Chiaravalle: nasce anche nella Vallesina il comitato 15 ottobre

Comitato 15 ottobre 22/09/2011 -

“Gli esseri umani prima dei profitti, non siamo merce nelle mani di politici e banchieri, chi pretende di governarci non ci rappresenta, l’alternativa c’è ed è nelle nostre mani, democrazia reale ora!”



Questo lo slogan che riassume gli obiettivi della grande mobilitazione che in tutta Europa e a Roma si sta preparando per il prossimo 15 ottobre.

Le ricette con le quali la Commissione Europea, i governi, a partire da quello italiano, la Banca Centrale Europea, il Fondo Monetario Internazionale, multinazionali e i poteri forti ci presentano come dogmi intoccabili: il pagamento del debito, il pareggio del bilancio pubblico, gli interessi dei mercati finanziari, le privatizzazioni, i tagli alla spesa, la precarizzazione del lavoro e della vita son inique e sbagliate.

Sono politiche finalizzate solo a difendere rendite e privilegi e a renderci tutti più schiavi.

Distruggono il lavoro e i suoi diritti, i sindacati, il contratto nazionale, le pensioni, l’istruzione, la cultura, i beni comuni, il territorio, la società e le comunità, tutti i diritti garantiti dalla nostra Costituzione. Opprimono il presente di una popolazione sempre più impoverita, negano il futuro ai giovani.

Non è vero che siano scelte obbligate!

Ci sono altre strade, e quelle vogliamo percorrere, riprendendoci pienamente il nostro potere di cittadinanza che è fondamento di qualunque democrazia reale.

Si deve uscire dalla crisi con il cambiamento e l’innovazione. Si deve investire sulla riconversione ecologica, la giustizia sociale, su un altra economia, sui saperi, la cultura, il territorio, la partecipazione. Si deve ridistribuire radicalmente la ricchezza e difendere, nello spirito dei referendum del 12 e 13 giugno, i beni comuni.

Ma per costruire un’alternativa, per garantire la dignità dei più deboli, per imporre reali cambiamenti occorre una presa di coscienza diffusa e una grande mobilitazione popolare.

E’ su questi obiettivi che anche nella bassa vallesina, raccogliendo le esperienze dei comitati in difesa dell’acqua, dei delegati operai, delle lotte più significative a difesa del territorio, delle forme partecipate di democrazia si sta costituendo un “Comitato 15 ottobre”. Anche qui vogliamo provare a coinvolgere i tanti e plurali attori sociali (soggetti organizzati, alleanze sociali, gruppi informali e persone) impegnati sul territorio in difesa dei diritti e dei beni comuni e con loro costruire un percorso per preparare la mobilitazione di Roma, ma anche e soprattutto, organizzare dal basso azioni di informazione, resistenza e contrasto.

La prima riunione del comitato è convocata per mercoledì 28 settembre alle ore 21,00 presso la sale del Circolo CRAL di Piazza Garibaldi a Chiaravalle.

Tutti coloro che condividono gli obiettivi della manifestazione del 15 ottobre sono invitati a partecipare.



da Comitato Costituente
il Comitato “15 ottobre” di Chiaravalle




Questo è un articolo pubblicato il 22-09-2011 alle 16:12 sul giornale del 23 settembre 2011 - 1101 letture

In questo articolo si parla di comitato 15 ottobre Vallesina

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/pB3





logoEV