Grande successo per le feste paesane

Maurizio Mangialardi 1' di lettura 23/05/2011 -

Si sono tenute negli scorsi week-end due importanti sagre del nostro territorio, la Festa del Cuntadin di Montignano e la Festa sul Prato di San Silvestro, che hanno registrato un grande successo di pubblico e proposto ai numerosi intervenuti eccellenze gastronomiche accompagnate da intrattenimenti musicali e numerosi divertimenti.



Il Sindaco di Senigallia, Maurizio Mangialardi, ha voluto personalmente ringraziare le associazioni organizzatrici dei due eventi per aver offerto a tutta la comunità importanti momenti di socialità.

“Avendo partecipato personalmente alle due iniziative, ho avuto modo di constatare la soddisfazione della gente non solo per la qualità dei piatti e la genuinità del cibo ma anche e soprattutto per il clima di serenità che si respirava. Sono iniziative come queste che rinsaldano il legame sociale all'interno di una comunità, aumentando la qualità delle relazioni e favorendo occasioni di incontro tra persone che mettono gratuitamente il proprio tempo a disposizione per valorizzare il proprio territorio”.

Saranno ancora numerose, nel corso della stagione estiva, le sagre organizzate nelle diverse frazioni della città a partire, all’inizio di giugno, con la sagra del pesce di Cesano e la festa dell’Osteria del Ciarnin. Un viaggio tra le diverse tradizioni ed eccellenze gastronomiche del territorio che si concluderà con l’evento di “Cucine di Borgo”, previsto al Foro Annonario dal 22 al 24 luglio.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 23-05-2011 alle 16:02 sul giornale del 24 maggio 2011 - 3984 letture

In questo articolo si parla di attualità, comune di senigallia, senigallia e piace a Enea_Bartolini

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/k89


Domani non pago il parcheggio.

Così il sindaco ringrazierà anche me con tanto di comunicato stampa.

Per poter evadere le tasse, a Senigallia, basta iscriversi alle associazioni giuste.

Io voglio il rispetto del cittadino in quanto tale.

Non in quanto iscritto a partiti, sindacati, associazioni che dicono di servire la comunità e invece servono soltanto i propri privilegi. Tra i quali il più schifoso è quello di non pagare le tasse.
Questo comunicato stampa fa letteralmente schifo e non si capisce (o forse si capisce benissimo) perché il Comune abbia voluto pubblicarlo con tanta solerzia.

melgaco, mi stai sempre più dimpatico... condivido tutto del tuo ultimo commento!

malapelle

Commento sconsigliato, leggilo comunque

A non pagare le tasse in Italia ci pensano i liberi professionisti e gli industriali.
Prendersela con le associazioni gestite da volontari, credendo di attaccare così qualche partito politico, è abbastanza infantile e molto semplicistico.
Penso che tutto questo sia molto ridicolo, come è ridicolo l'esiguo numero di persone che pensa alle associazioni e alle sagre come un mezzo per evadere tasse e soddisfare i propri privati bisogni.
L'insignificante blaterare a vuoto di così poche persone, che non hanno nemmeno il coraggio di mostrarsi con nomi e cognomi, non intacca minimamente il prestigio e la voglia di fare (quella che manca a questi pochi) dei volontari delle associazioni.
Potreste organizzare la sagra dei nick-name...

E' ovvio che l'iniziativa di questo comunicato stampa del Comune deriva dalle polemiche delle settimane scorse sulla festa del cuntadin.

Cosa c'entra il Comune?
Perché si utilizza l'ufficio stampa?
Perché il sindaco deve dire "le feste sono andate benissimo"?
Il sindaco ha la coda di paglia? o forse deve fare da pronto soccorso mediatico a qualcuno dei suoi "amici" che ha sgarrato?

E' stato forse il Comune a organizzare queste iniziative?
No.
E allora perché il Comune interviene?
Semplice, per difendere interessatamente gli ingiusti privilegi di cui alcune di queste associazioni hanno goduto.
In particolare, mi riferisco all'associazione promotrice montignanese che ha abusato per 20 giorni del parcheggio principale di Montignano pur avendo il permesso per soltanto 5 giorni. Il tutto ha causato notevoli disagi ai residenti e a chi, per vari motivi, doveva recarsi a Montignano.
Il sindaco, invece di fare il proprio dovere (cioè pretendere il dovuto dagli organizzatori che hanno sfacciatamente evaso l'imposta sul suolo pubblico) difende questo abuso, dice di essersi divertito e di aver mangiato bene. Manca solo il Bunga Bunga e poi siamo a posto.
Vada a chiedere conto, il sindaco, agli organizzatori del loro abuso. Si informi, il sindaco, presso gli uffici della Polizia Municipale a quanto ammonta la multa inflitta agli organizzatori ex articolo 20 del Cod ice della Strada. Ci spieghi, il sindaco, perché quella milta ammonta a soli 160 euro per un'occupoazione abusiva che supera i 15 giorni. Insomma, il sindaco faccia il sindaco e non il presidente occulto di un'associazione "amica" palesemente operante nell'illiceità e nell'ingiustizia.

La festa è stata partecipata? Sarà pure così, ma il sindaco non ci venga a parlare di clima sereno e di incontro conviviale. Per queste cose ci sono già le case private, i giardini o i locali pubblici e i ristoranti che, a differenza dell'associazione promotrice (de che?) montignanese, pagano le tasse, sono puliti (e controllati) e, in proporzione alla qualità dei pasti e del servizio, molto meno esosi.

Quanto agli eventi culturali proposti stendiamo un velo pietoso. Un conto è la cultura enogastronomica e un conto è 'na "magnata" in condizioni igieniche evidentemente precarie (chissà perché nessuno le controlla mai...).

Fino a che ora si è intrattenuto piacevolmente il sindaco tra i suoi "amici"? Forse non fino a tarda notte, visto il clima naif che descrive, del tutto lontano da quello che hanno subito i residenti: confusione, schiamazzi, minori ubriachi etc.



Commento modificato il 24 maggio 2011

Manuela, l'intervento del Sindaco sta a significare una scelta politica ben precisa e legittima, sebbene discutibile, ovvero che le sagre valgono di più per la collettività dei disagi che inevitabilmente causano.

Personalmente condivido questa linea politica.

Questo al di là delle irregolarità che necessariamente non dovranno più esserci nelle prossime edizioni.

Non condivido affatto i toni che Lei usa, troppo forti e per me molto fastidiosi, oltre che a volte al limite del diffamatorio, ma penso che lei abbia fatto bene a fare una denuncia che ha contribuito a ripristinare la legalità.

Ieri hanno multato di 2500 euro il Mamamia perché avevano messo abusivamente un segnale di senso unico.

Direi che la sproprorzione con la multa di Montignano è evidente.

A Senigallia la legge non è uguale per tutti.




L'illegalita' non e' una linea politica e il comune NON DEVE favorire alcun privato che proponga qualsivoglia cosa a scapito degli altri.
La legalita' non e' stata ancora ripristinata poiche' 160 euro per 15 giorni abusivi,sono ridicoli.
La polizia municipale e' stata gia' messa sull'avviso ed i miei toni che tanto la infastidiscono,non sono diffamatori,ma la semplice realta'.
Questo comunicato stampa " tappa-magagne" conferma quanto di diffamatorio sia stato detto da me o da altri. C'E' ILLEGALITA'! Ma questo buttare le mani avanti del sindaco,attraverso un mezzo improprio come l'ufficio stampa del Comune, e' solo UN'AMMISSIONE DI COLPA! "excusatio non petita accusatio manifesta!"
I cittadini non sono trattati tutti allo stesso modo,pertanto,suppongo che una ragione debba esserci.
Allora ci chiediamo QUALE? Senza pronunciare le fatidiche parole che offendono qualcuno,lasciamole immaginare a chi onestamente e senza pretendere merito o comunicati stampa municipali, lavora, paga le tasse,le multe,e non si vanta di fare una cosa buona.
Questa carita' PELOSA, e' anche un po' schifosa!
E poi,mi spieghi perche il MAMAMIA e'stato multato di 2500 euro SOLAMENTE per un segnale di divieto abusivo(ex Corriere Adriatico di oggi 25 maggio 2011),mentre l'associazione di Montignano che ,RIPETO,per 15 giorni ha perpetrato lo stesso abuso,con segnaletica impropria,ha avuto una multa di SOLI 160 euro?
Non e' vero dunque che esistono due pesi e due misure?
ESIGO GIUSTIZIA! E mi perdoni,Daria,di avere offeso la sua' delicata sensibilita'!

Lei parla per schemi triti e ritriti.
QUI E' STATO COMMESSO UN ABUSO!!
Poi che l'abuso venga commesso da un industriale,un libero professionista,da un lavoratore dipendente,da un contadino o da un'associazione,non conta nulla.Altrimenti,con il suo atteggiamento,lei giustifica implicitamente le leggi AD PERSONAM(AD ASSOCIATIONEM!!!)
Anche PRESTIGIO e' una parola assolutamente fuori luogo per una sagra tanto volgare,fastidiosa e irriverente verso gli abitanti di Montignano!
Anche io odio gli pseudonimi,infatti ho sempre firmato col mio nome completo!

Mi fanno proprio ridere questi discordi, RIDERE nel vero senso della parola!
Se non vedete e apprezzate quello che c'è di buono in questi eventi, mi dispiace ma la vostra cultura fa un po' acqua. DA SEMPRE l'uomo ha bisogno di aggregazione, musica, ballo, svago ... sono espressioni che non vanno represse, ma promosse nelle forme più genuine possibili!
Io nn vado in giro a sbandierare i miei titoli di studio, non penso di averne bisogno ... ma chi non è del posto (cioè chi è di Senigallia, Ostra, ecc...) e poi viene a lamentarsi dei lavori in un parcheggio, per la realizzazione di un evento cardine per la vita di un paese, in nome della CULTURA e della GIUSTIZIA, significa che ha solo voglia di rompere le scatole e non ha capito niente.
Per non parlare poi delle FANDONIE che vengono fuori da questi commenti assurdi ... accuse di fatti non veri che servono solo a sputare su gente che con fatica fa' del bene per tutti.
Certe persone dovrebbero in primo luogo vergognarsi, e in secondo luogo potrebbero entrare a far parte dell'associazione per poter aiutare a migliorare sempre di più l'evento. Ma probabilmente non hanno tempo, toglierebbero dei minuti preziosi all'attività di polemizzare con questi commenti inutili!
CHE SCHIFO!