No Tav: 'La repressione non può arrestare il movimento'

no tav 27/01/2012 - Giovedì all'alba sono stati effettuati decine di arresti contro attivisti del movimento NoTav. Come studenti medi e universitari delle Marche diamo la nostra solidarietà a tutti gli arrestati.

La politica continua a gestire la questione Tav solo sul piano dell'ordine pubblico e della repressione incurante del fatto che oltre quelle reti del NonCantiere c'è una popolazione che si oppone ad un'opera inutile, costosa e dannosa per l'ambiente.

Il movimento NoTav è un laboratorio di resistenza contro le logiche del profitto e degli interessi di pochi per la difesa della valle bene comune. Il movimento non si è arreso di fronte alla militarizzazione della valle e siamo sicuri che non si arrenderà proprio ora. In Valle, infatti, abbiamo conosciuto e apprezzato la determinazione dei NoTav a preservare questo territorio. Come studenti medi e universitari, da sempre vicini e partecipi alla lotta dei valsusini, respingiamo ogni tentativo di criminalizzazione del movimento. La valle non si arresta! Liberi tutti!

Studenti marchigiani contro la TAV!

Movimento Studenti Macerata

Assemblea Permanente Urbino

Collettivo Studentesco 70C Fabriano

Collettivo Studentesco OPS Ancona

Collettivo Studentesco Senigallia

Collettivo Studentesco Corto Circuito Jesi






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 27-01-2012 alle 17:56 sul giornale del 28 gennaio 2012 - 958 letture

In questo articolo si parla di attualità, no tav, collettivo studentesco

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/utQ


Avrei preferito che nessuno andasse in giro con bombolette a fare l'artista.
Siccome in passato altri ragazzi di quei gruppi hanno aiutato me e altre persone ad abbellire alcuni dei sottopassi della città, non mi spiacerebbe se dicessero a chi è stato di andare lì a ripulire.

Ma se avete cancellato un murales di Blu!!!!! Complimenti!

Blu ci aveva autorizzato: quindi basta con questa storia.