Paradisi a Bucari: 'Solo mistificazioni sul caso Marchetti'

roberto paradisi 25/08/2011 -

La successione di autentiche bugie e mistificazioni sul caso Marchetti contenuta nel comunicato del consigliere Bucari, guardiano del potere amministrativo dal volto gentile, è inquietante.



Il consigliere vorrebbe far credere che la mancata istituzione di una classe alla scuola media Marchetti è il frutto della legge 169 del 2008 (riforma Gelmini). Si tratta di una castroneria grossa come un edificio scolastico. Il consigliere gioca sulla buona fede dei cittadini per salvare, da una parte l'inerzia di alcuni dirigenti scolastici, dall'altra per attaccare il Governo Berlusconi.

Sempre facile indicare alla pubblica gogna l'uomo nero e fare facilistrumentalizzazioni politiche. Basta leggere quella legge (lo faccia il consigliere Bucari) per capire che le cose stanno molto diversamente. Il problema della prima classe della Marchetti è un problema tutto locale che va risolto in sede locale (istituto e provveditorato di Ancona) applicando le leggi vigenti e non violandole. Basti pensare che le altre scuole medie senigalliesi non hanno problemi di questo genere, avendo istituito classi con numeri di studenti idonei. Cosa c'entra allora il ministro Gelmini? Quanto alle accuse rivolte al sottoscritto, il quale non avrebbe partecipato alla "fondamentale" discussione sui massimi sistemi della scuola "patrocinata" in consiglio comunale dal consigliere Bucari, confesso: non c'ero. Faccio "mea culpa". Ma la mia colpa, che rivendico, è quella di non aver assecondato le velleità parlamentari e demagogiche di consiglieri, come la Bucari, che utilizzano il consiglio comunale non per affrontare i problemi della città ma per alimentare il proprio ego politico parlando di tutto e del contrario di tutto. Quasi sempre a sproposito.

Naturalmente partendo dall'attacco al Governocentrale. In quella seduta non si è parlato della "Marchetti" nè di precisi problemi locali (figuriamoci!). Ma alcuni consiglieri hanno giocato a fare i parlamentari comunicando a Radio Duomo (che trasmetteva in diretta) il loro "illustre" pensiero al mondo. A dimostrazione del fatto che, come ben sanno i genitori che mi hanno contattato per un problema concreto, l'Amministrazione comunale ha sempre fatto demagogia infischiandosene della realtà concreta. Con buona pace della signora Bucari.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 25-08-2011 alle 16:13 sul giornale del 26 agosto 2011 - 2476 letture

In questo articolo si parla di roberto paradisi, attualità, coordinamente civico

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/oIk