Liste Civiche: 'Nuovo ospedale, inutile piangere sul latte versato'

ospedale 2' di lettura 15/09/2010 -

Noi sapevamo che sarebbe finita così. Per questo ci siamo battuti contro tutto e tutti, con tutti i mezzi legali a disposizione. Ora è troppo tardi per pensare di recuperare la situazione. Due sono le strategie che indichiamo: 1. petizione di firma popolare di massa vera e sentita e ricorso contro il mancato avveramento del progetto presentato e richiesto; 2. realizzare con un privato un ospedale per la zona nell’ex Muzio gallo.



Le cause dell' indegna fine dell’ospedale di Osimo, Osimo – Castelfidardo e della bassa valle del Musone sono tante, ma sicuramente nella fase finale degli ultimi 10 anni è la mancata vera compartecipazione alla difesa del progetto di San Sabino da parte degli altri Comuni, in testa Loreto e Castelfidardo.

Il Comune di Osimo è stato lasciato solo prima per disbrigare la matassa giudiziaria e poi per trovare una soluzione per far ripartire il progetto (project financing). Ma grave è stato il comportamento finale invece di fare scudo sull’unico sito sui cui formalmente Regione e Asur si erano impegnati e non potevano tirarsi indietro si sono lasciati andare a scelte senza fondamento (per tutte l’Acquaviva) che hanno totalmente indebolito la posizione unitaria dell’ambito dei Comuni interessati, offrendo un assist alla Regione e a chi non voleva realizzare più l’ospedale di rete della bassa valle del Musone.

Dove sta il PD della zona, che ha sempre difeso a scendiletto le posizioni della Regione dando credito anche all’ipotesi dell’ospedale / Inrca all’Aspio? Dove sta l’ex Sindaco di Castelfidardo, ing. Catraro che durante l’ultima campagna elettorale per le regionali sparava a zero contro il Comune di Osimo e il suo ex Sindaco, rei di aver troppo difeso l’ospedale a San Sabino? Dove stanno tutti coloro che da pensiero debole non hanno mai sollevato una posizione contraria alla lenta dismissione dell’ospedale di Osimo? Dove stanno i direttori di Zona che hanno firmato accordi mai mantenuti? Dove sta il dott. Cossignani intento a fare campagna elettorale e curare le mostre di malacologia invece di difendere l’ospedale di Osimo?

Noi sapevamo che sarebbe finita così. Per questo ci siamo battuti contro tutto e tutti, con tutti i mezzi legali a disposizione. Ora è troppo tardi per pensare di recuperare la situazione. Due sono le strategie che indichiamo: 1. petizione di firma popolare di massa vera e sentita e ricorso contro il mancato avveramento del progetto presentato e richiesto; 2. realizzare con un privato un ospedale per la zona nell’ex Muzio gallo. Credeteci si può!

Gruppo Liste civiche






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 15-09-2010 alle 21:06 sul giornale del 16 settembre 2010 - 3570 letture

In questo articolo si parla di ospedale, politica, osimo, castelfidardo, loreto, liste civiche

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/cbb





logoEV