Il bosco urbano delle Saline sarà intitolato a Charles Darwin

2' di lettura 02/06/2011 -

L’11 di Aprile scorso, la Delegazione cittadina del Circolo UAAR di Ancona, aveva consegnato all’indirizzo del Sindaco, Maurizio Mangialardi, la richiesta ufficiale e le 250 firme raccolte nella petizione popolare per “l’intitolazione di una Via di Senigallia a Charles Darwin”.



Come Associazione promotrice dell’iniziativa in favore del celebre scienziato, siamo entusiasti oggi, di rendere noto alla cittadinanza ed a tutti coloro che avevano sottoscritto la petizione , che con una delibera datata 26 Aprile 2011 - inviata alla Prefettura solo il 25 Maggio 2011 - la Giunta Municipale ha deciso di intitolare a Charles Robert Darwin, l’area pubblica adibita a bosco urbano (quartiere Saline), compresa tra Via Tolomeo, Via Podesti, Strada delle Saline e Viale dei Gerani.

Con molto piacere inoltre, e’ possibile constatare che tra le considerazioni espresse nella delibera della Giunta, oltre ovviamente al riconoscimento del noto naturalista, geologo, botanico e zoologo inglese, come personaggio che si e’ distinto nella storia per i suoi studi e le sue ricerche scientifiche, la citazione della sua più celebre teoria; Quella dell’Evoluzione delle specie.

Il riconoscimento che e’ stato dato a Charles Robert Darwin con questa intitolazione del “bosco urbano di Saline” inoltre, permetterà di inserire l’illustre ricercatore, tra altri scienziati altrettanto famosi, a cui sono state dedicate molte delle vie di quello stesso quartiere, come ad esempio Tolomeo, Copernico, Galilei, Cartesio, e molti altri.

Con questo comunicato, la Delegazione UAAR di Senigallia, vuole infine cogliere l’occasione per ringraziare la Giunta Municipale tutta per la decisione presa, i soci ed i simpatizzanti della nostra Associazione, che si sono spesi con sacrificio per questa iniziativa, e per ultimi, ma non certo per ordine di importanza, tutti i cittadini che hanno sostenuto la nostra proposta, per la città di Senigallia


da Paul Manoni
Referente UAAR della delegazione di Senigallia





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 02-06-2011 alle 22:26 sul giornale del 03 giugno 2011 - 5363 letture

In questo articolo si parla di cultura, UAAR, paul manoni e piace a Enea_Bartolini andrea_cesanelli

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/lz0


Commento modificato il 03 giugno 2011

un plauso ai ragazzi di Paul e un plauso alla amministrazione senigalliese che si è mostrata sensibile alla proposta dei razionalisti locali di intitolare una importante zona pubblica ad una figura così importante nel progresso della scienza biologica e antropologica.
Ricordo a tutti il gruppo su facebook che ben sintetizzava il valore e l'etica scientifica portata dal grande naturalista inglese
"Gruppo di chi vorrebbe intitolare una strada di Senigallia a Charles Darwin, il grande naturalista britannico che con una teoria tanto semplice quanto efficace ha permesso di ricollocare l'uomo nella sua vera essenza superando l'antropocentrismo biologico che offuscava la nostra visione della natura e di noi stessi fino alla metà del XIX secolo.
Un gigante del passato sulle cui spalle ora noi siamo e grazie al quale possiamo vedere più lontano ancora sulla via della conoscenza senza pregiudizi e senza dogmi."

www.facebook.com/group.php?gid=309923307588

E perché affiancare a scienziati dello spessore di Tolomeo, Copernico, Galilei e Cartesio il nome di Darwin dato che la sua Teoria sull'evoluzione non ha nessun riscontro scientifico, anzi non ha nulla a che fare con la scienza galileiana? Io proporrei Ostilio Ricci nato a Fermo, maestro e insegnante del giovane Galileo.

Fabiano Pierfederici

Commento sconsigliato, leggilo comunque

Mi sembra strano che i preti non abbiano alzato le barricate contro questa decisione. Mah!

paolo pizzi

Fra i selvaggi i deboli di corpo e di mente vengono presto eliminati; (…) D’altra parte, noi uomini civili cerchiamo con ogni mezzo di ostacolare il processo di eliminazione; costruiamo ricoveri per gli incapaci, per gli storpi e per i malati; facciamo leggi per i poveri; e i nostri medici usano la loro massima abilità per salvare la vita di chiunque fino all’ultimo momento. (…) Così i membri deboli della società civile si riproducono. Chiunque sia interessato dell’allevamento di animali domestici non dubiterà che questo fatto sia molto dannoso alla razza umana (…) ma, eccettuato il caso dell’uomo stesso, difficilmente qualcuno è tanto ignorante da far riprodurre i propri animali peggiori» (pag. 176). Più avanti: «Eppure l’uomo potrebbe mediante la selezione fare qualcosa non solo per la costituzione somatica dei suoi figli, ma anche per le loro qualità intellettuali e morali. I due sessi dovrebbero star lontani dal matrimonio, quando sono deboli di mente e di corpo» (pag. 255). E, nella pagina seguente: «quelli che non possono evitare una grande povertà per i loro figli dovrebbero astenersi dal matrimonio»; tuttavia è anche vero che «se i prudenti si astengono dal matrimonio, mentre gli avventati si sposano, i membri inferiori della società tenderanno a soppiantare i migliori».

Copernico/Galileo ci hanno svelato l'universo, Darwin la principale delle leggi di natura.
Giusto così.

Insomma, siete tutti contenti di derivare dalle scimmie...

Melgaco, pure se ci fosse qualcuno scontento di derivare dai primati, cosa potrebbe fare per cambiare la cosa?

E' piu' credibile una teoria che ci vede in continua evoluzione da milioni di anni, come tutti gli altri esseri viventi, animali e vegetali, o e' piu' credibile che discendiamo da una "coppia di fatto" di persone ghiotte di mele, nati dal fango e dallo sputo di un'entità superiore indefinibile, metafisica, la cui esistenza risulta indimostrata ed indimostrabile?

Vedi un po' tu, caro il mio bonobo... ;)

Caro Riccardo, una teoria rimane valida fino a quando non viene smentita, visto che rimane sempre sottoponibile a verifica, come "metodo scientifico" prevede...E l'Evoluzione, resiste alle verifiche dal XIX secolo, o giu' di lì, nonostante gli smisurati passi avanti che ha fatto la scienza, in campo genetico, negli ultimi 100 anni.
Ora. Qualcuno negli utlimi 10 giorni ha smentito la Teoria dell'Evoluzione delle specie, ritrovando per esempio un coniglio fossile nel periodo precambriano?...Non penso, perche' altrimenti si sarebbe saputo.
Oggi l'evoluzione è considerata dai biologi un "fatto" supportato da una mole impressionante di prove di varia natura. Si tratta, perlomeno sino ad oggi, della migliore spiegazione scientifica della diversità dei viventi. Oltre quindi alle prove paleontologiche e biogeografiche piu' evidenti ed arcinote, oggi abbiamo sotto gli occhi l'esempio piu' evidente ed osservabile di Evoluzione. Quello dei batteri, che si modificano per selezione naturale, dovendo resistere agli antibiotici. Ovviamente sono osservabili perche' il ciclo di vita di un batterio e' estremamente breve, ed e' possibile "osservarlo" appunto, in laboratorio. Il batterio dei "cetrioli" dell'epidemia tedesca di questi giorni, per esempio, e' un batterio arcinoto che si e' "evoluto", proprio a casusa degli antibiotici, tento per capirci.

Una Via a Ostilio Ricci di Fermo?...Bene. Sarei anche d'accordo. Organizza una petizione, raccogli le firme, occupati della burocrazia, inoltra richieste, e senti cosa ne pensa l'Amministrazione. Buon lavoro. ;)

l'apporto di Darwin è titanico, sia da un punto di vista scientifico: la teoria dell'evoluzione è il fatto dimostrato su cui si basa la moderna medicina e biologia, ma anche è un titanico dal punto di vista etico infatti è grazie a darwin che ha fatto un avanzamento contro i pregiudizi antropocentrici e infantili come fece già Copernico contro lassurda ma facile pregiudizio di credere l'uomo diverso da tutti gli altri animali e speciale (lo stesso pregiudizio ascientifico che induce Riccardo a fare il commento superficiale che fa qui sopra) Copernico ci ha mostrato che la terra non è il centro dell'universo, Darwin (con buona pace di Riccardo) ci ha mostrato che l'uomo NON è al centro della natura, GRAZIE Dawrin che hai fatto questo REGALO contro i pregiudizi medievali antropocentrici e hai permesso alle scienze naturali (e quindi anche alla medicina) di migliorare e crescere (e se la teoria della evoluzione ci dice che non esiste nessun dio né provvidenza, be' pazienza, non anteporremo certo alcune antiche leggende consolatorio alla VERITA scientifica, tranne forse qualche seguace di Wanna marchi)

una tantum sono d'accordo con Daniele, bravo Daniele che nonstante è un talebano riconosce onore al valore all'apporto grandioso che Darwin Ha dato all'umanità e alla scienza!

Jilles, ti devi aggiornare. Oggi per conciliare la "Creazione" con "L'Evoluzione", sono stati costretti a qualche arrampicata epica sugli specchi, ipotizzando il "Disegno intelligente" (intelligent design) che è la corrente di pensiero secondo la quale alcune caratteristiche dell'universo e delle cose viventi sono "spiegabili meglio", attraverso una causa intelligente, che non attraverso un processo non pilotato e casuale come la selezione naturale.
Insomma, per non dire che erano spropositatamente in errore, perche' non sapevano una cippa, oggi con un colpo al cerchio ed uno alla botte, sostengono che alla base dell'Evoluzione, ci sia comunque lo zampino dell'onnipotente.
Cosa che comunque resta assurda, in considerazione del fatto che si tratta di una risposta, che non risponde alla domanda principe. Ossia, chi ha creato colui che creo' tutto quanto?
E' il classico modo che hanno per darsi risposte facili, prevedibili, e consolatorie, a domande estremamente complesse, a cui con tutta probabilità e' quasi impossibile rispondere.
Il Disegno intelligente, non spiega nulla. L'Evoluzione, nelle sue infinite lacune ed imperfezioni, e' una teoria che spiega abbastanza. Accontentiamoci...Per ora. ;)

non è quqestione di essere CONTENTI, vedo come siete voi' non ve ne frega niente della verità GARDATE SOLO QUELLO CHE VI SERVE, QUELLO CHE VI FA COMODO, e prendete le favolette comode per autocompiacvimento!
ma che razza di mentalità è questa????

MA L'ETICA DELLA VERITA?
L'ETICA DELLA SCIENZA DI sottoporre le proprie idee ALLA PROVA DEI FATTI SCIENTIFICI!

ma se c'è una TALE CATTIVA FEDE è ovvio che qualcuno rifiuta Darwin e il suo apporto e preferisce credere a babbo natale! ma è vergognoso, e anche immorale!!!

rifettete e metteteci un po' di umilità e rispetto per la VERITA nei vostri commnenti

dragodargento, alla luce delle molte considerazioni espresse nella delibera della Giunta, direi che e' piu' che ottima come decisione...Pero' io sono di parte, quindi non spetta a me dirlo. ;)
Ciao

nn ci vedo

Commento sconsigliato, leggilo comunque

Off-topic

Probabilmente le scimmie dovrebbero sentirsi offese, visto come si sono evoluti alcuni esseri dis-umani...

Bene Andrea. Grazie per i complimenti e le congratulazioni. Ora vai su Facebook, e cancella pure il gruppo...Non penso che ce ne sia piu' bisogno! :D
Sbaracca tutti quei BYTE da "FacciaLibro", leva le tende, che il cammino verso altri obbiettivi, e' ancora lungo e tortuoso.
Un caro saluto,
Paul Manoni

boh
ancora non ho capito perché le scimmie son rimaste scimmie

Non è una questione di cosa piace o non piace, è una questione di ricerca e falsificabilità scientifica per dirla alla Popper, l'evoluzionismo è dimostrato alla luce dei referti e di ciò che sappiamo di biologia oggi (98% del DNA di Homo sapiens e di scimpanzé sono uguali) che danno chiari indicazioni. Il merito di Darwin è quello di aver scavalcato dei pregiudizi antropocentrici per leggere con spirito aperto e coraggioso il libro della natura senza nascondersi, come capita ancora a qualcuno, dietro tabù o desideri di comodo.
Ma la natura sta al di là di ciò che può far comodo a qualcuno o piacere a qualcun altro, idem per la Verità, occorre il coraggio e l'intelligenza di capirlo se si vuol progredire verso una migliore conoscenza del fenomeno biologico. Per gli altri ci sono le favole dei fratelli Grimm.


http://www3.lastampa.it/esteri/sezioni/articolo/lstp/402451/


Off-topic

Le scimmie hanno comunque qualcosa di più di te: non si sentono superiori ai loro simili

paolo pizzi

Quelle soprariportate sono alcune frasi del libro di Darwin sull'origine dell'uomo, a me sembrano molto negative (Ed. Editori Riuniti)e mancanti di rispetto verso la natura umana.

Nei vari commenti sono state dette tante cose, che andrebbero discusse maggiormente. Comunque la comunità scientifica dà per appurato che l'uomo ha uno strano carattere, quello della neotenia: mantiene in modo permanente caratteri infantili, che anche i primati (gorilla e scimpanzé) hanno, ma solo per poche settimane d'infanzia. Fronte bombata, poco pelo, faccia verticale, lineamenti fini, denti deboli. E niente zanne, artigli, corna e coda. Indifeso: ed è per questo che è sopravvissuto. Le creature difese, specializzate sono legate al loro ambiente. Le scimmie quadrumani (così si arrampicano sugli alberi) alla foresta tropicale. Portatele al di là dei Tropici e si ammalano di tubercolosi. Le giraffe, sono specializzatissime. Animali «primitivi» ed «evoluti», lamprede, dinosauri e picchi, non sono mai imperfetti, non hanno organi incipienti e incompleti. Sono tutti perfetti, ossia perfettamente inseriti nella loro nicchia ecologica. Ma basta che la nicchia ecologica cambi (per ragioni climatiche, magari) e gli specializzati si estinguono, i non specializzati vivono.

La maggior specializzazione della scimmia rispetto all'uomo fa dimostrare a Giuseppe Sermonti che la scimmia è «posteriore» all'uomo, è il discendente dell'uomo; non suo padre, ma suo nipote. Se i due hanno un antenato comune, questo ipotetico antenato non doveva ancora essere fornito degli apparati specializzati della scimmia; doveva essere, come l'uomo, un essere «infantile», non quadrumane, senza coda, senza pelo, senza zanne, eretto, non ancora pre-determinato per una precisa nicchia ecologica. Un uomo è la scimmia più «primitiva». L'uomo è più vicino all'origine.

Caro Paolo, gli stracci di libro (Origine dell’uomo) di Darwin che hai riportato, dimostrando anche una certa scorrettezza intellettuale, servono a poco. Uno studio serio, o anche un semplice testo o racconto, andrebbe valutato nella sua complessità e totalità, e non sulla base di spezzoni e frasi. Perche' evidentemente come potremmo valutare questi spezzoni:

Genesi, 19:26 – Dio, impassibile davanti alla proposta di stupro delle figlie vergini di Lot, trasformò sua moglie in una statua di sale per aver commesso il nefando crimine di essersi guardata le spalle.

Esodo, 2:12 – Mosè scorse un egiziano che picchiava un ebreo. Si guardò intorno e, non trovandovi testimoni, “uccise l’Egiziano e lo nascose nella sabbia.“

Esodo, 12: 29 – Dio uccise il primogenito di ogni famiglia egiziana la cui casa non fosse stata contrassegnata da sangue d’agnello.

Numeri, 15:32-26 – Un uomo raccolse della legna di sabato. Per ordine divino dato a Mosè, “tutta la comunità lo condusse fuori dal campo e lo lapidò, e quello morì.“

Numeri, 16:49 – Con una piaga, Dio sterminò quattordicimilasettecento uomini.

Mi fermo qui, per pietà nei confronti di chi questo libro (sai bene di quale si tratta) lo ha anche distribuito agli alunni delle scuole medie, con dei soldi Regionali. Mi basta comunque per farti capire che il libro di cui hai riportato degli spezzoni, e' molto piu' lungo ed andrebbe letto tutto, prima di giudicarlo. Fermo restando che "Fondamentalisti" dell'Evoluzione, in giro non ne ho mai visti, mentre "Fondamentalisti" dei testi di cui ti ho citato alcuni pezzi, ne e' pieno il mondo.
Saluti

talebano sarai tu :) e chi pensa di avere la sua come unica ragione

ohhhh finalmente una dichiarazione di ignoranza pura e schietta! freewilly ora consequenzialmente studia a pratire dall'origine delle specie di Darwin fino ai testi di moderna biologia evolutiva e imparerai quello che ora NON SAI e ovviamente che non puoi capire da solo poiché PRIVO del genio che porta alla scoperta! ma puoi rimediare con lo studio appunto, speriamo ti metterai sotto perché HAI MOLTO MOLTO DA LEGGERE per capire qualcosa di biologia, ma se c'è interesse ce la puoi fare, smetti di vedere le partire truccate della serie A e la sera, da ora in poi, studia biologia!

ma tu non credi in un ente perfetissimo e increato creatore del cielo e della terra moltiplicato per 3 (=la trinità famosa che fa del cattolicesimo un politeismo mascherato)? se togli il moltiplicato per 3 condividi le idee dgmatiche dei talebani (fede un ente non provato, sottomissione a regole senza ragioni scientifiche ecc. ecc.), mi pare evidente, esattamente il contrario fanno gli scientisti che hanno l'umiltà di mettere sempre in discussione le loro idee e per definizione rifiutano ogni dogma ma di ogni affermazione hanno l'onere della prova e della dimostrazione.
Lo scienziato ha la disciplina della razionalità, il talebano ha la disciplina del dogma, a voi scegliere (se potete) a chi associarvi e a quale sistema di pensiero consegnare il vostro cervello! :-)
Però io se ho mal di denti vado dal dentista non dallo shiamano che recita astrusi riti voodoo per curare... e se avessi un figlio NON lo manderei all'oratorio di Don Seppia o qualche suo collega, meglio in piscina o a qualche corso di scacchi!

Mettila come vuoi, Pindaro, ma è un fatto che la scienza come la intendiamo noi (incluso tu) ed il mondo moderno sono stati enormemente sviluppati dalla cristianissima europa e dagli europei.
Inutile fare di tutta l'erba (religiosa) un fascio: è inutile, antistorico oltrechè irrazionale.

un link vale più di 1000 parole

http://www.youtube.com/watch?v=8NgtEh01Q3M


...e basta su questo continuo mettere il confronto cristianesimo ( e religioni) contro darwinismo: questo confronto esiste solo da parte di poche minoranze inacidite di entrambe le parti.
Ma è un fatto ineludibile che la teoria dell'evoluzione sia ormai acquisita universalmente, e che salvo stravolgimenti impossibili da definire attualmente è anche universalmente accettata: punto.

mi fa piacere che dici questo Daniel Sun, spero ti sia anche visto tutto il video da me suggerito e spero come te lo vedano tutti i creazionisti che hanno commentato qui nel blog,

speranza poi mia grandissima è che le prossime generazioni possano vederlo già a scuola di modo da essere educati a studiare la realtà e su tale granitica base porre le basi solide di un'etica della natura e della Verità che è l'unica che può darci una società umana più giusta e progressista abbandonando assurdi pregiudizi e fantasie che fin qui hanno solo causato guerre, regresso e inutili dispendi di risorse.

Propongo a tal proposito Dawkins per il nobel per la pace

e rinnovo il link a chi se lo è perso:

http://www.youtube.com/watch?v=8NgtEh01Q3M

ribadendo il suo valore scientifico e etico assoluti!

sta a sentire
le pertite truccate non ci son più
non ho voglia di mettermi a leggere quintali di libri
sono privo di genio
spiegamelo tu, ma in parole povere, perché le parole ricche non riesco a distinguerle, perché alcune scimmie sono rimaste scimmie e alcune invece sono diventate uomini
riconosco comunque che c'è un manovratore occulto da qualche parte, e anche spiritoso, visto che qualche scimmia l'ha fatta evolvere in bonobo

Freewilly, mi sembra strano che tu non abbia mai visto, magari nei documentari per sbaglio, un gruppo di scimmie. Tra queste ce ne sono alcune, che si "sottomettono" alla scimmia piu' "dominante".
Dire che le scimmie "non si sentono superiori ai loro simili" e' quindi piuttosto errato.
Se non hai capito perche' le scimmie sono rimaste scimmie, ti consiglio un libro sull'Evoluzione delle Specie. Si intitola: "Perche' l'Evoluzione e' vera".
Se non lo trovi in libreria, ordinalo via internet: http://www.lafeltrinelli.it/products/9788875781859/Perche_l'evoluzione_e_vera/Jerry_Coyne.html

Daniele, e' verissimo che la scienza, ed il mondo moderno sono stati enormemente sviluppati dalla "cristianità", ma la domanda che dovresti farti e' questa:
Era possibile fino ai primi del 1700 circa, andare in giro a dire che non si era credenti?
Ossia, sarebbe stato possibile NON essere cristiani???
Va da se' quindi, che in qualsivoglia modo ci siamo sviluppati in Europa, dubito seriamente che sia merito della cristianità, sempre e fermo restando che era impossibile dirsi NON CRISTIANI.
Evito di dirti per l'ennesima volta, cosa succedeva a chi diceva di non credere in nessuna dività...!

Ci sono poi altri fattori che hanno contribuito ad uno sviluppo europeo cristicolo...Tipo quello puro e semplice, che per buona parte di questi ultimi 2000 anni, l'unico modo che si aveva per leggere libri e studiare, era quello di farsi prete.

A questo punto (la curiosità e' d'obbligo), con tutti i dogmi che sono stati imposti dalle religioni all'umanità, viene da chiedersi se non ci saremmo sviluppati moooooolto di piu'...?
Pero' sono solo domande di fantasia...IRRAZIONALISSIME! :D

Caro Riccardo, mi sono preso la briga di andarmi a cercare qualcosa su Sermonti. Devo dire che cio' che dice lui Wikipedia (la versione inglese), poteva bastarmi ed avanzarmi, per cassare decisamente qualsivolglia ricerca.
Wiki infatti dice:
"In 1971 Sermonti published Il Crepuscolo dello Scientismo (in English The Twilight of Scientism), a post-modernist, religiously-inspired critique of science."
Quel "RELIGIOUSLY-INSPIRED CRITIQUE OF SCIENCE", la dice piuttosto lunga sull'autorevolezza dello scienziato che hai citato. Comunque non mi sono scoraggiato, ed ho trovato cose interessanti, anche relative alla sua critia a GIOVANNI PAOLO II, quando questo riconobbe la validità della Teoria dell'Evoluzione delle specie.
Insomma, per essere il solito "creazionista" pro "intelligent design", ha avuto l'audacia di criticare un Papa...Ed in Italia, questo e' da coraggiosi ed arditi. Vedro' di approfondire. Grazie per la segnalazione. Ciao

P.S: Checche' ne dica Sermonti, Darwin 150 anni prima, e' stato molto piu' preciso, nello spiegare perche' siamo i nipoti delle scimmie e non i padri. ;)

Andrea, anziche' proporre link di quella bertuccia super evoluta di Dawkins, in considerazione che l'aereoporto di Falconara collega benissimo Londra, io rilancerei invitando tutti a fare un bel week-end al NHM il cui ingresso e' peraltro GRATUITO.

Un bella visita approfondita al Natural History Museum infatti, puo' essere utile a fugare i dubbi di molti sull'origine dell'uomo, sull'Evoluzione delle specie animali e vegetali, e soprattutto su Darwin, visto che al suo interno, c'e' un'intero padiglione di 5 piani (!!!) completamente dedicato al nostro naturalista. Alla faccia di coloro che sostengono che non ci sono prove scientifiche sull'Evoluzione.

Appena varcata la soglia del museo, alzando lo sguardo alla scalinata, sarà impossibile non notare la megastatua dedicata a Darwin, che sorveglia i visitatori incuriositi che si aggirano tra le prime teche.

Insomma, vale davvero la pena. E' un'esperienza che diciamo...Fa' EVOLVERE! ;)


vedi che è stata una buona idea fare il gruppo su facebook, così si può fare rete tra progressisti senigalliesi, quanto alla bertuccia, ci sarai te, io sono homo sapiens e tra breve grazie a genographic saprò anche di che tipo umano esattamente sono e da dove sono passati i miei antenati per arrivare in Europa meridionale.
Spero di aver stuzzicato la curiosità di tutti su questa splendida opportunità data da National Geographic.
Sul viaggio a Londra: è sicuramente da FARSI!!!
Organizziamo!