Durpetti, Gestiport: 'Il nuovo porto approdo turistico e culturale'

Furio Durpetti 12/09/2010 -

Il nuovo porto di Senigallia punta a diventare l'approdo turistico dell'Adriatico. Ma non solo. L'infrastruttura sarà anche centro propulsore di attività culturali. La Gestiport, la società pubblico-privata che gestisce il porto senigalliese, promuove il piano particolareggiato del nuovo porto approvato proprio l'altro dalla Regione Marche e che dà il via libera alla rivoluzione dello scalo sengalliese.



La variante urbanistica, strettamente connessa ai risvolti infrastrutturali legati alla riqualificazione dell'area ex Sacelit-Italcementi, consentirà al porto di introdurre e potenziare attività oggi inesistenti o ridotte.

Novità assoluta sarà la creazione di un lungo molo, o meglio di una passeggiata sul molo, che sarà arricchita di servizi. In particolare sono previste attività commerciali come edicole e baracchine dei pescatori per la vendita del pesce. Ecco allora che il sogno di molti amanti del mare di passeggiare lungo il molo fermandosi magari per comprare il giornale, fare colazione o gustare un cartoccio di pesce appena pescato e cotto, sta per diventare realtà.

Si tratta di un progetto che pone il porto di Senigallia all'avanguardia su tutto il panorama nazionale e apre nuovi scenari turistici. “Il piano particolareggiato del porto avrà effetti positivi anche sul diportismo -spiega il presidente della Gestiport Furio Durpetti- già quest'anno, per il solo fatto di aver realizzato l'escavo del fondale, abbiamo registrato più di cento transiti di imbarcazioni che sono entrate nel nostro porto e si sono fermate. È un dato che non è neanche paragonabile a quelli degli anni passati. Questa è la strada giusta da seguire per collocarci stabilmente su un nuovo segmento turistico. Del resto il porto di Senigallia è unico perchè è dentro la città e al suo suggestivo centro storico. Solo i porti della costa croata o di Venezia possono sono paragonabili”.

Altro obiettivo che ora non è più irraggiungibile e strategico per il turismo di mare è l'ottenimento della Bandiera Blu per gli approdi turistici. “Questo ambito riconoscimento è sempre più vicino -aggiunge Durpetti- già quest'anno, con i lavori eseguiti, abbiamo migliorato notevolmente la qualità degli spazi e dei servizi. Vogliamo però tutelare il nostro porto anche da un punto di vista ambientale e per questo ci siamo organizzati anche sul fronte del pronto intervento nel caso di fuoriuscite di benzina”.

Altra novità pensata per il porto riguarda la creazione di attività culturali. “Già quest'anno abbiamo sperimentato alcune iniziative come il cinema sotto le stelle o concerti durante la Notte della Rotonda, e su questa strada vogliamo proseguire -annuncia il presidente della Gestiport- vogliamo valorizzare tutte le attività, dalla cantieristica alla nautica, dalla pesca al diportismo”.

Dal punto di vista strutturale il porto subirà un notevolmente ampliamento della darsena grazie alla vendita delle barche del navalmeccanico. Dopo oltre trent'anni di attesa l'area sarà finalmente sgomberata aprendo la strada a nuovi lavori di ampliamento che porteranno i posti barca dagli attuali 300 a circa 400.






Questo è un articolo pubblicato il 12-09-2010 alle 10:33 sul giornale del 13 settembre 2010 - 3147 letture

In questo articolo si parla di giulia mancinelli, politica, furio durpetti, durpetti

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/b2Q


Ma i 300 posti includono i pescherecci?<br />
Oppure si parla di barche di piccolo cabotaggio?<br />
Perchè al momento attuale mi sembra strano che possano stare 300 barche nel nostro porto, e anche "affondando" l'intero navalmeccanico la vedo molto dura recuperare ben 100 posti in più: Senigallia mi pare abbia e avrà un porto ben piccolo, a meno di espandersi ancora in mare aperto.<br />
Mi piacerebbe vedere pubblicato a breve il progetto finale, con l'ipotesi di ingombro dei vari natanti previsti.<br />
Il resto (apertura di spazi nel porto) è un'ottima idea, da realizzare al più presto magari con strutture di legno, che permettono di avere già qualcosa la prossima estate.<br />
Saluti

Fabio Gresta

Commento sconsigliato, leggilo comunque

Fabio Gresta

Off-topic

Posso sapere perchè il mio articolo è sconsigliato alla lettura?

Off-topic

Gentile Fabio, per poter commentare è necessario registrarsi.<br />
Chiunque potrebbe scrivere un commento e firmarlo con il suo nome altrimenti.<br />