Rischio esondazione a Senigallia? I cittadini scrivono a Sindaco e Provincia

alluvione nelle marche 1' di lettura 10/11/2011 -

Il rischio di una nuova esondazione a Senigallia preoccupa i cittadini. Dopo i disagi e i danni del marzo scorso provocati dalla rottura degli argini del Fiume Misa, i residenti di Cannella e di località Molino Marazzana hanno di nuovo preso carta e penna per scrivere al sindaco Mangialardi e alla Presidente della Provincia Casagrande: "I lavori non sono stati effettuati".



Non è certo la prima segnalazione che i residenti avanzano. Già il 9 marzo, l'11 maggio, il 28 luglio e per ultimo il 27 ottobre i cittadini delle due località hanno pubblicamente espresso le loro perplessità sullo stato di avanzamento dei lavori di messa in sicurezza degli argini del Fiume Misa e sulla pulizia dei fossi. Ora tornano ad alzare la voce.

In una lettera al sindaco di Senigallia, Maurizio Mangialardi, i residenti sottolineano come "a tutt’oggi non sono stati effettuati i necessari lavori di messa in sicurezza da parte della Provincia di Ancona sul fosso demaniale Sambuco né da vari proprietari frontisti sul fosso privato Molino Marazzana, risulta un tratto in prossimità del ponte comunale con oltre un metro e venti di terra e sedime depositato".

Una problematica che ha spinto i residenti a rivolgersi direttamente alla Presidente della Provincia, Patrizia Casagrande: "Si richiede di provvedere immediatamente a tutti i lavori di messa in sicurezza della zona in località Molino Marazzana da eventuali allagamenti provocati da una nuova rottura dell’argine del fosso del Sambuco".

In Pdf le due lettere.



...

...

...

...






Questo è un articolo pubblicato il 10-11-2011 alle 16:19 sul giornale del 11 novembre 2011 - 4201 letture

In questo articolo si parla di attualità, riccardo silvi, fiume misa, alluvione nelle marche

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/rvk





logoEV