Corinaldo: 700 mila euro per il restauro del santuario di Maria Goretti

3' di lettura 21/02/2011 -

Assegnati € 731.498,27 per lavori di ripristino e restauro del Santuario Diocesano di Santa Maria Goretti di Corinaldo. (ex Chiesa degli Agostiniani di San Nicolò). Proprietà: Ministero dell’Interno – Fondo Edifici di Culto. Ente attuatore: Comune di Corinaldo.



In seguito al progetto redatto dall’Architetto Massimo Buratti, per i lavori di ripristino e restauro del Santuario di Santa Maria Goretti, inoltrato nel 2007 dal Ministero dell’Interno alla Presidenza del Consiglio per l’ottenimento del finanziamento relativo alla Quota Otto per Mille dell’Irpef anno 2010, sono stati assegnati € 731.498,27, con Decreto del Presidente del Consiglio del 10.12.2010 pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n. 298 del 22.12.2010, che saranno utilizzati per il ripristino e restauro: della cupola, dei transetti, dei tetti dell’intera struttura e i lavori di completamento della parte interna del campanile, oltre che per i lavori di finitura. Il sindaco di Corinaldo Livio Scattolini, appresa la notizia, ha dichiarato: “Finalmente si conclude positivamente la richiesta del finanziamento attraverso l’otto per Mille, per rendere completamente agibile il Santuario. Questo a beneficio dei numerosi pellegrini, che giornalmente si recano a Corinaldo, per onorare i luoghi Sacri di Santa Maria Goretti”.

Il Vescovo mons. Giuseppe Orlandoni così si è espresso: “Siamo particolarmente lieti di apprendere la notizia della concessione di un finanziamento di oltre 730.000 Euro da parte dello Stato, tratto dai fondi “otto per mille” a sua diretta gestione per il restauro del Santuario di Santa Maria Goretti a Corinaldo. L’intervento atteso e sollecitato da tempo, renderà possibile migliorare l’accoglienza dei numerosi pellegrini, che da ogni parte d’Italia e del Mondo giungono alla Città Natale della Martire”. Anche l’arciprete parroco mons. Giuseppe Bartera ha manifestato la sua soddisfazione: “Quando, pochi giorni fa, il Sindaco mi ha telefonato comunicandomi la bella notizia del finanziamento ottenuto, grazie all’impegno di tutta l’Amministrazione comunale, ho recepito che possiamo guardare avanti con fiducia, per poter donare ai pellegrini un’accoglienza degna della nostra Santa”.

Chi, soprattutto, ha gioito per questa bella notizia comunicatagli dal Sindaco, è stato il rettore del Santuario don Franco Morico. “Che umiliazione – racconta don Franco – dover accogliere i pellegrini e non poterli far avvicinare all’altare, che conserva l’immagine e l’insigne reliquia della Martire, per motivi di sicurezza! Un grazie sincero a tutti quelli che hanno lavorato per far arrivare la pratica a questo risultato positivo: all’Amministrazione comunale, alla Curia Vescovile e, soprattutto, a S.E. il Prefetto di Ancona dott. Giovanni D’Onofrio, che, fin dalla prima visita a Corinaldo, si era preso a cuore il restauro di questo artistico monumento di proprietà del F.E.C. ed ora degno Santuario della “Bambina di Dio” Maria Goretti”. L’augurio, da parte del rettore, che i lavori possano iniziare e terminare presto, per la degna accoglienza di tanti pellegrini.








Questo è un comunicato stampa pubblicato il 21-02-2011 alle 16:14 sul giornale del 22 febbraio 2011 - 4926 letture

In questo articolo si parla di attualità, comune di corinaldo, corinaldo

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/hEi


I soldi che verranno utilizzati per restaurare il Santuario, provengono dalle tasche di cittadini italiani che NON hanno firmato per devolvere il loro 8x1000 alla Chiesa Cattolica, ma hanno lasciato in bianco il loro modulo, o hanno devoluto la loro quota allo Stato.

Ovviamente la Chiesa si becca, sia i soldi che provengono da chi firma per devolver loro l'8x1000, che i soldi che lo Stato in qualche modo gli rigira. Piu' del 60% dei cittadini non esprime una scelta. La Chiesa, a fronte di un 34% di scelte, riesce a portarsi comunque nelle loro casse, la bellezza dell'87% dell'ammontare dell'intera somma raccolta. Sembrano briciole ma si parla invece di quasi un miliardo di Euro (!!!).

In pochi sanno che la Chiesa, di quel miliardo di Euro, ne spende solo il 12,1% per beneficenza in Italia e l'8,6% all'estero. Una buona parte (il 35,7%) va agli stipendi dei preti, e una analoga (il 43,7%) alle "esigenze di culto" (restauri e nuove chiese, catechesi, tribunali ecclesiastici...).

Spero che i pellegrini si vergognino un pochino del fatto che a pagare il loro Santuario, sono i cittadini di altre religioni, non credenti, o comunque gente che non vorrebbe sicuramente dar loro il becco di un quattrino. AUTOFINANZIATEVI se avete una dignità!!

E se non fossero "cittadini di altre religioni"? Sono certo che atei e agnostici, adirati contro la Santa Chiesa sanno benissimo, meglio dei credenti, il funzionamento dell' 8x1000 e di conseguenza si preoccupano di destinarlo altrove. Se i tuoi dati sono giusti, ma sarebbe opportuno fare una verifica, il 60% di coloro che lascia in bianco il modulo dell' 8x1000 è per la stragrande maggioranza composto da coloro che la domenica si ritrovano in chiesa o su un pullman diretto a Pietralcina.

Se un piccolo gioiello architettonico e culturale come il santuario corinaldese viene restaurato con i soldi della Chiesa è un'ottima notizia. Dietro ai ceri e alle messe c'è un patrimonio artistico che il Vaticano da secoli preserva.

Logico non possiamo nasconderci dietro ad un dito e lodare l'Amministrazione o la Curia per i soldi ottenuti senza pensare allo sfacelo e al degrado in cui versano altri spettacoli architettonici tutti corinaldesi come la Chiesa dell'Addolorata, l'Oasi e il Suffragio.

Corinaldo meta dei pellegrini. Per agevolare questo movimento la Chiesa, pungolata dall'Amministrazione, dovrebbe pensare veramente al recupero di queste strutture.


Forse sarebbe meglio precisare che la proprietà della Chiesa di S. Agostino è del FEC ossia dello stato.......che si è incamerato.....espropiato tanti beni della Chiesa .....giusto per sapere !!!

Paulum, oramai il tuo fegato starà esplodendo, come fai a vivere in Italia? Ti conviene espatriare, ti consiglio L'Iran, li uno come te si troverà sicuramente bene

e sai quanti beni si è presa la chiesa

Grazie "Mariettina"!! Tu, piccola bambina di Dio, hai saputo aprire il cuore a coloro che potevano agire.Un grazie di cuore a tutti..... anche da parte mia.Vittorio Praia a Mare -CS-

Sono presente nella sala votiva di Santa Maria Goretti e sono molto felice che finalmente si possa accedere liberamente anche dopo l'altare della chiesa per onorare le relique della Santa.Chi critica non può capire l'importanza di questo contributo che può restaurare la chiesa.Chi non crede stia zitto e basta,sempre con esternazione solo di parte...................Sono molto soddisfatto per il restauro e ringrazio di vero cuore tutti coloro che si sono interessate a questa operazione fondamentale e da elogiare tutti.



Un grazie a Carlo Montanari e Vittorio Greco per l'amore che hanno verso la nostra Santa. Un caro saluto da Ilario Taus

Simona M

Commento sconsigliato, leggilo comunque

Sí, una santa e un santuario che spariscono nel nulla durante Halloween grazie all´amore per i soldi...

Grazie a te Ilario, contraccambio i saluti. Ciao e salutami Rinaldo.

Off-topic

AveCesare, il 60% di coloro che lasciano in bianco il loro modulo dell'8x1000, fanno la scelta di NON destinare i loro soldi alla Chiesa Cattolica Apostolica Romana. Presumibilmente, visto che NON esprimono la scelta di devolvere l'8x1000 alla Chiesa Cattolica, non sono persone che vanno a trovare S.Pio nel suo sarcofago d'oro, ed altrettanto presumibilmente, la domenica mattina dormono fino a mezzogiorno, o comunque passano il loro tempo in altri modi.

Vai qui e capirai meglio: http://www.occhiopermille.it/
Ci sono riferimenti diretti a link istituzionali del governo, anche se i dati sono relativi al 2009.

Atei Agnostici, sono certo che schifano il meccanismo fraudelento dell'8x1000 Caxiano, che rigira i soldi che i cittadini devolvono allo Stato o i soldi di coloro che lasciano il modulo in bianco, direttamente in finanziamenti di questo genere, sostanzialmente nelle casse della Chiesa.
Non nutro dubbi sul fatto che molti cittadini, anche fedeli Cattolici, sono piuttosto offesi nel vedere che la loro scelta di destinare i loro soldi allo Stato (e NON alla Chiesa!), sia disattesa e che i loro soldi, finiscono in ogni caso nei forzieri d'Oltretevere.


AveCesare, il piccolo gioiello architettonico e culturale, oltre a NON appartenere alla Chiesa, viene restaurato con i soldi che lo Stato raccoglie PER SE con l'8x1000. Per il restauro quindi, non vengono utilizzati soldi dell'8x1000 raccolti in favore della Chiesa, ma quelli di cittadini che hanno ESPLICITAMENTE scelto di non destinare i loro soldi alla Chiesa (destinandoli allo Stato o lasciando il modulo in bianco).

Dietro ai ceri ed alle messe, ed al patrimonio artistico che preservano GLI ITALIANI, e non certo il Vaticano che senza i soldi dei cittadini, difficilmente si potrebbe vantare del principio di sussidiarietà che da sempre sbandiera, resta il fatto che quell'edificio appartiene allo Stato, che per Costituzione e' LAICO. Dimmi dunque come puo' accadere che in un edificio che appartiene allo Stato Laico, possa essere possibile officiare riti religiosi di sorta?...Oppure dimmi, come un edificio in cui si dicono messe, possa essere restaurato coi soldi dello Stato (che e' laico!), o con i soldi di cittadini che probabilmente alla Chiesa non darebbero il becco di un quattrino?
Grazie

Off-topic

Don Bartera, da Porta Pia in poi, passando attraverso i "Patti Lateranensi" Fascisti mussoliniani ed alle revisioni del Concordato Craxiane (1984), direi che i beni che lo Stato "si e' incamerato" diventando ITALIA UNITA, sono stati ABBONDANTEMENTE restituiti allo Stato Pontificio, con il 300% degli interessi. E' verità che il Vaticano incassa ogni anno dai 4 ai 6 Miliardi di Euro di privilegi (8x1000, esenzione dell'ICI, dell'Irap, pagamento di bollette di luce ed acqua, stipendi dei prof. di religione nominati dai Vescovi, ecc, ecc). Di questi 4/6 miliardi di Euro, solo il 20% viene utilizzato per le cosidette "opere di beneficenza" (Il resto???).
Il restauro del Santuario e' uno di questi "regalini", fatto con i soldi di cittadini, fedeli o meno, che alla vostra "Santa" Chiesa, non darebbero una lira.
Volete il restauro di una chiesa o di un santuario? AUTOFINANZIATEVI sciogliendo gli anelli d'oro dei vostri cardinali, oppure chiedete che il meccanismo dell'8x1000 venga abolito in favore di un sistema simile a quello tedesco, dove i cittadini si dichiarano appartenenti ad una religione, ed ogni mese una trattenuta in busta paga, viene devoluta alla loro religione.
Quanotmeno per una questione di correttezza nei confronti di cittadini che non usufruiscono delle vostre benedizioni o delle vostre messe.

Off-topic

Ceppo, l'Iran e' un paese CONFESSIONALE esattamente come lo e' il Vaticano ingerente ed esentasse. Se ti informi un pochino, prima di commentare fuori tema, attaccandomi piuttosto che rispondere nel merito della questione, scoprirai che sia l'Iran che lo Stato Vaticano, NON hanno mai firmato la Dichiarazione Universale dei Diritti Umani.
Il mio fegato funziona piu' che regolarmente anche in Italia, e pertanto resto qui, in un paese che fa' della laicità delle proprie istituzioni, la barzelletta del mondo, a far valere in miei diritti di non credente.
Ti piacerebbe che espatriassi vero?...Ti piacerebbe che non ci fosse nessuno ad esporre le proprie idee, e che tutti stiano in silenzio ed a testa china, vero?
Pare che Gesu' invece predicasse il Principio di Ugualianza...Le tue farneticazioni contro il sottoscritto, sono un'offesa anche nei suoi confronti. Io ti consiglio di andare a trovare Don Bartera per farti rifare qualche lezione di catechismo.

"Chi non crede stia zitto e basta"

Beh, Carlo_Montanari comlimenti per le argomentazioni. Oltre allla limitazione della libertà di parola di chi non crede, oltre alla loro censura sistematica ed oltre all'orraganza tipica di chi ha chi come hobby, la venerazione di morti o pezzi di essi, hai anche opinioni in merito al finanziamento del restauro di un Santuario con i soldi di uno Stato Laico, oppure ti limiti ad argomentare dicendo agli altri di "stare zitti e basta"?

Per carità Lorenzo...Se gli nomini la festa PAGANA di Halloween, dicendo che le persone vi partecipano in massa, superando di almeno 731.498, 27 volte il numero dei soliti partecipanti alle feste cristiani, rischi di fargli venire uno shock anafilattico. ;)

Caro Don Bartera, anche se forse con meno astio (perchè sono cristiana, ma assolutamente laica, mi definisco una..."diversamente credente") mi associo al precedente intervento di "Paulm" che peraltro non trovo assoltuamente "off-topic (ma chi mette questi commenti?)

Come sono certa Lei sappia molto bene, e lo dico anche a tutti coloro che qui sotto danno ragione a questo "modus operandi" sull'OttoPerMille statale, nel corso dei secoli la chiesa cattolica romana si è arricchita di opere ed edifici notevoli sul territorio italiano (grazie alla posizione strategica e temporalmente potente dell'allora grande Stato Pontificio), e solo ad un certo punto, dopo la breccia di Porta Pia, si decise di provare a ripristinare una situazione in cui il neo-Stato italiano fosse almeno in parte compartecipe di quelle immense proprietà e ricchezze.

E cosi avvenne, non però senza in cambio una serie di grossi privilegi impensabili in uno stato laico, sanciti poi da Mussolini coi famosi "Patti Lateranensi" ("l'uomo che la Provvidenza ci ha fatto incontrare" lo defini il vostro papa Pio XI nel suo famoso discorso all'Univ. Cattolica di Milano.)


A tutt'oggi, oltre al miliardo di euro circa dell'Otto per Mille IRPEF percepito dalla chiesa cattolica, di cui oltre l'80% circa è impiegato proprio per culto e rifacimento chiese, come già detto sopra, la sua chiesa/CEI percepisce dallo stato italiano ANCHE:

- oltre 650 milioni per gli stipendi degli insegnanti di religione cattolica che sono in aumento numerico anche quest'anno, nonostante la crisi e i tagli della Gelmini, e una diminuzione degli studenti interessati all’ora di religione cattolica pari all’1% (chissà come mai! forse qualcuno vuole ingraziarsi il favore dei vescovi..?! mah..)

- 700 milioni per le convenzioni su scuola privata e sanità (!!!)

- ben 250 milioni per il finanziamento dei Grandi Eventi di recente memoria, grazie alla famgerata plenipotenziaria Protezione Civile "made in BB" (Berlusconi-Bertolaso).

Sono cifre enormi (tutte riscontrabili da fonti sicure come la Questua di Curzio Maltese, mentre quella sugli insrgnanti IRC è notizia battuta da agenzie e giornali pochi giorni fa), e non tengono nemmeno conto di ulteriori sgravi fiscali e condizioni di favore.

Io capisco che Lei forse è un arciprete onesto, povero e in buona fede, ma noi cittadini - credenti, ma "critici" con la loro testa - queste cose le vediamo, e le troviamo molto, molto poco congruenti al messaggio evangelico.

E molto, molto asservite al potere Statale esercitato da persone anche "impresentabili", ma accettate obtorto collo dalle gerarchie cattoliche
solo per preservare qs situazioni di privilegio.

Avreste forse potuto, lì a Corinaldo come altrove, a mio parere, promuovere una raccolta tra i vostri pellegrini e fedeli della santa per il restauro
(magari anche solo parziale) e lasciare che i 700mila euro statali andassero alle finalità per cui l'OPM statale non è più speso ormaida tempo: fame nel mondo, calamità naturali (che non vuol dire, di nuovo, il solo restauro delle chiese e opere cattoliche dell'Abruzzo...ahimè!)
con fraterna "parresia", simona

Off-topic

SimonaUM, da Ateo ti ringrazio infinitamente per la tua laicità. Come puoi ben leggere anche tu, quando certe cose le dico io, stanno tutti lì a dire che mi faccio il fegato marcio, che ce l'ho con la Chiesa e che dovrei emigrare in Iran.
Quando invece sono gli stessi credenti cristiani (come te!), che si schifano per certe situazioni al limite della decenza per un paese che si dichiara civile e laico, restano tutti ammutoliti e nessuno piu' ha tanta voglia di fare il burlone da circo, o l'arrogante mulo da soma.

Sono il referente dell'UAAR di Senigallia. L'UAAR scrisse una lettera al Governo nell'Aprile del 2009, per chiedergli di dirottare i soldi dell'8x1000 (quelli devoluti allo Stato, e non certo quelli della Chiesa!) in favore dei Terremotati d'Abruzzo. Non ottenemmo risposta.
Riscrisse ancora in occasione dell'alluvione del Veneto. Anche stavolta nessuna risposta. Ad oggi abbiamo ancora tanti terremotati senza casa, e tantissime difficolta nel Veneto colpito dall'alluvione...Eppure i soldi vengono destinati per il restauro del Santuario di Maria Goretti.
Ditemo voi dov'e' l'etica in tutto questo?...Ditemi voi, dov'e' la morale caritatevole cristiana cattolcia dei nostri politici!?

Paul Manoni

Off-topic

Carlo_Montanari,

MATTEO 19:24 Ve lo ripeto: è più facile che un cammello passi per la cruna di un ago, che un ricco entri nel regno dei cieli.

MATTEO 18:6 Ma chi avrà scandalizzato uno di questi piccoli che credono in me, meglio per lui sarebbe che gli fosse appesa al collo una macina da mulino e fosse sommerso nel fondo del mare.

LUCA 19:45 Entrato poi nel tempio, cominciò a cacciare i venditori, dicendo: «Sta scritto:
La mia casa sarà casa di preghiera.
Ma voi ne avete fatto una spelonca di ladri!».

Queste sono alcune cose dette e fatte dal vostro idolo Gesu', che da "ricchi di spirito" quali vi arrogate di essere, dovreste ricordare e mettere in pratica piu' spesso.
Dopotutto siete voi i credenti in queste cose...Non io.




logoEV