Ostra: lista NOstra, 'Il paese è orfano del suo sindaco'

Mori mansanta Nostra 21/09/2010 -

Un saggio del VII secolo sosteneva che la verità è nel futuro. Con ciò voleva dire che è possibile interpretare ogni azione in vista del fine che si è programmato. Molto spesso, questo fine a noi non è ben chiaro e perciò dobbiamo procedere per tentativi.



Considerando che il fine ultimo che il sindaco Olivetti si è programmato è quello di essere un buon amministratore, a breve vedremo realizzati i numerosi progetti presentati in campagna elettorale, in particolare la nuova scuola e non ultima una nuova palestra per la scuola elementare.

Ma ragionando per assurdo, poniamo il caso che il sindaco si sia prospettato di partire da questo incarico per crescere politicamente, cioè con l’ambizione di ricoprire in futuro cariche ben più prestigiose, lo scenario si allontana da quello che prima presentavamo. Se così fosse il sindaco si occuperebbe d’ora in avanti di molte cose che poco c’entrano con il suo incarico istituzionale, tipo ricercare continuamente di essere sui giornali, tipo attaccare cinicamente settori essenziali alla comunità, tipo deviare l’attenzione della cittadinanza su operazioni estranee alla vita amministrativa ostrense per nascondere la sua inoperosità.

Questo lo diciamo seguendo un ragionamento per assurdo, e consideriamo di essere nel torto quando, leggendo ogni giorno sui giornali di Olivetti che attacca tutti, pensiamo ad un uomo in cerca di popolarità. Se la stessa grinta che il sindaco mette in queste operazioni la impiegasse per amministrare, Ostra sarebbe un altro paese e noi non staremmo qui a parlare di un avvocato che gioca a fare Sherlock Holmes, anziché il sindaco, come da mandato.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 21-09-2010 alle 12:41 sul giornale del 22 settembre 2010 - 3908 letture

In questo articolo si parla di politica, ostra, moris mansanta, partito democratico, nostra, lista civica NOstra

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/cmL


Siccome ragioni per assurdo quello che dici non corrisponde al vero, quindi stai tranquillo e rilassati; olivetti sta facendo il proprio dovere egregiamente

Olivetti è un avvocato, è un uomo "arrivato" e non ha certo bisogno di fare il sindaco come qualcun altro la cui unica ambizione è quella di "crescere politicamente" non avendo capacità e forza di crescere in altri modi.

benvenuto

Commento sconsigliato, leggilo comunque

TERTIUM NON DATUR?<br />
Visto l'elevato livello culturale dell'intervento della Lista civica NOstra, non potevo non tentare di iniziare con una dotta citazione: non c'è una terza ipotesi?<br />
Non vorrei fare l'avvocato di un avvocato (porta male), ma quello che ho visto e sentito in questi mesi sulla vicenda Asur 4 non è che mi sia piaciuto molto, quindi mi sento di spezzare una lancia, magari piccola, a favore del sindaco di Ostra.<br />
Sempre ragionando per assurdo, per ipotesi, non è possibile che Olivetti stia facendo (o tentando di fare) il suo dovere da sindaco e che questa "bagarre" contro l'Asur 4 rientri nei suoi doveri istituzionali? Se, sempre ragionando per assurdo, le decisioni che si stanno prendendo nei piani alti dell'Asur, non tenessero conto a sufficienza dei disagi che queste potrebbero provocare a città come Ostra, Ostra Vetere (ma anche Barbara, Ripe, Corinaldo, e non ultima la stessa Senigallia) chi dovrebbe fare qualcosa per cercare di salvare il salvabile, l'ultimo dei cittadini o il primo?<br />
Quindi: non sarà mica che l'avvocato che dovrebbe fare il sindaco ma invece gioca a fare Sherlock Holmes, ha visto la vittima e l'omicida?<br />
La verità è nel futuro ...

Mi riferivo agli oppositori di Olivetti.<br />
Ma, in effetti, il discorso poteva valere anche per Bello, il quale, però, a differenza degli oppositori di Olivetti, è uno che, quando si presenta alle elezioni, vince.

...si vede che non ho più tanto tempo per leggere i giornali, perchè tutte queste comparse del sindaco sulla stampa non l'ho vista.<br />
Cartacea, intendo.<br />
Su quella online, bhe ci vuol poco: io per queste poche righe sto impiegando 2 minuti.<br />
in una giornata di 24 ore aivoglia quante cose potrei scrivere...