Ripe: amministrazione su arresto maestro, 'La vicenda richiede discrezione'

prostituzione su internet 1' di lettura 16/10/2010 -

L'amministrazione comunale di Ripe e la dirigenza didattica dell’Istituto Comprensivo di Ripe intervengono in merito alla vicenda dell'arresto del maestro elementare.



In merito ai recenti fatti che hanno coinvolto un maestro della scuola primaria di Ripe, ci preme sottolineare che siamo di fronte ad una vicenda che richiede discrezione e una particolare attenzione nel reperire notizie ed informazioni. La scuola, tanto più nel percorso delle elementari, è un luogo che deve rimanere protetto ed estraneo a quanto accaduto; i fatti su cui sono mosse le accuse al maestro Luca Freddi avvengono in luoghi e in momenti della vita distanti e diversi da quelli scolastici.

Si tratta di fatti che attengono esclusivamente alla sfera privata del docente e che non riguardano in alcun modo la sua attività professionale a proposito della quale, peraltro, non può essere fatto alcun rilievo. Nel suo percorso lavorativo Luca Freddi è stato un insegnante che ha dimostrato competenze e professionalità e non ha mai dato segnali che potesse essere coinvolto in vicende come quelle che gli vengono contestate.

L’Istituzione Scolastica e l’Amministrazione Comunale auspicano che la scuola elementare possa continuare a lavorare nel clima di serenità che l'ha sempre contraddistinta e secondo un offerta didattica di qualità a cui contribuiscono tutti gli insegnanti e chiedono di essere tutelate da qualsiasi esposizione mediatica che possa danneggiare la loro rispettabilità. L’esercizio del diritto di cronaca si deve declinare in un’informazione misurata che non turbi la sensibilità di tutti coloro che, soprattutto i bambini, vivono il disagio di un momento difficile e delicato come questo.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 16-10-2010 alle 16:50 sul giornale del 18 ottobre 2010 - 2408 letture

In questo articolo si parla di scuola, attualità, prostituzione, internet, ripe, comune di ripe, sesso, web

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/dnA


Si deve sta discreti perchè la giustizia e le indagini devono far il loro corso, non perchè il tipo in pubblico sembrava avere una buona condotta. Ma nel frattempo non si fa finta di niente.




logoEV