Lega Nord, Paolini: 'Le dichiarazioni di Pazzani ingenerose e incomplete'

Luca Rodolfo Paolini 09/11/2011 -

Ho letto le dichiarazioni di Pazzani, ingenerose e, per alcuni aspetti, non vere o incomplete. Non entro nel merito dei suoi rapporti con la sezione locale, che non conosco. E' falso però che il convegno sull'Omicidio Stradale lo abbia proposto lui, dato che è una mia iniziativa, già da tempo attuata: il 12 ne parlo a Jesi, il 19 a Civitanova, a Senigallia resta solo da decidere la data.



Sempre per onor di verità, dovrebbe dire anche ai cittadini che lui, in Lega, si è iscritto solo qualche mese fa, dopo che per oltre un anno, con la scusa che era poliziotto, ha sempre dichiarato di ritenere inopportuna l'iscrizione, inopportunità che, curiosamente, non riteneva però sussistere per rappresentare in Comune lo stesso gruppo politico!!! Ha chiesto, avendo avuto 46 preferenze (solo 4 più della Antonacci per la cronaca) che la Lega lo incaricasse di costituire e dirigere un nuovo sindacato nazionale "leghista" della Polizia, cosa che, gli ho detto, non era possibile e che, in ogni caso, sarebbe stata gestita dal SINPA e non da lui. Questo venerdi 28 ottobre. Pochi giorni dopo i predetti "no" si è dimesso.

Coincidenza? Quanto alle critiche di essere stato lasciato solo non mi risulta, ma sul punto ne sanno di più gli iscritti locali. E' forse vero il contrario? Ossia che è lui che ha fatto il "consigliere" dimenticando che se era lì era grazie al lavoro degli iscritti ed al voto dei cittadini. E' stato corretto - e gliene do atto - a dimettersi da consigliere, dato che era li con i voti della Lega e non solo i 46 "suoi". Sarebbe bello che tutti gli eletti in un partito che lo lascino fossero obbligati a fare lo stesso, per rispetto degli elettori.


da On. Luca Rodolfo Paolini
Segretario Regionale Lega Nord




Questo è un comunicato stampa pubblicato il 09-11-2011 alle 16:44 sul giornale del 10 novembre 2011 - 2781 letture

In questo articolo si parla di politica, lega nord marche, luca rodolfo paolini, lega nord, Tiziano Pazzani

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/rsa


Patetico: non c'è scritto affatto, nel comunicato di Pazzani, che quel fantomatico convegno l'avesse organizzato lui.
E non entro nel fatto delle dimissioni di Pazzani: libero di fare assolutamente quello che vuole, e lo rispetto per la scelta fatta.
Patetica la situazione di un gruppo politico minoritario, di una precisa identità politica, che pure riesce a dividersi al suo interno: la scissione dell'atomo.
Patetica la politica attuale nel suo genere: se questi sono gli esempi locali, come stupirsi della futilità dell'operato di quella nazionale.

geremia marchetti

Commento sconsigliato, leggilo comunque

Spartizioni, lottizzazioni, voti, numeri, poltrone, pseudo meriti, arrivismo...Beh, c'e' un po' di tutto a quanto vedo, tranne ovviamente l'interesse per i cittadini senigalliesi, nel più classico del trend della partitocrazia italiota.

Se non fossi anche pittosto divertito a vederli scannarsi e rinfacciarsi le cose l'un l'altro, gli consiglierei quasi di smettere di litigare.
Invece mi diverto e penso al fatto che la Lega perderà un voto per ogni frase scritta in questi comunicati.

Già Pazzani ed Antonacci avevano dato prova di essere dei politici incompetenti patentati, nei precedenti comunicati sulle dimissioni. L'apice nell'articolo di insediamento della Antonacci, e nell'intervista di VS a Pazzani.

Con questo di Paolini, la Lega ha fatto BIGNO!

Il convegno sull'omicido stradale e l'eco , quindi , che questa iniziativa deve avere, insomma si auspica che non rimanga convegno, sono in modo totalitario prioritari rispetto a tutto il resto, che perde qualsiasi significato.Le parole, usarle quando c'è veramente necessità, ce ne sono poschissime qua, di necessarie, sia nei commenti, che nell'articolo, comunque ben vengano le precisazioni, ognuno ha i suoi modi, però lo scopo sia la divulgazione del convegno e non solo di quello, non deve rimanere fatto sterile. La circolazione mediatica di parole mi ha portato a conoscenza di questa iniziativa,il resto, personalmente , lo azzero e dovrebbe essere responsabilità indeclinabile di tutti farlo.Un po' di perentorietà mirata o tentativo di usare linguaggio perentorio non fa male. Non mi interessano varie confusioni e personalismi.
Allora, io ho appreso che Luca Rodolfo Paolini è il referente di questa iniziativa attraverso il comunicato sopra, mi riferisco a questo e ,un'altra volta, è un'iniziativa che dovrebbe essere esportata fuori dalla forma convegno,anziché mirare allo scioglimento delle camere, per esempio, si dovrebbero proporre priorità incontestabili, invece di dire di alleanza con questo o l'altro o opposizione, con la paura magari di perdere il consenso, fra un anno e mezzo, chi vivrà vedrà, che ancora pare tenere ... Un governo Monti(Amato) è da me auspicatissimo.Confusione fra condizionale ed indicativo, però, se ci sono incoerenze, si sappia che la mia intenzione è indicativa e non condizionale, non imperativa, ovviamente.

Sono sempre Tommaso Bucci, cioè quello che aveva commentato gli ultimi articoli riguardanti ristrettamente le dimissoni di Tiziano Pazzani.Ora ho l' username sopra.