'Prossima fermata: Italia', un contributo da Senigallia

matteo renzi 1' di lettura 04/11/2010 -

Da venerdì 5 a domenica 7 novembre si terrà a Firenze l’evento del Partito Democratico “Prossima fermata: Italia”, organizzato dal Sindaco di Firenze Matteo Renzi e dal Consigliere della Regione Lombardia Giuseppe Civati.



Sarà un’occasione per discutere di alcuni temi che vorremmo riportare al centro del discorso politico: ambiente e impresa, lavoro e stili di vita, riforma della politica e della giustizia, accesso al credito e alla casa, cultura e infrastrutture. Nelle scorse settimane tanti iscritti al Partito Democratico e semplici cittadini hanno inviato, da ogni parte di Italia, il proprio contributo per fare proposte o per portare esempi di buone pratiche sparse sul territorio su cui ci confronteremo tutti insieme.

Anche Senigallia si sta organizzando per portare, nella giornata di sabato 6, il proprio contributo a un evento che non vuole “rottamare” le persone, ma un vecchio modo di concepire e fare politica e per aprire la strada alla “Terza Repubblica”. Chiunque sia interessato a partecipare o per avere maggiori informazioni può inviare un’email all’indirizzo: prossimafermatasenigallia@gmail.com. Per ulteriori informazioni sull’evento si può consultare il sito: http://www.andiamooltre.it/firenze/






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 04-11-2010 alle 19:32 sul giornale del 05 novembre 2010 - 2314 letture

In questo articolo si parla di politica, pd, firenze, matteo renzi

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/d4u


Da tenere d'occhi questo giovanissimo Sindaco di Firenze, Matteo Renzi. Si e' distinto per essere il Sindaco piu' amato d'Italia...Segno che il suo lavoro e' stato ottimo e che l'opinoone pubblica lo ritiene all'altezza dei compiti a lui assegnati.
Sono convinto che ne sentiremo parlare presto in termini piu' che positivi...Emminenze grigie, anziani burattinai con il fondoschiena a ventosa permettendo del suo partito.

Se Renzi è il sindaco di Firenze lo si deve al fatto che ci sono state le primarie, altrimenti il candidato sarebbe stato calato dall'alto e non sarebbe stato certo lui. Bisogna imporre la cultura delle primarie a tutti i livelli!!!!!




logoEV