Prc: la nostra proposta per la città

rifondazione comunista prc 4' di lettura 12/09/2011 -

Tra candidati (più o meno probabili) proclami, proposte e saldi di fine stagione si sta da troppo tempo monopolizzando l’attenzione della politica cittadina sulle future elezioni amministrative e poco, o nulla, sui reali e concreti problemi della nostra città, in evidente sofferenza.



Il circolo jesino di Rifondazione Comunista si è sottratto a questo triste teatrino per cercare di onorare al meglio gli impegni presi e “salvare il salvabile” della vita politica cittadina, ma, a quanto pare, la discussione sulle amministrative è oramai centrale e quindi proviamo anche noi a esplicitare i nostri progetti e le nostre intenzioni per il futuro della città.

Tralasciando, in questa sede, l’analisi della grave situazione nazionale, concentriamo l’attenzione sulla nostra città, palesemente in uno stato di difficoltà come forse raramente si era visto negli ultimi decenni. E le ultime mosse (o prime in vista delle future amministrative) mostrate dai partiti cittadini dimostrano che non c’è la minima intenzione di mutare il corso e tentare di rompere l’inerzia negativa che si è abbattuta su Jesi. Ciò vale per la linea politica del PD, che oramai da tempo si muove su altri binari, ma anche per SEL, che in città ha avallato ogni decisione dell’Amministrazione dal primo all’ultimo giorno, e propone ora una nuova alleanza a tutte le forze politiche del centro-sinistra e, perché no, anche ad altre.

Tutto lecito, per carità, ma è la dimostrazione che o non si vuole mutare la rotta della barca alla deriva, oppure così ci si assicura una o due poltroncine e tutto va bene.

Noi riteniamo che siano finiti i tempi di fare politica in questo modo, con programmi, persone e accordi che scaturiscono dallo sterile, e oramai lontano dalla realtà, universo delle segreterie di partito.

Lo scostamento della vita politica dalla effettiva quotidianità dei cittadini, anche in un centro non enorme come Jesi, è oramai un elemento troppo evidente per non essere considerato e far finta di nulla.

Certo, percorrere una via diversa significa un grande e diverso lavoro, un mettersi in gioco, un correre dei rischi e la probabile esclusione dalla distribuzione di assessorati e incarichi, ma riteniamo i tempi siano maturi per percorrere questa via fatta di partecipazione, inclusione e condivisione di speranze e aspettative, consapevoli che non tutto si riuscirà a fare e non tutto sarà perfetto, ma almeno provarci.

Quindi il nostro invito è rivolto in primo luogo alla città, alle associazioni, ai movimenti, ai singoli cittadini che si richiamano ai valori della Sinistra, e, contestualmente, alle forze politiche che vorranno sganciarsi da logiche oramai vecchie e rompere con un recente passato dove altro non si è fatto che essere la stampella del PD, in sostanza poi senza avere alcuna voce in capitolo né alcun peso nelle decisioni prese.

Il nostro è un appello che non cala dall’alto, ma è proprio rivolto alla costruzione il più possibile condivisa di un percorso partecipato per dare nuova linfa e nuove energie alla nostra città, un percorso alla pari dove Rifondazione Comunista di Jesi metterà in comune, con quanti vorranno impegnarsi a costruire qualcosa, la propria esperienza e il proprio bagaglio politico, con la massima apertura, trasparenza e umiltà.

Per concludere, le primarie di coalizione e i programmi stilati dalle solite segreterie di partito e calati dall’alto non ci interessano, ci interessa invece la partecipazione, le idee, le aspettative e l’impegno dei cittadini: impegno, perché deve essere chiaro a tutti che con le chiacchiere non si risolve nulla, così come l’impegno dell’elettore non inizia e finisce con la giornata elettorale, bensì tutti noi siamo chiamati a costruire qualcosa di concreto e vigilare sull’applicazione, senza delegare e disinteressarsi di tutto.

È il momento di fare delle scelte chiare e univoche: la nostra città è un bene comune, facciamo in modo che ritorni ad esserlo realmente!






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 12-09-2011 alle 16:33 sul giornale del 13 settembre 2011 - 792 letture

In questo articolo si parla di attualità, prc jesi, partito rifondazione comunista

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/pfL





logoEV