Paradisi: 'Altri 5 mila euro allo stesso avvocato. Ma a che serve l’ufficio legale?'

roberto paradisi 1' di lettura 26/02/2011 -

Ancora altre due consulenze affidate all’Avvocato Alessandro Lucchetti di Ancona in meno di un mese. Ancora 4.992 euro di soli acconti da parte del Comune di Senigallia in quella che sta diventando una moltiplicazione esponenziale di cause davanti al Tribunale amministrativo regionale.



E, ancora una volta, senza nessun criterio di rotazione o di gara pubblica l’Amministrazione comunale di Senigallia si affida allo stesso studio legale al quale la maggioranza si era rivolta per sostenere le ragioni del no al referendum per il progetto che eliminerà una parte del lungomare Da Vinci per farci sorgere villette con ingresso vicino alla battigia. Un incarico che si va a sommare agli ormai innumerevoli e altri incarichi già affidati allo stesso studio con esborso di denaro pubblico che sta diventando davvero imbarazzante (nonostante l’assessore Paci si ostini a tenere riservate le cifre pagate fino ad oggi allo studio anconetano).

Solo a novembre 2010 all’avvocato Lucchetti erano stati riconosciuti oltre 8 mila euro (13 mila euro in poco più di tre mesi) per altri quattro contenziosi aperti da un’Amministrazione che sta riuscendo ad essere più litigiosa persino dell’Amministrazione Angeloni. Quello che però lascia perplessi è il continuo affidarsi al solito professionista esterno dimenticando che il Comune di Senigallia può contare su un proprio ufficio legale interno con tanto di avvocato abilitato alla difesa di fronte alla giurisdizione amministrativa. Perché allora tanta fretta di elargire denaro pubblico? Perché i soldi dei cittadini senigalliesi (magari prelevati anche grazie agli aumenti sconsiderati delle tariffe) devono finire pressocchè mensilmente a saldare conti salatissimi dei soliti professionisti?






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 26-02-2011 alle 15:13 sul giornale del 28 febbraio 2011 - 2429 letture

In questo articolo si parla di roberto paradisi, politica, coordinamente civico

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/hQO


Se quello che dice l'avvocato Paradisi è vero perchè non viene licenziato l'avvocato del Comune?E' in utile pagarlo se bisogna ricorrere a consulenze esterne.

Ma secondo te, se uno sapesse fare bene l'avvocato, andrebbe a fare lo stipendiato del Comune?




logoEV