Polveri sottili: Maiolatesi difende la sua scelta del Comune di rinviare il blocco auto

Gilberto Maiolatesi 23/02/2011 -

In tempi non sospetti, e cioè a conclusione della prima fase di confronto con i gruppi di maggioranza, i presidenti delle circoscrizioni, le associazioni di categoria, i comitati ed i cittadini, avevo auspicato che il Consiglio comunale fosse indicata come la sede più appropriata per individuare un piano di azione strategico per affrontare il fenomeno delle polveri sottili.



Mi fa piacere che il presidente del Consiglio comunale abbia fatto proprio questo auspicio, così come noto positivamente che da parte di molti consiglieri comunali, di maggioranza e di opposizione, emerga la giusta sensibilità attorno ad un problema che riguarda tutti. Allo stesso tempo non posso non registrare positivamente che oggi qualcuno torni a parlare di domeniche ecologiche e targhe alterne, vale a dire i provvedimenti adottati dal Comune di Jesi nel 2010 quando, tra i pochi se non unico caso nelle Marche, un ente locale si è fatto carico di intervenire con misure precise contro le Pm10, pur con tutti i limiti oggettivi di una scelta su scala territoriale e non di area vasta.

L'Amministrazione comunale sa stare ai patti, e quella firma sull'accordo di programma sottoscritto in Regione intende rispettarla. Lo farà con un percorso partecipato, consapevole che quell'accordo è una cornice dentro la quale i Comuni, tutti i Comuni, hanno inserito deroghe e provvedimenti per così dire personalizzati, proprio perché si sono resi conto che quello che giungeva dalla Regione era un positivo stimolo che si scontrava con esigenze manifestate da categorie produttive e sociali. Il fatto che il provvedimento che verrà adottato dal Comune entrerà in vigore qualche settimana più tardi riteniamo che non infici alcunché, visto che l'arco temporale, e cioè la sua durata, sarà uguale a quello delle altre città, terminando anch'essa qualche settimana dopo.

Quello che diventa importante, viceversa, è che il Consiglio comunale aperto diventi davvero l'occasione utile per costruire, nella maniera più condivisa possibile, un percorso efficace, evitando inutili strumentalizzazioni e provando a costruire idee e proposte da tradurre in azioni concrete. È questo l'invito che rivolgo a tutti e potrà essere questa l'occasione per confermare come la nostra comunità è capace di mantenere alta la sensibilità sulle politiche ambientali.


da Gilberto Maiolatesi
assessore all'ambiente
ed all'integrazione





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 23-02-2011 alle 11:58 sul giornale del 24 febbraio 2011 - 673 letture

In questo articolo si parla di attualità, polveri sottili, gilberto maiolatesi, blocco auto

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/hIO