Massaccesi (Pdl): il Pd jesino dovrebbe fare chiarezza su alcune questioni

Daniele Massaccesi - Pdl 02/09/2011 -

Come mi piacerebbe avere chiarezza dal cd. nuovo PD di Jesi su alcune questioni ancora aperte, invece di tanti dibattiti lontani dalla realtà iesina, realtà opportunamente lasciata…. sottotraccia, ed avere alcune risposte.



Non c’è alcuna acrimonia od animosità nei confronti delle Cooperative, fenomeno importante ed a volte necessario della nostra realtà, ed alcune seriamente impegnate nei servizi sociali, pur con gravi problemi di prospettive, ma solo bisogno di chiarezza, così come non mi piace nuotare nel fango dei sospetti, ma vorrei avere dal Sindaco (del PD) una risposta precisa circa i progetti e gli accordi politici presi, e se esistenti, con il mondo ed il sistema delle Cooperative, quelle importanti, per la gestione integrata della Casa di Riposo e per la Azienda Consortile dei Servizi Sociali per gli anni prossimi futuri, anche alla luce delle scelte che dovranno essere fatte (magari pure relative alle mense scolastiche, su cui è stranamente sceso il silenzio).

Il PD ha già dato prova di allergia a chi intralcia i propri piani od a chi cerca di favorire soluzioni diverse rispetto a quelle concordate “in alto”: il PD locale, che non può essere il partito degli affari, dovrebbe fare chiarezza sui propri metodi e sugli obiettivi che intende perseguire.

E chiarezza dovrebbe fare il nuovo Segreterio del PD, dicendo in modo netto e coraggioso, ed allontanando il “profumo della commistione”, ad esempio, se approva il comportamento dei cd. “responsabili” (Polita e D’Onofrio) nella vicenda della riconversione Sadam, e che giudizio politico ne da, e se ritiene magari di chiedere agli stessi, a scanso di qualsiasi equivoco su possibili “interessenze” o coinvolgimenti di ogni tipo – passati, presenti e futuri, diretti e indiretti – nella vicenda, di prendere un impegno formale a non collaborare (ad alcun titolo, e nelle diverse “forme” agli stessi riferibili) anche con quelle realtà che risulteranno dai nuovi insediamenti, votati da questi Consiglieri Comunali, così, tanto per sgombrare il campo da ogni illazione od equivoco e per assoluta chiarezza (analogo impegno dovrebbe essere preso da tutti i Consiglieri, peraltro).

Ed il Segreterio del PD dovrebbe dire altresì se approva la gestione, l’operato, i risultati raggiunti ed il comportamento del Direttore Generale a Jesi, strenuamente appoggiato e difeso dal Sindaco, con il silenzioso “maldipancia” di qualche Consigliere dello stesso PD, ed infine se ritiene che Jesi, che è la Sua città, risponda ora a requisiti minimi di cura e di vivibilità, sì da apparire come quella che lui vorrebbe.

Perché se è vero che a Jesi si è molto spesso silenti, quando non incompetenti, si avverte almeno il bisogno di non essere conniventi.


da Daniele Massaccesi
Popolo delle Libertà – PDL




Questo è un comunicato stampa pubblicato il 02-09-2011 alle 11:35 sul giornale del 03 settembre 2011 - 797 letture

In questo articolo si parla di attualità, Daniele Massaccesi, pdl, Popolo delle Libertà – PDL

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/oVF