Concussione, agente della Polstrada condannato a due anni di reclusione

tribunale 1' di lettura 16/12/2011 -

Stefano Panoni, agente 40enne della Polstrada di Senigallia,  è stato condannato dal Tribunale di Ancona a due anni di reclusione per il reato di concussione.



Secondo l'accusa l'agente, denunciato dall'imprenditore Gianfranco Concas insieme a tre colleghi (Denis Battistini, Luigi Faggiano e Manlio Didimi), avrebbe accettato un buono benzina da 50 euro da un imprenditore del settore movimento terra in cambio di controlli più blandi sui camion che avevano già accumulato diverse sanzioni. I tre colleghi di Panoni erano stati condannati a un anno e due mesi con rito abbreviato.

Il 40enne, ancora in servizio ma fuori Senigallia, avrebbe invece ribadito la propria estraneità all'accusa. E i suoi legali, Paolo Campanati e Luca Bartolini, hanno dichiarato che ricorrerano pertanto in appello. Nel frattempo attendono la deposizione della motivazione che dovrà avvenire entro 90 giorni.






Questo è un articolo pubblicato il 16-12-2011 alle 11:18 sul giornale del 17 dicembre 2011 - 5056 letture

In questo articolo si parla di attualità, tribunale, Sudani Alice Scarpini

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/s2M