Energia, la Provincia: 'Pronti a fare la nostra parte per l'ambiente e il lavoro'

marcello mariani 2' di lettura 14/02/2012 - Entro il 15 marzo il governo Monti sbloccherà i 600 milioni di euro per l’efficienza energetica e le fonti rinnovabili su piccola scala previsti dal Fondo di rotazione per il protocollo di Kyoto. Si tratta di una misura anticiclica che, grazie ai meccanismi di cofinanziamento, secondo le stime governative potrebbe stimolare una capacità di spesa pari a 3 miliardi di euro.

La notizia, soprattutto in tempi di crisi economica e di tagli agli enti locali, è di quelle capaci di accendere entusiasmi. Soprattutto se, come nel caso della Provincia di Ancona, la pianificazione degli interventi a favore del risparmio energetico, la diversificazione di fonti rinnovabili e la diffusione capillare di buone pratiche efficienza ha contribuito a seminare nel territorio tutte le condizioni per attrarre nuovi investimenti. Provincia che, proprio in queste settimane, sta svolgendo dei forum territoriali per presentare ai cittadini, alle associazioni e alle categorie i contenuti del programma di attuazione provinciale del Pear.

“La nostra provincia – afferma l’assessore provinciale all’Ambiente Marcello Mariani – produce già oggi oltre l’80 per cento dell’energia elettrica regionale e la quasi totalità di quella da fonte fossile, ma le fonti rinnovabili hanno avuto un notevole impulso che abbiamo cercato di assecondare per migliorare la qualità ambientale e costruire un sistema energetico efficiente e sostenibile. Se sapremo approfittare in maniera intelligente di queste nuova iniezione di risorse potremo fare un ulteriore passo in avanti per favorire lo sviluppo di quella green economy, con importanti ricadute sia sui livelli occupazionali sia, più in generale, sul benessere della comunità”. Secondo la presidente Patrizia Casagrande “questi fondi consentiranno di costruire, anche nel nostro territorio, un’economia meno energivora e più sostenibile, eliminando sprechi ed inefficienze. Insomma, una grande occasione, un vero e proprio volano per il rilancio del nostro modello di crescita su nuove basi”.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 14-02-2012 alle 15:45 sul giornale del 15 febbraio 2012 - 519 letture

In questo articolo si parla di ambiente, provincia di ancona, energia, ancona

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/vc6





logoEV