San Settimio ed è subito fiera: più di 600 le bancarelle della 707esima edizione

Remo Vigorelli, Daniele Olivi, Cecilia Martinelli 2' di lettura 19/09/2011 -

La tradizione non si ferma e, come da 706 anni a questa parte, il centro storico della città jesina ospiterà, il fine settimana, oltre seicento bancarelle per la 707esima edizione della Fiera di San Settimio, in programma il 23, 24 e 25 settembre.



Quest'anno, in concomitanza con il Centocinquantenario dell'Unità d'Italia, l'Amministrazione Comunale ha pensato di commemorare il primo Sindaco di Jesi, Marcello Flori e di ricordare il 150° della fondazione del corpo della Polizia Municipale, avvenuto a Jesi nel maggio del 1861. Il giorno di San Settimio, giovedì 22 settembre, alle ore 11 presso la Sala Consiliare del Municipio, lo storico Lorenzo Verdolini illustrerà la relazione 'Jesi 1861. Una Storia d'Unità'.

Sempre giovedì 22, durante la mattinata presso il Duomo avranno luogo le Celebrazioni Religiose per San Settimio, a cura della Parrocchia della Cattedrale e alle 18,30 in Piazza delle Monnighette si potrà assistere al Concerto per San Settimio della Banda G.B. Pergolesi di Jesi. Alle 20,30 in Piazza della Repubblica avranno inizio invece le estrazioni dei numeri della tradizionale Tombola che allieteranno tre fortunati vincitori con premi per 1000, 2000 e 3000 euro.

Venerdì, sabato e domenica si entrerà nel cuore dell'evento più longevo della città: 637 saranno i banchi di prodotti esposti, undici in meno dell'edizione 2010, perchè anche tra gli ambulanti, la crisi ha avuto i suoi effetti. Di questi, 541 saranno le bancarelle, 82 i banchi di mostra campionaria, prodotti tipici e ristoro. Novità assoluta di quest'anno è la concentrazione in un'unica piazza, la Colocci, di 14 banchi predisposti per le associazioni di volontariato della città. Solo tre di queste esporranno a Piazzale San Savino per questioni di spazio.

Tornano per quest'edizione MusicAndando venerdì 23 dalle 17 alle 22 e Bambin In Fiera, sabato 24 dalle 15,30 alle 18,30, da Piazza Spontini a Piazza Federico II. "Sono due iniziative che abbiamo organizzato noi della BluNautilus - spiega Remo Vigorelli - venerdì sera una street band di musicisti accompagnerà i passanti alla scoperta di Jesi, al suon di sax, tromba e trombone. Sabato sarà dedicato ai più piccoli: due clown giocolieri animeranno le vie cittadine, con soste ed esibizioni nelle piazzette."

"Tengo particolarmente a ringraziare le forze dell'ordine e i volontari che aiuteranno per il buon svolgimento delle attività - riferisce l'Assessore allo Sviluppo Economico, Daniele Olivi - spero che, aiutati dal tempo, questi possano essere quattro giorni di festa, serenità e comunità. La fiera di San Settimio è di tutta la Vallesina."

Sarà presente un presidio sanitario e uno della Polizia Municipale davanti la chiesa di San Savino, per cercare di smistare e regolare il traffico di automezzi che percorreranno quella parte di strada tra i banchi d'esposizione durante i giorni di fiera.








Questo è un articolo pubblicato il 19-09-2011 alle 14:16 sul giornale del 20 settembre 2011 - 553 letture

In questo articolo si parla di attualità, daniele olivi, ilaria cofanelli, blunautilus

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/ptL