Sosta per il 2011: nuovi parcheggi in via Cellini e all'ex Gil

parcheggio| 3' di lettura 30/12/2010 -

Il 2011 sarà l'anno della rivoluzione della sosta in centro. La giunta sta già ragionando sulla realizzazione di nuovi parcheggi a sostegno del centro storico, per dare una risposta alla richiesta di aree per la sosta dei veicoli.



Un'esigenza dettata anche dalle richieste che arrivano dalle associazioni di categoria e dei commercianti del centro storico che lamentano la mancanza di parcheggi nel centro storico. Le aree, anche gratuite, a ridosso del centro come per esempio il Ponte Portone, sarebbero troppo “lontane” e dunque scomode tanto che questi spazi restano spesso semi-vuoti.

Il discorso legato alla sosta in centro è complesso e bisogna fare chiarezza su alcuni punti -premette il sindaco Maurizio Mangialardi- anzitutto la questione “lontananza”. Per percorre da un capo all'altro il centro storico a piedi non servono più di dieci minuti e dunque tutti i parcheggi anche a ridosso della cinta muraria non possono essere considerati lontani. E inoltre all'interno del centro storico ci sono oltre 1.500 posti auto. Ma c'è dell'altro. Ci sono parcheggi come ad esempio quello in piazza Garibaldi che spesso è semi vuoto, pur essendo all'interno del centro storico. Se la questione poi la vogliamo spostare sul pagamento dei parcheggi, allora dobbiamo ragionare sul fatto che le tariffe della sosta a Senigallia sono tra le più basse e di molto inferiori a quelle praticate in altre città come Ancona”.

Parcheggi lontani o no, gratis o a pagamento, sta di fatto che il Comune sta vagliando nuove soluzioni per dare una risposta alle richieste anche di chi vuole parcheggiare l'auto in centro. La Giunta ha già individuato cinque nuovi parcheggi in struttura, collegati ad altrettante modifiche della viabilità e per l'anno i progetti di almeno due aree prenderanno corpo. Si tratta del parcheggio in struttura in via Cellini e di uno, ancora da scegliere, tra quello alla ex Gil oppure alla stazione.

“In cima alle nostre priorità c'è la realizzazione del parcheggio in struttura in via Cellini, sotto al seminario vescovile, che andrebbe a soddisfare la domanda di sosta che gravita attorno alla zona dell'ospedale, del poliambulatorio e dell'ex Irab -prosegue Mangialardi- l'altra struttura che si potrebbe realizzare è da decidere tra la ex Gil o la stazione ferroviaria. Abbiamo le risorse per costruire un parcheggio in struttura grazie agli oneri di urbanizzazione dedicati provenienti dalla riqualificazione dell'ex Politeama Rossini e di altri interventi del centro storico ed ora si stratta di valutare la soluzione migliore. Sotto alla ex Gil è previsto un parcheggio multipiano da 300 posti auto ma in questo caso, per rendere la nuova area veramente utilizzata e funzionale, occorre eliminare la sosta di superficie nelle aree adiacenti del centro storico ed ampliare l'area pedonale. Un'altra opzione potrebbe essere quella di realizzare un parcheggio in struttura nella attuale zona alberata della stazione compresa tra il parcheggio e il Sembhotel”.






Questo è un articolo pubblicato il 30-12-2010 alle 23:12 sul giornale del 31 dicembre 2010 - 3135 letture

In questo articolo si parla di attualità, giulia mancinelli, parcheggio

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/fWS


Bene.
Ma prima sarebbe meglio il parcheggio in struttura in zona GIL.

l'esatto opposto,mentre si fanno i parcheggi alla stazione,si continuano ad usare quelli in superfice della GIL,succesivamente gli altri,altrimenti per un lungo periodo non si hanno parcheggi.
cordialmente.




logoEV