A Jesi presentato in anteprima nazionale l’emendamento PD: iva al 7% sul turismo e ritorno dei ponti

Partito Democratico 31/08/2011 -

“Il turismo è la prima industria del Paese e se si vogliono provvedimenti che aiutino la crescita , come ormai tutti sollecitano, intervenire sul turismo avrebbe immediato effetto”. E’ quanto dichiarato ieri alla Festa provinciale del PD a Jesi Armando Cirillo, Responsabile nazionale turismo PD, presentando gli emendamenti depositati al Senato dal PD nell’ambito di un incontro pubblico al quale è intervenuto anche Claudio Albonetti, Presidente naz. Assoturismo Confesercenti



“Nella manovra serve una scelta forte per Il rilancio del turismo italiano: la riduzione dell’IVA sui prodotti turistici dal 10% al 7 % in via transitoria dal dal 1° gennaio 2012 al 31 dicembre 2014 . Al termine di questo periodo , dopo una valutazione degli effetti della norma, il Governo è chiamato ad adottare le iniziative necessarie, in sede europea, per il riconoscimento di questa riduzione. L’emendamento individua tagli alla spesa e ulteriori misure per recuperare le minori entrate per lo Stato.

Nel programma elettorale del Popolo della libertà si parlava di “graduale e progressiva riduzione dell’IVA sul turismo” , se i Senatori del PDL credono ancora in queste parole ci aspettiamo un sostegno all’emendamento del Partito Democratico.

Il PD chiede con un altro emendamento di sopprimere il comma 24 dell’Art. 1 del Decreto del 13 agosto, la norma “ taglia ponti” che danneggia il turismo.”






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 31-08-2011 alle 18:47 sul giornale del 01 settembre 2011 - 684 letture

In questo articolo si parla di attualità, provincia di ancona, partito democratico

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/oSM