A Filetto un pomeriggio dei ricordi con sindaco e vescovo

mangialardi orlandoni 05/11/2010 -

Per domenica 7 novembre il Circolo ACLI di Filetto di Senigallia ha organizzato un appuntamento dal titolo “Il pomeriggio dei ricordi”, nell’ambito del quale verrà presentato il libro di Arcangelo Valeri “Santa Maria del Filetto – Il territorio e i suoi parrocchiani”.



Nell’occasione sarà anche effettuata la cerimonia di inaugurazione della restaurata tela “Madonna con bambino”. L’appuntamento avrà inizio alle ore 15,30 e sarà condotto da Franco Porcelli, Presidente del Circolo di Iniziativa Culturale “Sestante”, mentre il compito di presentare il libro sarà affidato a Marco Moroni del Dipartimento di Scienze Sociali (Facoltà di Economia” dell’Università Politecnica delle Marche.

La giornata sarà poi ulteriormente qualificata dalla prevista partecipazione del Sindaco di Senigallia, Maurizio Mangialardi, e di ben due vescovi: Mons. Giuseppe Orlandoni della Diocesi di Senigallia e Mons. Gerardo Rocconi della Diocesi di Jesi (quest’ultimo fu infatti parroco della parrocchia di Santa Maria del Filetto).






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 05-11-2010 alle 13:40 sul giornale del 06 novembre 2010 - 3032 letture

In questo articolo si parla di attualità, comune di senigallia, maurizio mangialardi, giuseppe orlandoni, senigallia

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/d45


A me (ed alla Diocesi di Senigallia) risulta che i frequentanti la messa festiva, siano l'8,93% dei cittadini residenti nella frazioncina del Filetto.
Se nel 1999 erano 186 cittadini a frequentare la messa, su un totale di 960 (19,38%), nel 2009 pare che solo 67 abitanti su 750, abbiano piacere di frequentare la "casa di dio" della frazione. Un calo di fedeli pari al -10,44% in 10 anni. Peraltro la parrocchia del Filetto ha il peggior dato in tal senso, con appunto solo 8 persone su 100 che partecipano. Ora, a prescindere dall'evidente emergenza diocesana dell'esodo dei fedeli verso pratiche domenicali piu' soddisfacenti come per esempio, il portare a spasso il cane, andare a tirar di schioppo qualche lepre o fare le lasagne, bisogna rilevare come la parrocchia del Filetto, insieme a tutte le altre parrocchie della Diocesi, sia frequentata perlopiu' da bambini che vanno dai 6 ai 13 anni e da over 60, con un livello di istruzione sostanzialmente elementare. Detto tutto cio', mi chiedo se il buon Sindaco Mangialardi, come massimo rappresentante delle istituzioni cittadine non abbia da impiegare un po' meglio il suo tempo, anziche' "ricordare" i bei tempi andati della parrocchia del Filetto. Perche' francamente, l'impiego di forze, risorse ed energie per ristrutturare tele, presentare libri e presenziare cerimonie, in chiese destinate all'estinzione di fatto (-10% in 10 anni significa che tra 10 anni non ci sara' piu' nessuna parrocchia da aprire la domenica), potrebbe essere impiegato per cose moooolto piu' importanti e laiche, no? Per esempio...Dov'e' il Testamento Biologico, approvato gia' in sede consigliare? Sara' mica il caso di metterci mano anziche' andare a zonzo per chiese deserte, a braccetto con le istituzioni eclesiastiche?

Credo che il Sindaco abbia il sacrosanto diritto di andare al Filetto piuttosto che portare a spasso il cane o andare a tirar di schioppo o a fare le lasagne. I numeri che citi sono campati per aria così come le patetiche deduzioni che ne trai. Vacci anche tu domenica al Filetto e vedrai che la Chiesa sarà piena di gente, alla faccia tua

Aggiusta il tiro e vola basso Ceppo.

1- Il Sindaco rappresenta un'istituzione che in quanto pubblica e' anche laica. Egli ha tutto il diritto di andare a presenziare le catto festivalate che ritiene piu' opportuno presenziare e NESSUNO, io men che meno, puo' vietarglielo. Cio che c'e' scritto nel mio commento e' piu' che altro un'esortazione, a far cose piu' importanti, ad impiegare risorse in modo migliore, ad utilizzare le sue energie per tutti ed in modo costruttivo.

2- I numeri che fornisco non sono campati affato per aria. Soprattutto perche' non li cito io MA LI CITA LA STESSA DIOCESI DI SENIGALLIA. Alla tua di faccia quindi, ti invito ALLA VERIFICA, su questo sito: http://www.diocesisenigallia.it/frequenza%20messe%20festiva%202009/Frequenza%20alla%20messa%20festiva%202009.pdf
Se quindi io riporto cifre "campate per aria", e' la stessa diocesi che lo fà. ENTIENDES!?

3- Caro il mio bel addormentato nel bosco, quando ti sveglierai dal letargo che pervade piu' la tua mente che il tuo corpo a questo punto, mi auguro che saprai scindere e cernere chi ti conta balle da chi invece prima di parlare, si prende almeno la briga di INFORMARSI. Vista la tua attenzione, ti raccomando inoltre di stare oltremodo attento a cio' che ti succede intorno. Non vorrei che qualcuno ti rubasse le mutande, senza toglierti i calzoni.

ma te lo sai quanti voti hanno dato gli abitanti del filetto ( ti ricordo che sempre di senigalliesi si tratta)al Sig. Mangialardi??????
Capisco che il Sindaco è attaccabile su tutti i fronti e in parte condivido, ma il Filetto e la sua parrocchia non si tocca!!!

Ilbarone, dici che sia per una questione di voti?
Io non penso, ma nel caso in cui avessi ragione, sarebbe oltremodo triste ed avvilente, no?
Insommma, non e' che si possa riservare un diverso trattamento dei cittadini, sulla base di un ritorno in termine di voti e/o interessi. Altrimenti aveva davvero ragione Orwell nel 1945, in "Animal farm". Cioe' «Nella fattoria, tutti gli animali sono uguali, ma alcuni animali sono più uguali degli altri (!!!).»
Insomma, cio' che voglio dire e' che non si puo' riservare un trattamento speciale SOLO per qualcuno, perche' inevitabilmente si scontenterebbero gli altri...Ed un voto di un cittadino del Filetto, non conta certo di piu' di quello di un cittadino del Ciarnin che versa in condizioni di insicurezza, perche' e' al buio (notizia di qualche giorno fa').
Che OGGI alla parrocchia del Filetto, ci saranno tante persone soddisfatte dell'iniziativa e' un conto, ma anche il piu' "distratto", si renderà conto che la parrocchia e' normalmente frequentata da 67 persone. Se poi si calcola che la comunione durante la messa, viene fatta solo dal 50% circa dei presenti alla messa, viene da chiedersi se davvero il Sindaco abbia puntato sull'animale della fattoria giusto. Ma queste sono solo mie opinioni e considerazioni personali...!

Sono contento che il nostro Sindaco la pensi in modo diametralmente opposto da quelli come Paulum, grazie Maurizio, continua così!!!!

In fin dei conti il Sindaco può pur fare quello che vuole del suo (non sempre) unico giorno libero.

Questo l'ho gia' puntualizzato poco sopra e lo penso anchio. Cio' che penso pero', a prescindere dal giorno libero del Sindaco, e' che se si muove, presenzia, organizza e si da un gran da fare nel suo giorno libero, per far contente le 67 persone che normalmente frequentano quella parrocchia, cosa fara' quando riceverà una petizione con centinaia e centinaia di firme, che gli richiedono attenzione su temi piu' laici?
Ovviamente mi auguro che quantomeno si dara' da fare con altrettanto entusiamo...Altrimenti e' "Animal farm", come stigmatizzato sopra.
Quindi correggo la tua affermazione aggiungendo che si, il Sindaco puo' fare cio' che vuole, purche' tratti tutti allo stesso modo e faccia tra la cittadinanza, "figli e figliastri".
Ciao ciao

...E invece caro il mio Ceppo, devo ancora deluderti. Il Sindaco, ad alcune proposte avanzate dal sottoscritto, oltre alla sua disponibilità e' stato piuttosto possibilista. Segno che non la pensa del tutto diametralmente opposta a PAULM (e non paulum, grazie!). Oltretutto lo ripeto per la terza volta visto che sembri leggi, SOLO cio' che vuoi leggere. Il mio, nei confronti del Sindaco, non era certo un commento di critica, ma un modo per esortarlo, qualora leggesse questi post, ad utilizzare risorse, energie e tempo per tutti ed in modo costruttivo. Null'altro.
Ora, piu' che sviare il discorso, e manifestare la tua contentezza ed eccitazione per le cose che non sai e non conosci, e quindi in modo vano e poco razionale, perche' non mi parli della verifica che hai fatto sui numeri "campati per aria", che avrei riportato?
Forse il silenzio da parte di chi parla a vanvera tanto per riempire l'aria di sciocchezze e da parte di chi parla senza prima informarsi adeguatamente, dovrebbe essere la soluzione piu' opportuna, in alcuni casi, non trovi?
Ciao ciao