Petizione giardini Catalani: il Gsa consegna le cartoline, oltre 500 le firme raccolte

Petizione giardini Catalani: il Gsa consegna le cartoline 17/12/2011 -

Nella serata di giovedì 15 dicembre, abbiamo consegnato al protocollo del Comune di Senigallia le cartoline sottoscritte da tanti cittadini a sostegno della proposta del Gruppo Società e Ambiente per una migliore fruibilità dei Giardini Catalani.



Abbiamo scelto di consegnarle all’ufficio protocollo, anziché consegnarle direttamente al Sindaco, perché dopo un mese dalla prima richiesta per essere ricevuti, non avevamo ancora avuto risposta. Le persone di cui abbiamo raccolto le istanze, chiedono soprattutto che nei nuovi giardini siano disponibili più panchine e, fatto fondamentale, all’ombra, perché quelle finora disponibili sono insufficienti ed al sole per gran parte della giornata. Chiedono inoltre la presenza di camminamenti (o vialetti) che permettano di entrare nell’area verde, anche con carrozzine o passeggini, senza scivolare sull’erba se bagnata o affossare i tacchi nel terreno.

Altro desiderio espresso dai cittadini è quello di vedere nell’area qualche macchia di colore creata dai fiori, come succede in tutti i giardini. Ad oggi la petizione è stata sottoscritta da 548 persone, 512 hanno compilato e firmato le apposite cartoline e 36 hanno manifestato la loro adesione a mezzo Facebook. Da considerare che molti cittadini hanno preferito affrancare e spedire direttamente le cartoline a loro disposizione. Ora aspettiamo, speriamo in tempi non biblici, una risposta alle suddette richieste da parte della Amministrazione Comunale.








Questo è un comunicato stampa pubblicato il 17-12-2011 alle 15:04 sul giornale del 19 dicembre 2011 - 2296 letture

In questo articolo si parla di attualità, Gruppo Società e Ambiente

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/s6u


Si, i giardini così sono solo un bel palcoscenico, da non calpestare e difficili da vivere.
Salvo permettere di fare delle gare di pallone sotto, ma allora addio prato.
Ma non era il GSA a dire che con gli aghi di pino che cadono è difficile far convivere altre piante, e addirittura l'erba?