Chiaravalle: Fli, la storia di un Sindaco che non c’é.

Futuro e libertà| 3' di lettura 13/02/2012 - Ancora in alto mare l’accordo politico dentro il PD tra l’ala cattolico-riformista e l’ala nostalgica burocratica massimalista.

In questa vicenda surreale a soffrirne sono soltanto i cittadini, i quali si sentono completamente abbandonati a se stessi tra tasse da pagare, tra mutui in scadenza, tra famiglie che non arrivano più con il salario a fine mese, con i giovani che sentono di non avere prospettive di futuro (che si distaccano pericolosamente da questo modo di fare politica), con servizi comunali sempre più messi in discussione da una oggettiva incapacità organizzativa da parte del Sindaco e del suo team e anche dalla gravissima situazione economica nazionale ed internazionale.

Noi come FLI ci sentiamo in sintonia con i cittadini e con i loro gravi problemi ma constatiamo purtroppo che la forte spaccatura dentro il PD locale causa oggettivamente uno stallo amministrativo politico rendendo più difficile ristabilire un minimo di ponte tra la società civile e la Pubblica Amministrazione.

Non si può continuare a far finta di niente, occorre un colpo d’ala, occorre fantasia politica per ricostruire una strategia programmatica capace di contribuire agli sforzi e alla responsabilità della società civile ed ai soggetti economici che si trovano veramente disorientati e smarriti.

Noi FLI siamo consapevoli delle difficoltà nell’amministrare oggi la “Res publica” ma continuare così aspettando la befana sarebbe disastroso per tutti.

Attenti che presto la città che sembra quasi disattenta, perché disamorata, chiederà alla classe politica conto di questa paralisi.

La nostra proposta è prima una disamina spietata e competente dei vari capitoli di bilancio perché è da qui che bisogna ripartire.

Poi a seguire occorre operare scelte tendenti a riorganizzare e rinnovare i servizi senza preclusioni ideologiche, tenendo fermo il concetto del risparmio e della funzionalità.

Creazione di una CONSIP intercomunale per coordinare tutte le gare di acquisto in modo da risparmiare ma nel contempo garantire la qualità.
Chiusura immediata della SIC1: storia fosca.
Messa in vendita della farmacia comunale (tra l’altro situata in un punto veramente infelice).
Bretella di collegamento con il casello autostradale di Monte Marciano.
Fare un punto serio, una volta per tutte, sullo stato della ex discarica comunale.
Area Fintecna da mettere immediatamente in cantiere, per una urbanistica di alto profilo in modo da dare un piccolo impulso all’edilizia ormai ferma.
Forte azione di risparmio energetico.
Area Quadrilatero può diventare una grande occasione di sviluppo per tutta l’area della Bassa Valle dell’Esino.
Il nostro nosocomio deve essere veramente un centro di servizio specifico e serio per tutelare al meglio la salute dei cittadini.

E’ su questa piattaforma programmatica che intendiamo lavorare con tutti. Chi ci sta ci sta! Senza preclusioni anzi con una sola preclusione: cacciare chi pensa agli organigrammi invece che a risolvere i problemi. Il terreno è solo questo e su questo terreno intendiamo proseguire.

Al Sindaco chiediamo: Lei ci sta? Se ci sta trovi immediatamente il coraggio politico di azzerare tutti gli incarichi di giunta e non e, ridistribuirli in base alle capacità e alle esperienze: senza guardare alle provenienze partitiche.

Sarebbe un grande atto innovativo di responsabilità e di lungimiranza verso tutti i cittadini e con un sol colpo si cancellerebbero tutti i chiacchiericci e i bla - bla – bla.
Solo così Lei Signor Sindaco, passerà alla storia della città e non sarà ricordato come il “Sor Tentenna” che vorrebbe ma non può.

A fine mandato manca poco tempo, occupiamolo al meglio. E’ un consiglio disinteressato che noi vogliamo darLe.


da Mattia Morbidoni
Coordinatore FLI Chiaravalle





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 13-02-2012 alle 19:39 sul giornale del 14 febbraio 2012 - 684 letture

In questo articolo si parla di attualità, chiaravalle, Mattia Morbidoni, Futuro e libertà, fli

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/vbj





logoEV