senigallia si registra una maggiore affluenza di persone e il lavoro delle forze dell'ordine per garantire la sicurezza assume grande importanza”.

Qui vi è un rapporto privilegiato tra polizia e carabinieri con i vigili urbani e il corpo dei vigili del fuoco che consente di evitare la dispersione di forze tutto nell'interesse dei cittadini. - ha sottolineato Orrei - Senigallia è attenta alle problematiche della sicurezza come dimostra tra l'altro la sottoscrizione al progetto “Mille occhi sulla città”.

Il bilancio di questa estate è stato positivo e non si sono registrati casi eclatanti di violenza urbana - ha aggiunto il prefetto. Continua invece il pugno di ferro verso i locali che somministrano alcolici ai minori. “E' necessario educare i giovani perchè migliorino la nostra società ed in questo anche la famiglia ha un ruolo importante, - ha affermato Orrei - bisogna inculcare ai ragazzi la mentalità del non-bere perchè troppo alcol fa male". In questo senso il prefetto ha detto che "è giusto sorvegliare la somministrazione di alcolici ed è giusto puntire chi non rispetta le norme".








Questo è un articolo pubblicato il 02-09-2010 alle 20:10 sul giornale del 03 settembre 2010 - 1392 letture

In questo articolo si parla di attualità, maurizio mangialardi, francesca morici, senigallia, prefetto, paolo orrei

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/bKm


"- ha affermato Orrei - bisogna inculcare ai ragazzi la mentalità del non-bere perchè troppo alcol fa male". In questo senso il prefetto ha detto che "è giusto sorvegliare la somministrazione di alcolici ed è giusto punire chi non rispetta le norme"."<br />
Lo spaccio di sostanze stupefacienti tipo cannabis o cocaina o altre invece e' liberamente ammesso?<br />
Non ci sembra che Senigallia sia esente da questo fenomeno,se minori di anni 16 comperano "liberamente"<br />
di tutto dalla mattina, prima di entrare a scuola ,alla notte inoltrata ,senza che nessuno intervenga<br />
mi /ci lascia alquanto perplesso/i.<br />
Anziche' rilasciare permessi di soggiorno<br />
agli informatori, che non informano,anzi deviano facendo arrestare piccoli pesci. <br />
Sarebbe ora che si intervenisse in maniera decisa<br />
nell'affrontare questa piaga.<br />
Deciso Sig.Prefetto intervento deciso.<br />
Buon Lavoro<br />




logoEV