Regione Marche: Interporto e Sviluppumbria insieme per lo sviluppo infrastrutturale

Rometti, Pesaresi e Viventi 21/09/2011 -

La stretta di mano tra Luigi Viventi e Silvano Rometti, Assessori alle Infrastrutture delle Regioni Marche ed Umbria ha sancito l'accordo con il quale Interporto Marche Spa e Sviluppumbria sono state incaricate di continuare a sviluppare il traffico intermodale nell'ottica di un'integrazione sempre più stringente tra le due regioni e di gestire di comune accordo la struttura dell'Interporto delle Marche.



L'incontro avvenuto nella sede della società Interporto Marche Spa a Jesi (AN) è stata l'occasione per ribadire la vicinanza delle due regioni nell'affrontare la partita dello sviluppo infrastrutturale viario e ferroviario già avviato negli anni scorsi e concretizzatosi con la partecipazione di Sviluppumbria nella società Interporto Marche Spa esprimendone anche la vice presidenza con il prof. Vinicio Bottacchiari.

“Questa mattina – ha detto l'Assessore Viventi – le due amministrazioni regionali hanno lanciato un messaggio politico forte, che consentirà ai nostri due governi di sfruttare al meglio le potenzialità dell'interporto delle Marche, anche in collegamento con le piastre logistiche di Terni e Foligno. Non partiamo da zero, ma da basi già poste nel passato. Mettere a disposizione del mercato questa infrastruttura è un compito preciso dei nostri enti, che hanno dimostrato in questi anni, e ribadito oggi, una particolare sensibilità verso il tema dell’integrazione tra i due territori, che consideriamo ormai urgente da attuare. La Regione Marche nell’ultimo anno ha preso in mano con determinazione il problema del ritardo infrastrutturale e credo di poter dire che il nostro contributo è stato fondamentale in questo senso. Con il rifacimento della galleria di Cattolica, ad esempio, è ora possibile il passaggio su ferro di qualsiasi volume e con l’approvazione da parte del Cipe del progetto per il bypass di Falconara oggi possiamo guardare al futuro delle infrastrutture con rinnovato ottimismo, nonostante le difficoltà generali in cui purtroppo operiamo”.

Dello stesso avviso Silvano Rometti, Assessore alle Infrastrutture della Regione Umbria che ha sottolineato come “Umbria e Marche si trovino in parallelo ad affrontare partite che riguardano lo sviluppo infrastrutturale sulla trasversale dall'Adriatico al Tirreno. Essere qui a Jesi oggi ha un valore non solo politico ma anche strategico importantissimo e che ribadisce scelte già fatte dalla Regione Umbria: penso alla piastra logistica di Foligno e Terni per le quali i lavori partiranno entro fine anno ed anche a quella di Città di Castello anche se è meno interessata da questa operazione che complessivamente significano 61 milioni di euro di investimenti con 30 milioni di cofinanziamento da parte del governo nazionale. Il passo successivo – ha concluso – deve riguardare il nostro impegno congiunto nel concentrare le merci in interporto e fare quindi massa critica per realizzare i treni-blocco che giungano a destinazione in Italia ed in Europa senza scali intermedi.”

Integrare i traffici tra i due terminal marchigiani (porto di Ancona ed Interporto delle Marche) e i due umbri (piastre logistiche di Terni e Foligno) è una partita che le due amministrazioni regionali affideranno quindi alla società Interporto Marche Spa e a Sviluppumbria per individuare forme comuni di collaborazione e di sinergia. Il presidente Roberto Pesaresi ha sottolineato alcuni aspetti: “Intanto ringraziamo per la fiducia accordataci e ribadita anche in questa sede dagli Assessori Viventi e Rometti, convinti che ottimizzare le risorse facendo i conti con la situazione attuale nella quale il fattore tempo è determinante sia l'unica strada possibile. Spesso ribadiamo che i tempi dell'economia sono diversi da quelli della politica: oggi abbiamo avuto un esempio di condivisione di aspetti strategici tra le due regioni che riguardano attività ed interessi comuni nella prospettiva più generale del collegamento e dell'integrazione tra le due regioni.”








Questo è un comunicato stampa pubblicato il 21-09-2011 alle 17:52 sul giornale del 22 settembre 2011 - 5591 letture

In questo articolo si parla di attualità, regione marche

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/pzV





logoEV