Lettere al giornale: un commerciante lancia un appello alla Confcommercio

Lettere 1' di lettura 10/02/2012 - Un commerciante di Jesi chiede a questa associazione di categoria di chiedere lo stato di calamità naturale per il settore del commercio.

Nel mese di Gennaio e Febbraio ci sono state e ci sono varie scadenze di pagamento e queste pessime e catastrofiche condizioni metereologiche hanno annullato gl'incassi mensili.

Si può annullare la scadenza dell'INPS? L'affitto dell'immobile si può ridimensionare?

AffrettateVi e bussate negli uffici competenti perchè il fallimento seriale delle attività commerciali e non solo è in costante aumento.

E ricordate: se non ci sono i negozianti non c'è neanche l'associazione di categoria.

Queste parole sono per il Vostro interesse!

Cordiali saluti






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 10-02-2012 alle 16:45 sul giornale del 11 febbraio 2012 - 687 letture

In questo articolo si parla di attualità, lettere al giornale

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/u4R





logoEV