Il Sap non partecipa alla festa della Polizia

Volante della Polizia 2' di lettura 21/05/2011 -

A Senigallia, si è tenuta l'annuale Festa della Polizia di Stato, un momento dedicato a coloro che sono deputati a garantire la sicurezza e la civile convivenza della società.



Ritengo, come Segretario Provinciale del Sindacato Autonomo di Polizia - dichiara Filippo Moschella -, che sia profondamente giusto ricordare il sacrificio, anche estremo, e la dedizione dei poliziotti che, giorno e notte, proteggono i diritti costituzionali dei cittadini. E' una festa che sento anche mia, quale appartenente a un'istituzione in cui credo fermamente fin dal primo giorno in cui mi arruolai. Il SAP, proprio in tale giorno di gioia, ricorda anche il prezzo pagato dai poliziotti per ottenere i pregevoli risultati esposti nel corso della festa. Il SAP ricorda che, nella Provincia di Ancona, il personale addetto ai turni di Volante lavora senza alcuna prospettiva, considerate le croniche carenze d'organico e la volontà del Questore di evitare ogni confronto sindacale sull'efficienza del servizio di soccorso pubblico 113, dato che si assiste ad una contrazione dei diritti degli agenti e al conseguente aumento delle malattie professionali. Il SAP ricorda le aggregazioni nel sud Italia per l'emergenza immigrazione, che sono state accettate passivamente dalla Questura, nonostante in provincia di Ancona l'attività burocratica e di controllo connessa ai migranti sia aumentata esponenzialmente per la presenza del Centro di accoglienza per richiedenti asilo di Arcevia, in cui gli arrivi sono frequentissimi.

Il SAP ricorda tutti gli agenti che svolgono servizi vari negli uffici e il fine settimana sono impiegati per il controllo delle caserme, l'ordine pubblico in occasione di manifestazioni sportive e il controllo del territorio, come il personale del XIV Reparto Mobile di Senigallia che è stato il primo a intervenire a Manduria (TA) e Santa Maria Capua a Vetere (CE) per l'organizzazione dei Centri di accoglienza dedicati agli stranieri giunti a Lampedusa. Per tali motivi, la maggiore rappresentanza autonoma italiana dei poliziotti non presenzierà a un giorno in cui la ritualità, in alcuni tratti peculiare, stride profondamente con i problemi sofferti tutto il resto dell’anno, quando occorre contrastare il taglio degli emolumenti e degli straordinari, il ritardo annuale del pagamento delle missioni fuori sede, la riduzione ai minimi termini dei budget per il rifornimento dei mezzi e l'ordinaria manutenzione delle auto di servizio, e, non ultimo, un atteggiamento burocratico-notarile cavilloso dei vertici dell'amministrazione provinciale.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 21-05-2011 alle 19:15 sul giornale del 23 maggio 2011 - 1757 letture

In questo articolo si parla di attualità, polizia, Sap, sindacato autonomo polizia, volanti


Ho partecipato come semplice cittadino alla festa della Polizia e devo dire che è stata bellissima; ho seguito con grande attenzione il discorso del Questore che mi ha molto favorevolmente impressionato; mi dispiace venire a sapere solo ora che esistono simili situazioni di disagio: "nella Provincia di Ancona, il personale addetto ai turni di Volante lavora senza alcuna prospettiva", "il taglio degli emolumenti e degli straordinari, il ritardo annuale del pagamento delle missioni fuori sede, la riduzione ai minimi termini dei budget per il rifornimento dei mezzi e l'ordinaria manutenzione delle auto di servizio, e, non ultimo, un atteggiamento burocratico-notarile cavilloso dei vertici dell'amministrazione provinciale".
Mi piacerebbe sapere come stanno le cose per davvero.




logoEV