Moresco: Straccia, si ipotizza morte per annegamento

1' di lettura 12/01/2012 -

L'autopsia eseguita a Bari sul corpo di Roberto Straccia ha accertato la presenza di acqua di mare nei polmoni del giovane di Moresco.



I primi esami non hanno rilevato tracce di morte violenta.

Secondo gli esperti, per avere la certezza che la morte sia stata causata da annegamento è necessario rilevare la presenza delle diatomee, alghe unicellulari, nel fegato e nei reni ed accertare, inoltre, lo stato di diluizione del sangue, essendo il cadavere del 24enne in avanzato stato di decomposizione.

I familiari di Roberto continuano a rifiutare l'ipotesi che il giovane si sia tolto la vita.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 12-01-2012 alle 18:36 sul giornale del 13 gennaio 2012 - 1055 letture

In questo articolo si parla di cronaca, francesca morici, bari, moresco

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/tRf

Leggi gli altri articoli della rubrica fatti tragici





logoEV