Ex Irab, Paradisi, Marcantoni e Pazzani querelano Canti: 'Basta con la politica fatta di offese'

roberto paradisi 2' di lettura 08/06/2011 -

"Basta con la politica fatta di offese ed ingiurie. Accettiamo la replica ed il parere contrario ma nei limiti del rispetto". Con queste parole i Consiglieri comunali Roberto Paradisi (coordinamento civico), Tiziano Pazzani (Lega Nord) e Fabrizio Marcantoni (Fli) annunciano di aver querelato il consigliere Stefano Canti (Idv) per le dichiarazioni fatte in merito al sopralluogo dei consiglieri di minoranza alla casa di riposo ex Irab.



Le dichiarazioni del Consigliere Idv, pubblicate il giorno 30 maggio 2011 e rimosse su richiesta dei diretti interessati in quanto "ritenuto eccessivamente diffamante", "non possono più essere tollerate -dichiara il consigliere Paradisi che annuncia- Noi andremo avanti con la querela perchè è ora di smettere con la politica fatta solo di offese. Tuttavia -conclude Roberto Paradisi- spero che il presidente Michelangelo Guzzonato si dissoci presto da quelle dichiarazioni altrimenti vorrebbe dire che appoggia quanto espresso dal consigliere Canti".

"Il sopralluogo-aggiungono Marcantoni e Pazzani- è stato fatto su sollecitazione dei parenti stessi dei pazienti della casa di riposo e nella perfetta regolarità. Al contrario di quanto dichiarato da Stefano Canti -sottolinea il leghista -non abbiamo fatto irruzione, tanto che la maggior parte dei pazienti non si è neanche accorta della nostra presenza". "Noi -ribadiscono i tre consiglieri- ci siamo limitati a fare un sopralluogo regolare ed a esprimere il nostro parere. Abbiamo anche sottolineato - conclude Fabrizio Marcantoni- i miglioramenti notati rispetto al primo sopralluogo". "Il Consigliere dell'Idv ha davvero esagerato con le parole, non si è limitato a dare informazione ed esprimere un proprio giudizio, seppur contrario al nostro. Per questo abbiamo deciso di procedere con la querela"."Ogni cosa che dico, al di là dell'argomento -conferma Tiziano Pazzani- vengo accusato di razzismo e xenofobia. Non posso più accettare quindi critiche infondate e gratuite ma soprattutto diffamatorie".








Questo è un comunicato stampa pubblicato il 08-06-2011 alle 14:11 sul giornale del 09 giugno 2011 - 3441 letture

In questo articolo si parla di roberto paradisi, attualità, politica, fabrizio marcantoni, Sudani Alice Scarpini, Tiziano Pazzani

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/lMw


Per me hanno fatto bene; anch'io dopo aver letto quell'articolo ho pensato che se fossi stato nei loro panni sarei stato tentato di querelarlo

"Ogni cosa che dico, al di là dell'argomento -conferma Tiziano Pazzani- vengo accusato di razzismo e xenofobia." ... forse perchè fai parte di un partito che qualche idea di razzismo la rappresenta ?

Commento sconsigliato, leggilo comunque

la lega nord ha subito qualche condanna rispetto ad accuse di razzismo e xenofobia?
la lega nord è un partito regolarmente votato dagli italiani e legalmente rappresentato in parlamento?
difendere le aspettative degli abitanti ed elettori rappresenta l'idea del razzismo?

Pazzani, fanno sempre così.

Quando non hanno argomenti di merito se la cavano con "fascista, nazista, razzista, xenofobo etc...".

Ti abituerai...nel frattempo fai bene a querelare.

Non so cosa ha detto Canti. So per certo che a volte viene fatto della querela un uso abbastanza disinvolto....

Commento sconsigliato, leggilo comunque

Ovviamnet, questa parole cadranno nel vuoto.Nel concreto dei fatti tutto ciò che è concretoviene strumentalizaato per contrapporr5e parti ad altri...Il bipolarismo è prossimo a finire, forse non avete ancopra realizzato, dopo c'è chi rimane con meno da fare , oppure, si agisce in modo meno personalistico.Circolano solo i vostri nomi e le vostre gazzarre, dove io noto molto personalismo ed è una critica di sotanza a tutti, questa, più che una critica . è un fatto...Ne uscirete da questo?L'obiettivo deve essere civico, non personalistico e qusto vale per tutti.Parole vuote...io pemnso, da un po', che gli italiani non siano, in maggioranza , così scemi, guatrdano ala sostanza e si esprimono per il meno peggio, vittorie non ce ne sono mai...Se, tutti, non ve ne siete accorti, avete poca perspicacia o fate finta di non accorgervi:vve ne accorgerete.Mi prendo pure io la querela?Mi 'spiace citare persone che conosco, un po', ma non ho scelto io, per loro, di fare, un po', teatrino, certamente è meglio l'equilibrio delle parti, èpiuttosto che la monorappresentanza, ci mancherebbe, però a me hanno scocciato i simboli, l'unica parola che conosco e che vale è civiltà e ha tanti contenuti.i rappresentanti sono meglio dei rappresentanti, comunque. questo è fisiologico, come lo è il fatto che il potere logora la mente di chi parte per avere visibilità primariamente...è un meccanismo malsano, partecchio malsaano,intollerabile.

anche fare querele e ingolfare , ancora di più, il sistema giudiziario, non va bene per niente, anche se il siste,ma giudiziario è una cariatide fossile.la querela, rmai ,è un modo di dire.ne presentai una, a novembre duemilanove, oh'...ancora non mi è arrivata notifica della conclusione indagini preliminari, siete tutti, più o meno ,adulti,e visibili, non date l'antiesempio.




logoEV