Sede area vasta a Fabriano, Zinni: 'Si era già capito'

Giovanni Zinni 08/09/2011 -

Sono un po' sconcertato dalle dichiarazioni dei colleghi consiglieri Badiali e Giancarli sul fatto che la scelta della sede legale dell'area vasta di Ancona sia ricaduta su Fabriano senza un adeguato dibattito con gli enti locali.



Posto in essere che tutti sapevano che il governatore aveva piacere di valorizzare la sua città, Fabriano, ora nel PD Mangialardi, Badiali e Giancarli lasciano intendere che cadono dalle nuvole e sono dispiaciuti che la sede non sia finita a Jesi o Senigallia. Ai colleghi consiglieri di centrosinistra e di maggioranza dico che se avessero votato il mio emendamento in sede di approvazione del piano delle aree vaste in aula, sarebbero stati i 49 comuni della provincia di Ancona a scegliere e ad approvare la sede legale più appropriata per l'area vasta, rispettando il principio di sussidiarietà. Peccato pero' che adesso il rischio vero e' che non si risparmi nulla con la "riforma dimagrante" dell'area vasta ma potrebbe finire questo teatrino con una sede legale a Fabriano e parte delle sedi a Jesi e Senigallia.

In poche parole secondo il centrodestra occorreva snellire la sanità applicando pero' la partecipazione democratica degli enti locali alla riforma, secondo il centrosinistra il cocktail e' sempre quello del dirigismo e della moltiplicazione dei costi. E' normale che tutti i cittadini dell'area vasta interessata gradiscano una sede paricentrica per tutte le realtà territoriali. Se avessero votato i comuni dubito che sarebbe stata scelta Fabriano, quindi non capisco di che cosa si lamentino Badiali e Giancarli visto che la loro stessa maggioranza ha bocciato la mia ragionevole proposta.


da Giovanni Zinni
Consigliere Regionale PdL




Questo è un comunicato stampa pubblicato il 08-09-2011 alle 18:03 sul giornale del 09 settembre 2011 - 556 letture

In questo articolo si parla di politica, jesi, senigallia, fabriano, giovanni zinni, area vasta

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/o0x