Massaccesi (Pdl): sanità, Spacca non risponde nè a Cingolani nè al Pdl

ospedale Murri 16/02/2011 -

Il Presidente Spacca reagisce nervosamente, come sono soliti fare i politici che sanno di aver sbagliato e di continuare a farlo, alla richiesta non di Paolo Cingolani ma di tutto il Consiglio Comunale di Jesi (su mozione del PDL) di avere, anche con atti formali:



certezza sulla data di ultimazione dei lavori del 2° stralcio e sulla piena fruibilità della intera struttura “Carlo Urbani”; assicurazioni circa i fondi necessari per il completamento dei lavori e per la ristrutturazione del Murri; assicurazioni circa i fondi esistenti per l’allestimento delle sale operatorie, che - come tali - dovrebbero riguardare aspetti di competenza assolutamente pubblica, dirottando così quelli altrimenti meritoriamente promessi da “Fondazione Cassa di Risparmio di Jesi” (per circa € 3.000.000,00) per altri investimenti, quali macchinari tecnologici o strumentazioni di particolare valore ed interesse scientifico e specialistico, per una qualificazione ed una valorizzazione del nostro Ospedale; responsabilizzazione del Direttore della zona di Jesi, con un reale ruolo attivo anche nella fase di “spesa” e di gestione dei fondi - vana ormai l’assicurazione dell’attribuzione a Jesi del coordinamento dell’“area vasta”, vista la preferenza - del tutto casuale!!! - data a Fabriano, a capo di un bacino inferiore ma “strategico”forse per alcune sorti elettorali! -; conferma della fattibilità ed attualità di “Ospedale – Modello” come forma di attuazione e di organizzazione dell’Ospedale di Jesi, con la convinta, e non solo apparente, prosecuzione di tale modalità organizzativa, da non proporre come “modello” innovativo solamente perché attrattivo di risorse; integrale attribuzione a Jesi dei fondi derivanti dalla alienazione dell’Ospedale di V.le della Vittoria, per il completamento del “polo” sanitario di Jesi; piena destinazione delle relative risorse all’Ospedale C. Urbani ed al Murri, limitando al plesso di V.le della Vittoria la sola manutenzione, dettata dalla necessità di porre rimedio a situazioni di urgenza, di sicurezza e di tutela della salute, non rinviabili e costituenti motivo di interesse pubblico, evitando così per quest’ultimo spese apparentemente non urgenti e non prettamente indispensabili.

Il Presidente Spacca preferisce parlare di finanziamenti e di argomenti di cui la campagna elettorale è stata intrisa, ma non indica espressamente, e non garantisce, la piena funzionalità ed efficienza dell’Ospedale “Carlo Urbani” per una “data certa”, data che, dopo decenni, non può più non essere prevista e fissata, con la altrettanto precisa individuazione della destinazione finale (e dei relativi tempi) per il plesso “Murri”, sì da avere una struttura sanitaria completa ed efficiente al servizio dei cittadini iesini e del comprensorio. A meno che lo “stratega” non abbia pensato ad altro.


da Daniele Massaccesi
Popolo delle Libertà – PDL




Questo è un comunicato stampa pubblicato il 16-02-2011 alle 19:02 sul giornale del 17 febbraio 2011 - 762 letture

In questo articolo si parla di sanità, politica, gian mario spacca, Daniele Massaccesi, ospedale murri, Popolo delle Libertà – PDL, paolo cingolani

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/hvb