Lega Nord: 'Lotta all'evasione fiscale e partecipazione dei Comuni all'attività di accertamento'

lega nord senigallia 3' di lettura 03/09/2011 -

Al Sindaco Mangialardi è stato chiesto di chiarire la strategia dell’Amministrazione in merito all’applicazione del federalismo municipale e della lotta all’evasione fiscale.



Come tutti sanno, i recenti tagli e le riduzioni dei trasferimenti centrali alle Amministrazioni locali hanno suscitato allarme e preoccupazione. Di fronte a un dato oggettivo che è sempre e costantemente sottolineato in ogni dibattito pubblico, quasi nessuno menziona l’altra faccia del federalismo fiscale. Il federalismo fiscale nasce da un’idea molto semplice: l’invarianza fiscale; nessun aumento della pressione fiscale ma trasformazione dei mancati trasferimenti in compartecipazione alle entrate tributarie (irpef, ecc.) E proprio questo è il punto centrale. Nel dibattito politico che ha accompagnato l’attuazione del federalismo fiscale (e municipale) non si fa quasi mai cenno all’enorme potenzialità offerta dai nuovi strumenti che i decreti attuativi del federalismo municipale ha messo a disposizione delle Amministrazioni locali. A Senigallia il 90 per cento circa degli affitti estivi non viene registrato e le migliaia di mini appartamenti alimentano un’ economia sommersa che deve essere contrastata duramente. La lotta all’evasione fiscale deve iniziare dai Comuni.

Oggi le Amministrazioni locali, grazie al federalismo, hanno molti più poteri di prima: possono accedere all’anagrafe tributaria (contratti di locazione, contratti di somministrazione di energia elettrica, domicili fiscali, ecc.), al catasto elettronico e possono accedere a qualsiasi altra banca dati pubblica per accertare posizioni individuali e situazioni sospette sugli immobili mai accatastati (case fantasma). Un serio contrasto all’evasione fiscale porterà considerevoli quantità di denaro nelle casse comunali; è assicurata una forte compartecipazione dei Comuni ai tributi recuperati; sono quadruplicate le sanzioni amministrative per chi non ha dichiarato all’Agenzia del Territorio l’immobile, mentre il 75% delle predette sanzioni è devoluto al Comune dove è ubicato l’edificio.

Da quanto premesso appare chiaro che vi è una straordinaria opportunità di poter accedere all’extra gettito derivante da una seria lotta all’evasione fiscale e bilanciare in questo modo la riduzione dei trasferimenti statali. E’ per questo motivo che è stata rivolta al Sig. Sindaco un’interrogazione scritta per conoscere nel dettaglio: 1- come l’Amministrazione intenda muoversi per utilizzare al meglio i nuovi strumenti offerti dal federalismo municipale; 2 – se sia stata programmata un’attività di lotta all’evasione fiscale in sinergia con le altre Amministrazioni del territorio; 3 – come arginare il triste fenomeno degli affitti estivi irregolari. Il Sig. Sindaco ha risposto precisando che “l’Amministrazione comunale ha deciso di attivarsi subito per cogliere questa importante opportunità di recupero di risorse”. Il Comune di Senigallia parteciperà alle attività di contrasto all’evasione fiscale insieme all’Agenzia delle Entrate tramite l’invio di segnalazioni qualificate. Un valido aiuto è riposto nel Consiglio Tributario la cui composizione sarà completata con la nomina di 5 consiglieri comunali e che potrà esprimere i propri indirizzi in merito. Il Sig. Sindaco precisa che gli Uffici comunali interessati stanno già predisponendo gli interventi opportuni e affinando gli strumenti informatici necessari, già a disposizione degli enti locali ma parzialmente utilizzati.

Sono in corso di definizione i protocolli operativi con i quali gli Uffici comunali parteciperanno a questa attività di contrasto. Gli Uffici comunali interessati hanno già inviato all’Agenzia delle Entrate le prime segnalazioni qualificate. Il Sig. Sindaco ribadisce infine che il fenomeno degli affitti estivi irregolari è tra gli ambiti di intervento prioritari per il Comune di Senigallia. I protocolli operativi in via di definizione prevedono sopralluoghi congiunti nelle zone maggiormente interessate da questo fenomeno. L’attività di contrasto all’evasione fiscale è appena iniziata. Ricorderò continuamente al Sig. Sindaco di applicare “tolleranza sottozero”.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 03-09-2011 alle 14:58 sul giornale del 05 settembre 2011 - 2839 letture

In questo articolo si parla di politica, senigallia, lega nord, evasione fiscale, Lega Nord Senigallia, Tiziano Pazzani

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/oYH





logoEV