Dana Fiacchini: il Comune di Senigallia contro i proprietari di animali

cane 4' di lettura 24/07/2011 -

Gent.ma Redazione di Viveresenigallia, chi vi scrive è in primis un'amante degli animali con la A maiuscola, in secondo luogo una cittadina senigalliese e in terzo un medico veterinario. La motivazione che mi spinge a farlo è che, leggendo e informandomi sull'argomento  (d'altronde fa parte anche del mio mestiere), non sento altro che notizie spiacevoli tra i proprietari di animali domestici e il Comune di Senigallia.



A prescindere dal fatto che, ancora oggi (e siamo nel 2011!), la "spiaggia di velluto" nonostante i suoi rinomati km di lungomare non ha ancora una zona adibita al gioco e alla balneazione di proprietari con animali domestici al seguito (tema da me personalmente affrontato con l'Amministrazione comunale, prima con una lettera inviata al Sindaco Mangialardi e poi, pochi giorni fa, con un incontro ufficiale con l'Assessore Ceresoni, cui ho strappato una "fiduciosa promessa" dell'apertura di due stabilimenti balneari per l'anno prossimo atti a tale scopo), quello che mi sconforta e scoraggia di più sono le notizie quotidiane degli stessi proprietatri che si ritrovano ad essere multati e penalizzati ovunque!

I cartelli di divieto per cani invece che diminuire progressivamente, indice di un'evoluzione in positivo, spuntano come funghi... e per qualsiasi disattenzione si registra una puntualissima e determinatissima repressione da parte delle autorità competenti che difficilmente si riscontra in altre situazioni (vogliamo fare qualche esempio? Penso non ce ne sia bisogno...). E così persone anche con difficoltà economiche - cosa peraltro normale in questo periodo per noi comuni mortali - si sono ritrovate a pagare multe di 1.030 euro (diconsi mille, ovvero un intero stipendio mensile!!!) per aver passeggiato alle 18 di pomeriggio in una spiaggia libera deserta, o 2 multe in due giorni consecutivi ad un proprietario (persona peraltro molto educata, che conosco personalmente e che attualmente è in cassa integrazione!) per aver lasciato il proprio cane nel solito giardinetto che frequenta da anni; che dire poi della sanzione pecuniaria elevata solo perchè un cane tenuto al guinzaglio, deviando di un paio di metri dal marciapiede, ha calpestato l'erba di un parco dove vige il divieto di ingresso per i quattrozampe...

Con ciò non voglio assolutamente farvi pensare che sono contro le leggi e le norme attualmente in vigore, sono la prima a rispettarle e a chiedere di farle rispettare, inalberandomi con chi le infrange o se ne infischia, ma quello che manca nella nostra cittadina - credo - è quel pizzico di buonsenso e di elasticità che permettono di distinguere un "delinquente", un "maleducato" e... un quattrozampe urbanizzato che, tra asfalto e proprietà private, non sa più dove mettere le zampe per poter passare qualche minuto di "libertà vigilata" e giocare con il proprio padrone.

Da quello che registro quotidianamente, sia in ambito lavorativo che sui mass-media locali, mi sembra che ci sia troppo accanimento nei confronti di una classe indifesa come la nostra (mi ci metto anch'io in quanto da sempre proprietaria di animali trovatelli e non), quando in realtà il nostro comportamento, quello cioè di voler portare i nostri animali d'affezione sempre con noi, non dovrebbe essere altro che incentivato al contrario dei comuni che si accaniscono troppo sui proprietari così da ottenere l'effetto contrario quale l'abbandono o la rinuncia di un'adozione al canile (...che, ricordiamolo, è un costo per il comune stesso e per noi cittadini!).

Certo, ci sono ancora proprietari maleducati o superficiali, che non si preoccupano minimamente delle norme di convivenza basilari (come il non raccogliere gli escrementi del proprio cane) e che mettono in difficoltà la stragrande maggioranza di noi amanti degli animali, ed è proprio qui che l'Amministrazione dovrebbe intervenire con continue e costanti campagne di informazione e - giustamente - anche di repressione.

Mi rammarica molto leggere le semplicistiche risposte ai cittadini da parte dell'Amministrazione comunale... quasi a volersi nascondere dietro alla legge, quando in realtà sarebbe molto, ma molto più utile cercare una soluzione, e ce ne sono parecchie (basta guardarsi un po' in giro). Ad esempio provate a chiedere al sindaco di Capri se, dopo aver applicato la tecnica della ricerca del DNA sulle feci di cani (con relativa sanzione pecuniaria ai proprietari individuati con questa tecnica), ha più trovato un escremento in giro?

Insomma, di soluzioni ce ne sono a bizzeffe, basta solo avere la volontà di cercarle (magari ragionando assieme a chi si occupa di questi animali). Anche perchè per alcuni proprietari non poter entrare in un locale, passeggiare in una spiaggia, giocare in un parco col proprio quattrozampe è un vero e proprio "colpo basso", quasi come non poter entrare col proprio figlio!






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 24-07-2011 alle 16:30 sul giornale del 25 luglio 2011 - 24246 letture

In questo articolo si parla di politica, senigallia, cane, medico veterinario, Dana Fiacchini e piace a babj

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/nIi


In merito all'ultimo capoverso lo stesso dicasi per chi gli animali non li ama oppure ne ha paura.
Vorrei essere libero di passeggiare in città senza il terrore di incontrare ed avere tra i piedi i cani.
Senza contare che il cane non è l'unico animale; c'è chi ama i cani, chi i gatti, chi i cavalli, i serpenti ecc...
A questo punto ognuno avrebbe diritto di portare a spasso ed in spiaggia il suo animale preferito e lascio a voi immaginare cosa verrebbe fuori.

Andrea Agostinelli

Che dire..."Vorrei essere libero di passeggiare in città senza il TERRORE di incontrare ed avere tra i piedi i cani"...tutti noi abbiamo delle necessità o delle preferenze o delle paure,quindi questo pensiero mi sembra molto banale,anche a me piacerebbe andare per il corso e non avere gente che mi viene a sbattere nelle caviglie con i passeggini,e sicuramente altri avranno altre necessità,quindi se applichiamo un pò di buon senso,certe cose e certi "animali fastidiosi" non darebbero problemi!condivido pienamente questo articolo,come condivido pienamente alcune delle multe che si stanno facendo ultimamente,solo non capisco questo cambio improvviso di rotta senza preannuncio e senza zone per queste creature!!ma come,d'estate si fanno mille pubblicità riguardo l'abbandono dei cani,poi un comune come il nostro con tanto di bandiera blu che ha 1-2 parchi accettabili?!?!questo è un problema che và affrontato,e affrontare un problema non significa sbarazzarsene...

Wese, ma proprio non hai fondo... Riguardo all'articolo, ma qual è la novità?!Non sono , comunque , i proprietari di animali la categoria da tutelare. Gli animali non sono degli elettrodomestici.Non meritano nessuna tutela in meno degli esseri umani, se non recano danni a persone o altri esseri viventi.Ma i lupi sono protetti... ma si ointroducono gli orsi per il ripopolamento, che si avvicinano ai centri abitanti, ma è pieno di cinghiali bestioni... questo è il problema.La legge del più forte conta sempre. Chi rimette di più sono i cani trovatelli e i poveri animali da cortile, merce, sarebbe meglio non esistessero per nulla, piutttosto che esistere per essere assassinati,eh' sì, lasciando perdere la sfera della qualificazione giuridica di un fatto, non è empirico, con sofferenze psicologiche e fisiche connesse.Forse la signora Dana Fiacchini(che penso sia nata nell'' 80, la ricordo ai tempi della scuola,perché conoscente di un mio compagno di classe)), vuole anche mettere un po' di visibilità alla sua professione, dove non si recano gli animali, ma i padroni.Wese è cronicizzato.Magari è anche cronico il fatto chevoglia provocarmi, tanto su tematiche che riguardano animali mi espongo sempre, non solo qua.è il mio compito primario.Mi toccherà ricevere un messaggio di controreplica di Wese goiusto per scociarmi, a questo sto pensando... sul resto, beh', se non cambial'animo di tante persone, io che posso far, niente, non sono dotato di superpoteri.

Avere a che fare con uno scocciatore fino alle 24 di domani...fino al cambio prima pagina, cioè, sarebbe meglio no aprire queasto sito...e i cani sono "programmati" per stare con gli esseri umani, altre cose come rettili, ecc. . non sono domestici, bisognerebbe proibirne importazione e detenzione, anche di uccelli treopicali che finiscono in gabbia...però wese fa il minetsrone... Certamente alcune "razze" di cani non dovrebbero essere fatte reiprodurre.Certamente è troppo dozzinale mettere il cane della Scottex, il Labrador retriever, che è tipico cane da appartamento e per "far giocare i bambini".Non sono elettrodomestici, fanno compagnia e hanno bisogno di compagnia i cani. Chi ha paura dei cani per il cosrso non va... e nbasta non far riprodurre razze dal temperamento troppo pericoloso, ma, è semère un problema di business, non sono nemmeno d'accordo sul fatto che esseri viventi rappresentino indotto economico ed ancora si amputano code, orecchie, nononostante sia vietato dala legge italianA(assai lacunodsa in questa materia e disapplicata, ma che bisogno c'è di scriverlo).Wese, trattieniti...fai questo sforzo.

Non si faccia caso a qualsiasi tipo di mia considerazione, nel bene o nel male, sulla sensibilità di dana Fiacchini, l'ho vista una sola volta nella vita e può essere benissimo che abbia scritto cose non corrette, ho al'bitudine di evitare disillusioni.Sul trattamento inproprio del Comune di senigallia nei confronti dei cani, è vecchia storia, ribadisco e non è che ciò significhi che ciò debba rimanere, anzi peggiori.

Andrea, di tutto l'articolo mi riferivo solo all'ultimo capoverso e non al fatto che anche i cani abbiamo le loro necessità.
Ma alle necessità dei cani e dei loro padroni esistono anche le necessità di altre persone.
Ho paura dei cani e sono stanco di passeggiare e di trovarmene continuamente tra i piedi; anche a me danno fastidio i passeggini ma almeno quelli non mordono !!!

Tommaso, ma ctrl+alt+canc mai ?

In effetti ci sono troppe restrizioni per gli amanti dei cani. Passa la voglia di adottarne uno perché troppa gente ti guarda brutto, e non sai mai dove poter fare una passeggiata in tranquillità con l'amico a 4 zampe.. Ritengo anche che i verbali di mille euro per il padrone di un cane che viene pizzicato solamente a passeggiare sulla spiaggia sia una punizione esagerata, un furto legalizzato! Sembra che durante la stagione estiva, la moda, sia accanirsi nei confronti dei padroni dei cani.. Penso che chi non vuole bene agli animali, non né vuole nemmeno alle persone!

Sono proprietaria di un amorevolissimo cane che oltre a farmi compagnia mi ha eviato le depressione....(e non è cosa da poco) vorrei portarlo ovunque e dove non posso non vado nemmeno io,ma essendo una abitante di Senigallia e vivendo a 5 minuti dalla spiaggia non trovo giusto che non si possa passeggiare al guinzaglio con il proprio cane almeno nelle prime ore del giorno o tardo pomeriggio in riva al mare ,senza dar fastidio a nessuno e raccogliendo gli escrementi..... Confermo che ci sono dei proprietari di cani davvero incivili che invece di portare a passeggio il proprio cane lo fanno pascolare ovunque pur sapendo che ci sono regolo da rispettare,a discapito di questi signori ne fanno le spese le persone educate che voglio portare a passeggio il proprio amico....

Ma Wese, il tuo problema fondamentale quotidiano è anche quello xhe non sai dove collocare l'erba tagliata perché non ti tutela il comune in qusto(così scrivi)...Mi sembri tanto surreale, hai un po' troppi problemi inusuali, ti lamenti e provochi,questo fai.Come ancora sopra e ci mancherebbe,qualcosa lo hai messo, per me,non poteva mancare,tutta questa antidistensione dovrebbe essere problema tuo, non c'è biogno di trasferirla in bacheca , come invece, ribadisco, fai sempre e non è una quesyione mia personale.I cani al guinzaglio esistono, quelli pericolosi dovrebbero essere governati dai padroni, che non lo fanno affatto, anzi, per tanti un cane aggressivo è sintomo di potere, io ripeto che certe razzee nemmeno dovrebbero essere fatte riprodurre, soffrono loro e sono pericolose per gli altri e che i serpenti ,le tarantole o che altro, non servono a nessuno, si lascino dove sono ad ingoiare animali interi.Si favoleggiava che negli impianti fognari sotto new York ci fossero coccodrilli perché molti, dai servizi sanitari, facevano confluire verso le fogne piccoli coccodrilli,poi non so questo sia vero, non so di cosa si nutrano, ma , che stiano dove stanno, come lupi ed orsi(se non ci fossero, non collaserebbe la terra) e qua ho finito con Wese, perché sono proprio off topic.

Riguardo al topic, tutti i commenti che stanno uscendo confermano che per i proprietari di cani la vita è impossibile, sarà che interessa di più lo "splendore" pubblico, oggi più che ieri e non è allora una questione di persicolosità.Non si può portare il cane in alcuno spazio verde, tanti regolamenti condominiali impediscono di tenerne a casa, la paura deve avere un riflesso nella reltà, la paura è ciò che alimenta la vigliaccheria umana,l'omertà di esporsi ed il farlo solo quando il"forte" è debole, come nei linciaggi di popolo ai poliktici, comunque, aSenigallia non ci sono spazzi per i cani in spiaggia,né nelle aiuole, vengono venduti animali nelle fiere, è una delle poche città che ha ancoraun mattatoio dentro l'agglomerao urbano, c si assa davanti, i cani, dal canile circondariale, i trovatelli, vengono trasferiti in cenrtri dove spesso si trovano in condizioni difficili e ciò si è già noitato con il seuqestro della struttura, chi si occupava all'interno delle strutture comunali, della tutela, dei cani,se ne è poi andato via e poi questa è una città europea vocata al turismo culturale?!Ma per me proprio no.I matttatoi dentro ai centri urbani soino stati tutti chiusi, io vorrei che fossero chiusi tuttti, che le bestie non fossero risortsa materiale, è possibile e tranquillissimo, questo, comunque, a parte questi pensieri surreali, ripato, si trovano in posti isolati, poi si chiude per altri motivi credo e un veterinario in servizio presso la asur spiegò , un po' la situazione.Credo che da qua a stanotte, di lamentele di proprietari di cani non a vanvera, ma descrivendo fatti inequivocabili,ce ne sarranno tante atre.Io sono proprietaro di cani, ma, si trovano in unacasa clonica disabitata fuori dal comune di Senigalli, fra l'altro già uno hanno cercato di farmelo fuori con un boccone di carne con dentro pezzi dimateriale solido che si conficcano nello stomaco, dove arriva la follia delle persone e episodi simili succdevano anche a pesaro e nella provincia.Le esperienze descritte uq nei commenti che già vedo, ribadisco, sono inequivocabili.

Mario Fiore,uil "portavoce" del comune, che ha da dire in merito?!Che si occuperà dei disservizi lamentati dai residenti nel comune, che ascolterà?Dovrebbe essere coerente,allora, si ropone come filtro per ogni tipo i disagio, ma il "confronto", l"ascolto", non deve solo essere una formulazione di parole, ma, un impegno per la civiltà(cives"cittadino"), ove ci siani lacune di essa.ggi molti reclamani diritti che non hanno, ma,questo è proprio un caso differente e ne paga le conseguenze, in primo luogo, chi non ha voce.

Il mondo è fatto da uomini che amano i cani e uomini che li odiano.....A senigallia esiste uno stato di terrorismo psicologico per i possessori di amici a quattro zampe...
ciò non mi sembra corretto per una città che si dice prima nelle marche per il turismo. Mancano spazzi in cui i proprietari dei cani possano lasciare liberi gli animali. Cito l'esempio di Roma, valle dei cani a villa Borghese 20 ettari di parco in cui i cani possono essere lasciati liberamente giocare. Certo ci sono cani aggressivi e anche che sporcano ma quello dipende sempre dall'educazione dei proprietari.

Mi associo anchio alla Sig .ra Fcchini proprietario anchio di un cane vediamo pubblicita' dappertutto anche in rai contro l'abbandono dei
canidicono adottate un cane per poi dove tenerlo
in casa? tutto questo sembra davvero fatto apposta
contro i cani e suoi simili , una citta come Senigallia con tutti i suoi km di spiaggia non e' in grado o forse non vogliono trovare un tratto di
spiaggia per portarli a spasso anche d'estate.
e poi aggiungo le multe davvero vergognose multiamo dei proprietari con i lcane alle 1800 di sera nella spiaggia libera e non multiamo chi in bicicletta va contro mano sul ponte in fondo al corso o per il corso la legge deve essere uguale per tutti.

Considerando il fatto che quando si porta a spasso un animale domestico questo deve essere al guinzaglio non vedo che problema tu possa avere?!?!?!
Anche a me, quando mio malgrado sono costretto a passare per le strade di Senigallia, piacerebbe non incontrare ed avere tra i piedi pedoni e ciclisti puntualmente maleducati che, se sei a piedi, ti vengono a sbattere continuamente o ti tagliano la strada senza curarsi di nulla; se poi passi in macchina diventano un vero incubo con marciapiedi e piste ciclabili totalmente ignorati, strisce e semafori pedonali che è come se non esistessero... il mio cane tutte queste cose non le fa, i bisogni che fa in giro li raccolgo sempre ed in ogni caso quando è a spasso è sempre al guinzaglio.

P.S.: sono abbastanza stanco di sentirmi dire che tutti i cani mordono, non dico che debbano necessariamente piacere a tutti, in certi casi ci puo stare anche che si abbia paura, ma da qui a renderci la vita impossibile ce ne corre!!!

Ma scusa vai da uno psicologo cosa vuoi che non ci siano più cani in giro?

Off-topic

Tommaso, hai ragione.
Il mio problema è l'erba, il tuo è la testa

vorrei farvi rifelettere su questa cosa :
la cacca e la pipi dei cani fa bene ai bambini che giocano e mangiano la sabbia?
e fa bene a tutti quelli che a piedi nudi ne potrebbero pistare una o fare il bagno con cose galleggianti???
sono allibita da tutti i commenti che nn tengono conto del fatto che amare gli animali non deve significare odiare l'essere umano!(cito soprattutto i commenti riferiti a passeggini eccc...)

Avrei, da ultimo e poi non intervengo più, premura di precisare che ho scritto , sì, è laprima volta che lo ammetto, che sia di interesse o no, ma , per motivi di verità e perché ogni persona deve averte il suo"merito", insooma, ho presouna cantonata grossa grossa su Dana Fiacchini, verificata persnalmente, mi permetto di scriverlo qua, che lei ne sia felice o no.Ci mette la prssoché totalità del proprio animo , in tutto, se mi sbilancio a questo modo , è così, se arrivo a fare certe affermazioni, poi, che conti o no questo, ognuno sceglie che le cose contino o no , a seconda di ciò che decide per libero arbitrio.Insomma, a volte e ciò vsle èper tutti,, ci scordiamo che abbiamo, che parliamo di persone, spesso, che tutti siamo esseri potenzialmentesensibili, che ragione è derivazione del sentimento.

I cani e solo loro - e, dunque, non i gatti, che pure dimostrano in altro modo il loro amore a attaccamento, i serpenti o le altre povere creature tenute prigioniere per stupidità - vivono per i loro compagni umani. Sono animali da branco che darebbero la vita per proteggere le famiglie in cui vivono. "Devono" stare coi loro "padroni", per essere sereni e dare serenità.

Aver paura di queste bestiole è deprivante, impedisce di vivere esperienze uniche. E' un po' come avere paura dell'aereo: non conosceremo mai linguaggi e culture diverse dalle nostre e, dunque, la nostra vita sarà monca. Non invidio gli "spaventati", seppure io comprenda come la paura possa fare brutti scherzi.

Ma il punto è un altro. Un comune che - come sta visibilmente succedendo: dall'inverosimile e non fruibile "Central Park", ai bagni Vip che antidemocraticamente coprono panorami per consentire a pochi di far soldi - guarda solo all'apparenza più provinciale, come può capire che rendere più semplice la vita di cane e "padrone" può essere un ottimo metodo per contenere la spesa sociale? Chi guarda solo le apparenze, i palcoscenici e le ecumeniche benedizioni a folle plaudenti non è in grado di capire l'importanza delle emozioni, della condivisione discreta, del magico silenzio in compagnia di un peloso, magari in riva al mare.

"Pistare" (!) la cacca non dovrebbe essere un problema: va raccolta! In quanto alla pipì, Elisa, cosa pensi che facciano i nostri concittadini in mare?

Elisa, la questione è una sola: educazione e rispetto per gli altri. Con o senza cane!

SARA CIARIMBOLI

Commento sconsigliato, leggilo comunque

A generalizzare si sbaglia sempre, io adoro i cani ma detesto la maggior parte dei padroni...Faccio alcuni esempi: recarsi al lavoro in auto, sentire puzza di cacca e accorgersi di averne calpestata una nel parcheggio sotto casa e averla portata in auto, mi è capitato ben due volte nell'ultimo mese e non è affatto piacevole; portare dei bimbi a fare una passeggiata e dover dire "passate sulla strada che il marciapiede è pieno di cacca", sabato mattina un tratto del corso era imbrattato di escrementi...A questo punto ritengo che mille euro di multa siano quasi pochi!E che dire dei cani che passeggiano per il corso più alti dei bambini???Ma soprattutto, non credo che i cani siano così snob e così felici di passeggiare in città!Se uno ama veramente il proprio cane lo porta a scorazzare LIBERO in campagna e non in posti iper affollati dove devono far attenzione che non vengano pestati dai passanti. Ultimamente mi sebra che molti abbiano il cane solo per farsi vedere con il cucciolo appena acquistato (ma per caso ora a Senigallia va di moda prendere il cane!??!)
Credo che amare il cane richieda rispetto per il proprio animale e le sue esigenze e il rispetto di quelli che purtroppo non li amano!

lella cini

Commento sconsigliato, leggilo comunque

Sono proprietaria di due cani e... non mi vergogno a dirlo li amo come fossero due persone (anche perchè il piu' delle volte sono piu' intelligenti e affidabili),e sono dell'idea che siamo così discriminati per colpa di alcuni padroni di cani assolutamente INCIVILI, e lo dico a ragion veduta visto che quando passeggio con i miei bambini con il pelo sono costretta a fare la gimkana fra i bisogni non raccolti. Quindi un appello. "Siano tutti piu rispettosi del vivere civile!!!" Avremmo sicuramente piu' frecce al nostro arco per esigere il rispetto che meritiamo insieme alle nostre bestiole!

P.S. Chiedo scusa per la u con l'apostrofo, ma nella mia tastiera non esiste la u con l'accento.

L'amore per il cane non può diventare disprezzo per le persone. E' come per il fumo, se io non fumo non dò fastidio a nessuno, se invece fumo dovrò adottare delle precauzioni per non danneggiare gli altri.
Quanta gente c'è in giro che cammina con il cane libero, senza guinzaglio, senza museruola, e spesso fa finta di niente quando il cane lascia i suoi escrementi sul marciapiede?
Allora se io giro senza cane non infastidisco nessuno, se giro con il cane, comportandomi come certi signori/e, danneggio gli altri. Allora amici con i cani, che amate i vostri amici a quattro zampe, prendetevela con quei soggetti che si comportano così, sono loro i veri responsabili dell'avversione di tanta gente per i cani, che in fondo non è rivolta ai cani ma a certi proprietari.

Io lo faccio, se mi capita di vedere qualcuno che non raccoglie la cacca del suo cane. Lo faccio, rimediando anche un bel po' di "vaffa". Del resto, se il soggetto fosse educato non lascerebbe escrementi per strada. Magari è la stessa persona che svuota il posacenede dell'auto vicino al marciapiede.

Io lo faccio. Ma perché non ho mai letto una notizia che sia una di una multa esemplare elevata all'incivile da parte dei vigili? Se le cacche sono così frequenti non dovrebbe essere difficile "beccare" i trasgressori in flagrante...

Senigallia ha molti chilometri di spiaggia e dedicarne un po' a chi al mare vorrebbe andarci con il proprio animale domestico (residenti ma anche turisti!!!) non penso che sarebbe poi così devastante per la salute di nessuno! che molti propetari siano maleducati e non raccolgano gli escrementi dei propri cani è purtroppo innegabile, ma ti assicuro che non siamo tutti così! vorrei poi sottolineare che tale maleducazione sulle spiagge esiste in ogni caso da parte di moltissima altra gente che sporca senza ritegno! ho più volte visto scene di genitori che quasi divertiti lasciavano fare pipì direttamente sulla sabbia ai propri bambini, ed il fatto che a farla fossero dei bambini non rende la cosa meno grave!

Un piccolo parallelismo che forse può aiutare a capire la questione.
-Perchè si mettono gli autovelox? Perchè ci sono molti automobilisti che non rispettano i limiti (esistenti) di velocità.
-Perchè si vieta ai cani di entrare in spiaggia e nei parchi pubblici? Perchè ci sono molti cani, autorizzati dai loro amici umani, che fanno cacca e pipì nella sabbia, nei prati e sui marciapiedi.

Personalmente io vieterei la vendita di animali da compagnia, la detenzione di animali da compagnia (salvo casi di persone anziane sole o pet-terapy) in abitazioni che non dispongano di uno spazio verde privato, e la selezione di razze animali per il sollazzo della vanità umana.
Amo gli animali, ma voglio vederli vivere nel loro abitat naturale o comunque liberi e indipendenti dai tempi e dalle esigenze di noi "animali" umani.

???
Bambini che mangiano la sabbia?!?!
Qualcuno dovrebbe sorvegliarli affinchè non mettino in bocca certe schifezze, ti pare?
...e poi dicono che sono i cani quelli sporchi???

In spiaggia trovi di tutto, la pipì dei cani è il meno per un bambino!!!

A mancare è l'educazione e il buon senso...
Se tutti fossimo educati non stavamo qua a discutere!
Le leggi ci sono e vanno rispettate e chi sporca deve anche pulire.Quindi se è vietato andare in spiaggia con il cane, non ci si va...ma perchè allora non fare delle spiagge apposta per loro?Solo questo si chiede, visto che di posto ce ne sarebbe eccome a Senigallia!!!
Gli incivili esisteranno sempre, non solo tra i proprietari di cani però e arrivare a dire che il cane è snob se passeggia lungo il corso, se è più alto di un bambino non va bene, se morde ogni persona che incontra...questo è troppo!!!
Non può piacere a tutti, ok, ma sappiate che i cani soccorrono chi sta per annegare, vengono utilizzati negli ospedali pediatrici, ritrovano persone scomparse (il terremoto all'aquila vi ricorda niente?!?!)...quindi, vi chiedo solo di non esagerare!!!
GRAZIE!!!


Enea, la tua conoscenza del mondo degli animali domestici lascia moooolto a desiderare, a occhio e croce. I cani "vogliono" stare con gli umani, e non certo in un giardino...

Idem, la la tua conoscenza di cosa sia la pet-therapy! Da far accapponare la pelle!!!


Perchè si mettono gli autovelox? perchè ingrassano molte casse, se si volesse aumentare la sicurezza delle strade ed il rispetto dei limiti c'è chi in passato aveva proposto metodi estremamente più efficaci!!!

Perchè si vieta ai cani l'accesso a parchi e spiagge? stesso motivo! è ovviamente giusto sanzionare chi non rispetta determinate regole (ritengo basilare la raccolta degli escrementi ad esempio, anche io, possessore di un cane, odio gli slalom a cui si è spesso costretti per l'inciviltà di alcuni!)

Troppo comodo poi accettare gli animali solo per utilità umana (vedi salvataggio, pet terapy...) per poi demonizzarli su tutto il resto! facile farsi belli davanti a tutti con le campagne anti abbandono per poi tenere una città in cui avere un cane per molti è quasi un crimine! a me piace molto viaggiare e devo dire che una realtà pietosa come quella di senigallia è più unica che rara!

wese, l'ultimo, qua,con cui scambierei la testa, sei tu e quell'altro che ti asseconda.

sara ciarimboli

Ciao Anche io ho un cane Rottweiler e ogni volta che esco con lei in posti publici si vedono persone che scappano come se al posto del cane avessi una pantera nera... e a priscindere della razza il mio cane non farebbe del male nemmeno a un fiore. E' anche vero che se so di avere un cane ingestibile di certo da persona intelligente non mi reco in posti affollati. Ma nemmeno questo avvolte basta,lo scorso anno mi trovavo in piazza simoncelli con il mio cane alle due del pomeriggio di fine marzo,ero munita di museruola e quinzaglio a norma e nonstante tutte queste accortezze sono stata multata perche' mi trovavo in un luogo publico con un cane di razza rottweiler "pericoloso" a loro idea e quindi siamo state multate. Assurdo!!!!! Anche il discorso del fatto che alcune persone dicano che uscire a passeggio e incontrare cani con possibile aggressione è altrettanto Assurdo... non siamo degli incoscenti noi amanti di animali a priscindere della razza che ognuno di noi si sceglie.... spero solo che prima o poi qualcuno riesca a dare una svolta a questa problematica e che si possa riuscire a vedere dei risultati per i nostri amici a quattro zampe.... sara ciarimboli


Vero che non conosco bene la pet-therapy, ma per quello che ne so mi sembra l'unico uso appropriato che si possa fare della paventata "amicizia" uomo-animale.
A occhio e croce ho avuto la fortuna di nascere e vivere in campagna (tutt'ora e fortunatamente per il resto della mia vita), in mezzo agli animali, altrimenti non avrei toccato l'argomento, non mi piace parlare di quello che non conosco.
Pur vivendo in campagna e con tanto spazio a disposizione, ho condiviso una esperienza di amicizia con un solo cane, all'anagrafe Billy, che ho raccolto per strada.
L'esperienza, salve poche circostanze, è stata molto dolorosa e ingiusta per Billy, semplicemente perchè io sono un umano, che lavora e che ha anche degli impegni oltre al lavoro.
Quindi, spiegatemi come vive un cane abbandonato in un appartamento quando il suo "amico" è al lavoro, se questo cane non dispone nemmeno di uno spazio verde all'aria aperta.
E poi spiegatemi qual'è l'etica del commercio di animali da compagnia, spiegatemi cosa si prova nell'ammirare un pesce in un acquario o un canarino in una voliera.
Comprarsi un amico per poterlo esibire in strada legato con una corda al collo.
Da far accapponare la pelle professoressa.

gli ultimi siete voi due, a pari merito.

SARA CIARIMBOLI

Sono due commenti che publico e nonostante uso termini appropiati vi ostinate a publicare la mia opinione,forse perche' troppo vera? cmq anche io ho un cane e siccome è di razza Rottweiler quando siamo in giro la gente Cambia direzione come se al posto di un cane ho un chiller e questo dato dalla publicita' negativa della massa ignorante che esiste..... a chi si permette di dire di andare da uno psicologo io rispondo : forse è meglio che ci vai te da uno psicologo con l affermazione che ha fatto.... comandassi io la popolazione per il 90 per cento la farei di solo animali,sicuramente piu intelligenti di persone che si permettono di fare certe affermazione.... INFELICE! Lo scorso anno sono stata multata inutilmente dai vigili di senigallia in quanto mi trovavo con il mio cane in piazza simoncelli alle due del pomeriggio piazza deserta,munita di museruola e guinzaglio a norma e nonostante questo i vigili mi hanno multato e fatto allontanare in quanto ero in un posto publico con un cane pericoloso.... MA PER FAVORE!!!!!!!!!!!!!!!!!! Capisco e accetto che ci siano persone che non sono portate all' amore per gli animali,ma come noi rispettiamo queste persone la cosa deve essere reciproca.... non si puo' solo e sempre puntare il dito a queste creature che non sono in grado di difendersi da soli.....

non sarebbe così insopportabile adibire alcuni tratti di spiaggia libera all'accesso di cani, legati.Benchè sia schifoso lasciare escrementi in giro, per gli escrementi o pe calpestarli, non muore nessuno... è ovvio che dovrebbe essre inerziale raccoglierli, èperò, era peggio quando c'erano gli aghi di siringa sulla spiaggia che spuntavano dalla spiaggia, o i vetri in frantumi e ci ono gli operatori ecologici, dipendenti comunali, nel caso di inconvenienti, alrimenti, a che servono.Miciedo cosa uno debba fare se il cane viene colto da dissenteria o , se produce escrementi irraccoglibili, perché non compatti, mi tocca descricvere le cose come stanno. L'unica soluzione sarebbe portarsi da casa segatura, scopa e paletta, e lyso form, forse, pr essre sicuri di non lasciare scorie.non sono proprietario di cani che si trovano in ventri urbani,né mai lo sarò, ho finito con i cani, rimangono quelli che ho che non sono giovanissimi, vorei passare queta ultima parte di "giovinezza" senza costrizioni, non bisogna per forza "amare" i cani o altri animali per non desiderarne le loro sofferenze. qusto è un po' un classico strafalcione logico.Certo che li 2amo", da parte mia, però, non mi posso permettere tale impegno, né esiste più quell'emozione fanciullesaca.sono afezionato a quelli che ho.Mi piacerebbe piazzare, occuparmi degli stalli di quelli al canile, non è che si abbandona un cane per problemi di spesa o il problema o non lo si adotta permotivi di spazio.equivale a dire che si abortisce per motivi economici e per me ciò è scellerato, sostenere tesi del genere come quet'ultim, ci sono le adozioni, per i bambini.

Che i vigili urbani siano molto più tolleranti e di buon senso, se è vero ciò che è scritto nel comunicato,loro e chi li coordina.

Sara i tuoi commenti sono sconsigliati semplicemente perchè non sei una utente registrata. Segui il procedimento di registrazione, la procedura è facile, sicura e gratuita. Poi loggati e lascia i tuoi commenti.
Saluti
La Redazione

1- non è snob il cane ma l'atteggiamento di molti padroni con i cani.
2- non mi sembra che è nella natura del cane fare le vasche per il corso, forse starebbe meglio a scorazzare libero in qualche prato!
3- nessuno ha detto che il cane morde i bambini, ma solo che cani di grossa taglia e di specie più aggressive sarebbe meglio che non stessero in luoghi affollati.

Roberta Benigni

Commento sconsigliato, leggilo comunque

Valeria Zanetti

Commento sconsigliato, leggilo comunque

Le persone sono snob indipendentemente dal cane e decidere chi e dove passaggiare mi sembra un atteggiamento MOLTO snob!!!
Il mio cane va dove vado io, in campagna come in città, sempre al guinzaglio e con il sacchettino per raccogliere i bisogni!Non vedo dove stia il problema!
Permettiamo a motorini di passare in zone pedonali, bici lungo il corso, contromano, sui marciapiedi ... e va bene, ma quando si tratta di cani non va più bene...eppure anche il motorino e la bici possono far male a un bambino, PENSIAMOCI!!!

...e noi che chiedevamo solo un'area della spiaggia per i nostri amici a 4 zampe...
Finchè esisteranno persone così ottuse credo sia impossibile anche sperare di ottenerla!!!







Considerando il fatto la tua cultura cinofila (... e non solo credo!) sia pressochè nulla, il fatto che tu consideri snob MOLTI padroni non significa che lo siano tutti io continuerò a portare con me il mio cane sempre e comunque ed in ogni caso nel pieno rispetto del vivere in modo civico e delle regolamentazioni locali! Tengo inoltre a precisarti che cane di grossa taglia non è uguale a cane aggressivo!!! la cosa dipende ESCLUSIVAMENTE da come il padrone cresce ed educa il proprio animale, non è un caso il fatto che in molti casi (non tutti, non oserei mai discriminare i cani di piccola taglia!) i cani con "funzioni speciali" come soccorso in acqua e company siano proprio di taglia grande!!!
Non è neanche l'aspetto del cane a definirne la socievolezza e l'attitudine a stare tra gli umani: quello che voi chiamate "cane della scottex" ha un aspetto molto dolce e per questo non viene mai considerato problematico, ma anche razze il cui aspetto esteriore (vedi terranova, pastori vari, alani...) può incutere un maggior senso di timore in realtà se ben educate non creano alcun problema a nessuno!
In ogni caso devo ringraziarvi per avermi tolto un dubbio che da un po' di tempo avevo: io sono un felicissimo possessore di una di quelle razze considerate idonee e portate al salvataggio in acqua (il papà del mio cucciolo è un "cane bagnino") ed in molti cercavano di spronarmi a fare il corso, io ero un po' indeciso ma ora non ho più alcun dubbio, mai e poi mai gli farò rischiare la vita per portare soccorso ad un branco di ignoranti come voi!

rossana del regno

Commento sconsigliato, leggilo comunque